Glicine - Wisteria floribunda

Glicine

La Wisteria, comunemente conosciuta col nome di glicine, è originaria dell'estremo Oriente e più esattamente della Cina e del Giappone ed appartiene alla famiglia delle Papilionaceae.

Si tratta di un genere di 10 specie di arbusti rampicanti e rustici.

Le caratteristiche distintive del glicine sono il tronco, che si snoda dalla base attorcigliandosi e modellandosi alle superfici e alle strutture poste in prossimità della pianta, ed i fiori di colore azzurro-violetto, riuniti in grappoli penduli che raggiungono anche la lunghezza di 20 -25 cm, dal profumo intenso e gradevole.

I periodi più favorevoli per piantare il glicine sono l'autunno e l'inverno, fino a marzo, cercando di evitare le gelate.

Glicine


Coltivare il glicine

Il glicine è una pianta rampicante decidua caratterizzata da fusti legnosi volubili e da una bella e abbondante fioritura primaverile, seguita occasionalmente da una leggera ripetizione a metà estate. È per questo considerata ideale per ricoprire muri soleggiati, archi, pergole o palizzate robuste.

Non è però di coltivazione semplicissima, specie se vogliamo ottenere ottimi risultati sia in crescita sia in fioritura già dai primi anni: è molto importante prima di tutto una buona impostazione, una specifica concimazione e poi un’accurata e precisa potatura.

Il glicine fa parte della famiglia delle Fabaceae ed è principalmente originario dell’Estremo Oriente, in particolare della Cina e del Giappone. Vi sono però alcune varietà, meno diffuse, endemiche del continente Nordamericano.

Si tratta di un rampicante legnoso estremamente vigoroso che fiorisce formando dei grappoli lunghi fino a 40 cm, generalmente di colore lilla. Le foglie sono formate da delle fogliole imparipennate, ovali e appuntite agli apici. I frutti sono del tutto simili ai fagioli, lunghi circa 15 cm.

IL CALENDARIO DEL GLICINE
 Messa a dimora Da febbraio ad aprile, oppure da agosto a novembre
 Fioritura Da aprile ad agosto
 Potatura Marzo, maggio-giugno, agosto-novembre

  • Glicine - Wisteria sinensis

    Glicine Si tratta di uno dei rampicanti da fiore più noti e diffusi nei giardini di tutta Europa, anche se proviene da lontano: il Glicine infatti è un arbusto rampicante di origine asiatica; le specie più di...
  • Albero glicine - Jacaranda mimosifolia

    Jacaranda fiori albero alto fino ai 10-12 m originario dell’America meridionale; al genere jacaranda appartengono circa cinquanta alberi o arbusti originari dell’America centrale e meridionale, molti coltivati in Aus...
  • Glicine - Wisteria

    Glicine Tra i rampicanti rustici sono quelli a fioritura più abbondante, profumata e decorativa; all'inizio della primavera i glicini ci regalano grandi grappoli di fiori lilla, profumatissimi, che sbocciano ...
  • Glicine

    glicine Il nome scientifico è wisteria, assegnato al glicine in onore del grande antropologo Kaspar Wistar. Il glicine cresce nella costa orientale degli Stati Uniti, da dove fu importato in Europa ne...


Terreno

Glicine Il più indicato è di tipo argilloso, ma il glicine si adatta a vivere bene in qualunque tipo di terreno, l'importante è che questo sia ben drenato e ricco di sostanza organica. A tale riguardo è bene ricordare che la collocazione del glicine deve tenere conto anche del fatto che la tenacia ed il vigore del tronco con i quali si sviluppa possono provocare danni alle strutture e superfici poste nelle vicinanze della pianta.

Per questo motivo è meglio tenere lontano soprattutto i tronchi adulti da tegole e grondaie e le radici dalle superfici pavimentate.

Il glicine è piuttosto tollerante in fatto di sottosuolo. Si adatta a molte condizioni diverse, dai terreni poveri a quelli più ricchi, con l’eccezione però di quelli contenenti grandi quantità di calcio. Questo, infatti, influenza il pH del terreno rendendo insolubile e quindi poco disponibile il ferro (causando clorosi fogliare e debolezza generale). Ha ad ogni modo una spiccata preferenza per i suoli sabbiosi e leggermente acidi, possibilmente poveri.

I suoli estremamente ricchi, soprattutto in azoto, sono spesso la causa di una crescita vegetativa molto vigorosa, ma della mancanza o scarsità delle fioriture

Il freddo generalmente non è un problema visto che quasi tutte le specie sopportano agevolmente temperature anche al di sotto dei -15°C. Se viviamo in aree alpine consultiamo però lo schema proposto in basso.

La migliore esposizione è sempre il pieno sole, ma crescono piuttosto bene anche in leggera ombra. Se la luce non è sufficiente si corre però il rischio di non vederli mai fiorire.


Annaffiature e irrigazione glicine

GlicineDevono essere moderate, più frequenti nella fase di attecchimento della pianta.

La fioritura si verifica all'inizio dell'estate e ha una durata di circa un mese; i fiori sono più fitti nelle piante più giovani. L'eventuale mancanza di fioritura può essere dovuta ad un'eccessiva somministrazione di fertilizzante, una potatura scorretta ed infine alla mancanza di esposizione alla luce. La Wisteria, infatti, predilige posizioni soleggiate o di pieno sole e teme le gelate tardive, che possono danneggiare i germogli; ideali sono muri e strutture esposte ad est.

Durante l’estate e comunque in caso di siccità è bene dedicarsi con costanza all’irrigazione. Soprattutto se il suolo è sabbioso possono rendersi necessari abbondanti interventi a cadenza settimanale.

Le concimazioni sono estremamente importanti. Ricordiamoci che, come per tutte le fabaceae, non è assolutamente necessario somministrare azoto, in quanto queste piante sono in grado di fissarlo autonomamente nel terreno. Un nostro intervento in questo senso può rivelarsi dannoso in quanto stimoleremmo la produzione di foglie a discapito di quella dei fiori.

È invece consigliabile somministrare una buona quantità di solfato di potassio, concime per pomodori o altro fertilizzante con un alto tenore in K, specialmente all’inizio della primavera e nell’estate (per le varietà rifiorenti).

Se necessario possiamo anche somministrare del solfato di ferro, per acidificare il terreno, e, se dovessimo vedere tracce di clorosi fogliare, del ferro chelato sia tramite irrigazione sia per nebulizzazione fogliare.


Moltiplicazione

Avviene sia per talea che per innesto. Nel primo caso nel periodo che va dalla fine di luglio alla fine di agosto si prelevano dei rami dell'anno e si mettono a radicare in un miscuglio di torba e sabbia ad una temperatura non inferiore a 16 ° C, per un migliore attecchimento è meglio nebulizzare dell'acqua sulle foglie, più volte al giorno.

Nella moltiplicazione ad innesto, nel mese di marzo occorre prelevare delle marze dalla pianta, ed innestarle sulla radice della Wisteria sinensis, successivamente interrare e mantenere ad una temperatura di 16 -18 °C.

La pianta del glicine può essere propagata anche per propaggine o da seme.


Potatura di formazione

Potatura glicine Se abbiamo messo a dimora recentemente un esemplare possiamo decidere di impostarlo in diversi modi: a spalliera, a ventaglio,ad alberello o come arbusto da muro semi-formale.

Per avere fioriture abbondanti è sempre preferibile indirizzare il più possibile in orizzontale in maniera che ogni singola gemma sia stimolata dalla linfa in egual maniera e quindi si moltiplichino quelle attive.


Come impostare una spalliera

Dopo l’impianto si dovrà tagliare il getto più forte a circa 80 cm da terra e legarlo ad un sostegno. Tutti gli altri getti dovranno essere eliminati alla base

In seguito, durane la prima stagione vegetativa, si legherà in verticale il getto principale e si scelgono i due getti laterali più forti, legandoli a 45°. Questi andranno anche cimati, continuando inoltre a rimuovere i nuovi rami basali.

Durante il primo inverno si tornerà a tagliare il ramo principale a 80 cm dal suolo. I getti laterali dovranno essere posti a 90° rispetto al primo, legati e ridotti di 1/3 della loro lunghezza.

Si prosegue la primavera seguente piegando due rami prodotti al di sopra dei due già impostati, fino a quando tutta l’altezza disponibile non sarà occupata.


Potatura di mantenimento

Molti glicini riescono a fiorire anche se vengono totalmente trascurati. È però indubbio che con una buona potatura si possano ottenere risultati molto più soddisfacenti e soprattutto costanti, anno dopo anno.

Generalmente si interviene in tarda estate e poi in inverno (come già mostrato per l’impostazione iniziale).

In estate bisogna potare tutta la crescita ottenuta nella stagione in corso fino a 15-30 cm di lunghezza. Questo intervento dovrebbe stimolare la produzione di nuovi getti laterali e nuove gemme a fiore. Si distinguono da quelle a legno per la loro caratteristica forma rotonda.

In tardo inverno, invece, si dovrà intervenire accorciando nuovamente i rami laterali, lasciando al massimo due o tre gemme da dove si dipartono dal ramo principale.


Potatura glicine

Per la potatura del glicine, è di fondamentale importanza per determinare il numero di fiori che si avranno sulle nostre piante. Nel mese di luglio con una forbice ben affilata tagliare i rami dell'anno ad una lunghezza di 5 6 gemme, nel mese di gennaio, taglieremo gli stessi rami ad una altezza di 2 -3 gemme, questi ultimi porteranno la fioritura.


Parassiti e Malattie

glicinePur essendo molto resistente la wisteria è soggetta ad attacchi di afidi e di ragnetto rosso, raramente possono essere colpiti anche da tripidi che danneggiano le foglie. Questa pianta è anche soggetta a clorosi, la quale provoca uno sbiancamento delle foglie.


Wisteria floribunda

Proveniente dal Giappone, può raggiungere anche i 10 metri d'altezza, presenta foglie di colore verde chiaro imparipennate, formate da 13-15 foglioline. La fioritura molto profumata e di colore violetto azzurrato, a forma papilionacea, che possono raggiungere 25-30 cm di lunghezza. Le varietà di questa specie sono molteplici, quasi tutte fioriscono nel mese di maggio-giugno, e ve ne sono di molti colori dal bianco, al viola, al rosso.


Quando e come mettere a dimora un glicine?

glicine La messa a dimora si effettua in primavera o in autunno, lontano dalle gelate. È anche possibile procedere in estate, soprattutto se possiamo irrigare frequentemente.

Bisogna scavare una buca dal diametro doppio rispetto al pane di terra. Al fondo creeremo uno spesso strato drenante con sabbia e un po’ di ghiaia, ricoprendo poi di terra. Inseriamo la pianta leggermente inclinata verso il supporto e ricopriamo con un misto di terra da giardino. Annaffiamo abbondantemente e ripetiamo ogni due giorni per la prima settimana. Manteniamo poi per la prima annata sempre il terriccio umido.

Durante il primo inverno è bene pacciamare abbondantemente.

Nota: è importante scegliere con attenzione un supporto robusto e ben stabile perché il glicine è molto vigoroso.


Scelta della pianta

La scelta della specie e della varietà da inserire nel nostro spazio verde è estremamente importante.

Per esempio il glicine più comunemente coltivato, Wisteria Sinensis, è il più adatto per essere condotto sui muri o comunque per svilupparsi in orizzontale, quindi seguendo una struttura a spalliera. Bello in queste condizioni è anche il più raro wisteria brachybotrys.

Se vogliamo invece avere una bella cascata di fiori provenienti da un pergolato sarà invece bene orientarsi verso il wisteria floribunda.

Se il nostro spazio è invece piuttosto limitato la soluzione ideale è optare per il W. frutescens, poco vigoroso e caratterizzato da una crescita molto lenta. Queste sue peculiarità ci consentiranno di intervenire meno frequentemente per doverlo contenere.

Ad ogni modo qualunque sia la nostra scelta ricordiamoci che è estremamente importante optare sempre una pianta che sia stata innestata. Solo in questo modo avremo la garanzia di vederla fiorire in tempi relativamente brevi. Teniamo presente che già nelle migliori condizioni un glicine può necessitare anche di cinque anni prima di produrre i primi grappoli. Gli individui ottenuti da seme in moltissimi casi non daranno mai questa soddisfazione al coltivatore, nonostante tutte le nostre cure siano corrette.


Glicine - Wisteria floribunda: Una selezione delle varietà più interessanti

VarietàPeriodo di fiorituraCaratteristiche della fiorituraAltre caratteristiche della pianta
 Wisteria floribunda Da aprile a maggio Grappoli fiorali molto lunghi (da 20 a 40 cm), ma poco densi e solo lievemente profumati È la varietà più diffusa. Può raggiungere i 15 metri di altezza.

Non teme assolutamente il freddo

 Wisteria sinensis 

Da aprile a maggio

Può rifiorire in agosto-settembre

 Fiori profumati che formano dei grappoli lunghi tra i 15 e i 30 cm, molto profumati 

Se ben esposta ha una buona ricrescita e riesce a rifiorire abbastanza abbondantemente a metà estate.

È una specie molto vigorosa e dalla crescita rapida.

Può raggiungere in qualche anno i 20 metri di altezza complessiva

È piuttosto rustica, riuscendo a sopportare agevolmente fino a -15°C.

 Wisteria brachybotris, syn. Wisteria venusta 

Maggio

Può rifiorire in settembre

 

Estremamente profumata e grande attrattiva per api e farfalle

I grappoli sono piuttosto piccoli, fino a 15 cm di lunghezza.

 

È meno vigorosa e più sensibile al freddo.

Di solito riesce a sopportare fino a – 10°C.

L’altezza va da 10 a 15 metri

 Wisteria floribunda  maggio Fiori piccoli e profumati, raccolti in numerosissimi grappoli lunghi fino a 25 cm. 

La fioritura è molto prolungata e duratura.

Fiorisce molto presto, già dai 2 anni dalla messa a dimora.

L’altezza da adulta va dai 6 ai15 metri.

Può essere coltivata anche in contenitore

 Wisteria frutescens Dalla fine di maggio a inizio luglio Fiori profumati raccolti in grappoli molto compatti, lunghi fino a 20 cm L’altezza da adulta va dai 2 ai 4 metri, mentre la larghezza media è di 2,5 m.
 Wisteria macrostachya Maggio-luglio Fiori raccolti in grappoli lunghi fino a 30 cm, non profumati Fiorisce a partire da 2 anni dal momento della messa a dimora.

Raggiunge mediamente i 7 metri di altezza

 Wisteria brachybotrys maggio Grappoli pendenti, lunghi dai 10 ai 15 cm con fioritura pressoché contemporanea.

Molto profumati.

 Molto vigorosa, può raggiungere in pochi anni 6 metri di altezza e 5 di larghezza.

Molto adatta a pergolati e ad archi

Sono inoltre disponibili numerosissime cultivar che si differenziano essenzialmente per il colore delle infiorescenze. Attualmente in commercio si trovano glicini nel lilla, nel rosa, nell’azzurro e nel bianco. La scelta dipende in questo caso solo dal nostro gusto e eventualmente dagli accostamenti cromatici che vorremo creare.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.

 
Sole pieno
Annaffiature
Le annaffiature si praticano solo quando il terreno è ben asciutto da alcuni giorni, ogni 10 giorni può essere sufficiente; se il clima fosse particolarmente caldo è possibile intensificare leggermente le annaffiature.


Tenere asciutto
concimazione
In primavera le piante da fiore necessitano di un buon apporto di concime, in modo da sviluppare al meglio i nuovi germogli ed i fiori; si consiglia un concime specifico per piante da fiore, ricco in potassio; utilizzando un concime a lenta cessione è sufficiente una somministrazione ogni quattro mesi; con un concime da sciogliere in acqua invece sarà necessario fornire concimazioni ogni 15-20 giorni.


Esigenze della piante a aprile in un clima alpino.

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


23:28:10 -
pasqualina - commento su Glicine - Wisteria floribunda
il glicine che nn fiorisce nn è stato innestato,detto dal mio fioraio di fiducia!Sono come dire glicine maschi e nn fioriranno mai!!!Un pò come il pioppo maschio(che rilascia polline)e il pioppo femmina(che fa solo foglie!!!
4.35.23 -
alberto zazza - commento su Glicine - Wisteria floribunda
non si trovano commenti sulle qualità di nutrizione come insalate o lessate grazie
22.32.55 -
- commento su Glicine - Wisteria floribunda
Muito boa informac£ao, tentarei plantar no Brasil.....
19:02:17 -
corbetta gianni - commento su Glicine - Wisteria floribunda
il glicine messo ad arrampicare alle pareti di casa quali problemi può creare?
16:43:02 -
ORAZIO - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Sono di CATANIA, e circa 3 mesi fa ho piantato una piante di WISTERIA a mezzo ombra,ma il sole gli arriva diretto per 5 o 6 ore al giorno tranquillamente! comunque la pianta non si si sta sviluppando, ha fatto solo 5 foglie, è cresciuta 30 cm da quando lo comprata, ma io credo che sta trovando problemi nella crescita,come mai?ci vuole fertilizzante?oppure stallatico? oppure devo dare + frequentemente l£acqua?oppure mi hanno detto ke la devo tagliare i rami superiori, in modo che si rafforzano le radice!!!
10.11.08 -
beatrice - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Buongiorno, la mia glicine deriva da un seme che ho preso da un£altra pianta che faceva moltissimi fiori. Purtroppo la mia piantina invece non ne ha mai fatto uno, anche se ormai ha quasi otto anni... l£abbiamo sempre potata in inverno, ma niente!!! cosa mi suggerite? c£è un modo per aiutarla a fiorire?
15.32.57 -
giuseppe - commento su Glicine - Wisteria floribunda
per matilde:in genere quando non si presenta una fioritura è perchè la pianta usa le energie per altro,nel tuo caso per radicare,date le dimensioni del vaso che hai detto. Estraila dal vaso e guada le radici quanto sono estese,e ti regoli di conseguenza.
20:24:40 -
antonio - commento su Glicine - Wisteria floribunda
abito in una villetta sita nella città di Latina.Nel 1979 ho impiantato un glicine in giardino con l£intenzione di portarlo a coprire il terrazzo del secondo piano sia per ragioni estetiche sia per climatizzare l£abitazione. il progetto ha avuto una stupenda soluzione.. sennonchè, senza una comprensibile ragione all£inizio di questa primavera, dopo uno stentoreo tentativo di rivegetazione la pianta è morta (?). Ho interrogato la persona che per tutti questi anni ha curato il giardino ma non ha trovato particolari cause a questo penosa perdita. Posso conoscere le cause che concorrono alla morte di una pianta tanto brella quanto robusta? Grazie antonio
10:41:12 -
giuliana - commento su Glicine - Wisteria floribunda
salve a tutti anche io ho un glicine da 2 anni e ancora non ho visto un fiore. e non so quale sia il motivo. io vivo al mare nelle marche il clima d£inverno è mite e molto umido . la pianta ce l£ho sul terrazzo sempre esposto al sole d£estate e un pò anche in inverno. il mio glicine continua a crescere ma solo con rami e foglie. volevo sapere come mai non ha ancora fiorito. questa che verrà sara la terza estate che l£ho acquistato e non so più che fare visto che ho scelto questa pianta per i suoi bellisssimi fiori che però ancora non vedo.... aiutatemiiii per favore. grazie mille a tutti!
11:00:45 -
annamaria - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho una pianta di gliicine sul terrazzo a parte che non mi ha mai fatto i fiori la tengo perchè mi fa ombra .Quest anno le sono venute le foglie piccole e ricciute ho dato un antiparassitario ma sono ancora cosi la pianta viene sempre concimata.Grazie
15:13:56 -
stefania - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho un glicine da quattro o cinque anni, ma non riesco a vederlo fiorito. Solo rami e foglie. Abito ad Impruneta prov. di Firenze 200 mt slm. Terreno sabbioso, molto umido. Cosa devo fare? Grazie
00:15:23 -
carola - commento su Glicine - Wisteria floribunda
salve ,io o comprato un glicine di tre anni per farlo diventare un albero era tutto bello fiorito pero adesso lui non crece, le foglie sonno diventate gialle alchune un po bianche, seche, sembrano bruciate, comunque non so cosa fare povero alverello ni anche una foglia nuova mi fa cosa devo fare grazie.
17:00:40 -
molly - commento su Glicine - Wisteria floribunda
anch£io avevo un glicine .... dopo tanti anni aveva cominciato a fiorire e l£estate passata mi e£ morto. non so se per mancanza d£acqua visto che non c£ero quando e£ venuta la bolla di caldo o perche£ l£ho concimato conletame di maiale
10.09.03 -
rosa - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Sarei grata se poteste dirmi come mai il mio clicine non da fiori. Sono al mio secondo tentativo. La prima pianto è durata 4 anni e non ha mai dato fiori. La seconda ha due anni e siamo ancora da capo. In questo secondo tentativo abbiamo cambiato il vaso mettendolo più grande. E£ esposta a nord su un balcone con un appoggio a rombi di legno per arrampicarsi. Foglie sempre tante a fiori mai. Grazie e cordiali saluti Rano ROsa
17.32.04 -
oriella - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho ben due glicini, uno di cinque anni e uno di due ma nessuno dei due mi ha fatto fiori..... cosa devo fare? Li abbiamo sempre potati anche perchè sviluppano molto in foglie e rami.
11.53.51 -
mary - commento su Glicine - Wisteria floribunda
il mio glicine continua a non fare fiori (tre anni da quando l£ho piantato!), come faccio a regolarmi sulla potatura?Per i fiori può aver inciso il fatto che in origine era un pissolo ramoscello di un£altra pianta di cui non so nemmeno se producesse fiori?Soluzioni?
14.24.00 -
vincenzo - commento su Glicine - Wisteria floribunda
avrei intenzione di far arrampicare un glicine su una enorme quercia che ho in giardino, non vorrei però che le due piante siano incompatibili e che il glicine possa far morire la quercia. voi che ne dite?
19:23:24 -
valeria - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho cercato informazioni da un amico ke mi ha detto di potare tutta la parte nuova...ma anche le foglie???? i rami mi stanno ormai andando sul tetto e le foglie mi ostruiscono la grondaie...qualkuno sa cortesemente spiegarmi passo per passo kome si fa a potare??? grazie mille
20.42.41 -
SOFIA - commento su Glicine - Wisteria floribunda
COME DEVE ESSERE LA STRUTTURA SU CUI SI PUO£ FAR ARRAMPICARE IL GLICINE SU UNA PARETRE DI CASA ? SO CHE LA PIANTA PIANTATA VICINO A UN MURO PUò CREARE PROBLEMI .. QUINDI CHE DEVO FARE: LASCIARLA IN VASO? MA CRESCERà BENE .. OPPURE DISTANZIO LA PIANTA DAL MURO?
20.39.38 -
SOFIA - commento su Glicine - Wisteria floribunda
IL GLICINE MESSO AD ARRAMPICARE ALLA PARETE DI CASA PUò CREARE PROBLEMI ALL£INTONACO?
13:39:08 -
Giuseppe - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Per me il glicine è una "bestemmia"..dopo anni di non fioritura, circa dieci.. dove ho provato di tutto: più esposizione, meno esposizione, concimazioni per fioritura, taglio radici, potature..alla fine gli ultimi anni ho deciso di lasciar fare alla natura abbandonandolo. IDEM NON FIORISCE! L£anno scorso ho comprato una nuova pianta di wisteria BELLISSIMA, FIORITA! ebbene quest£anno mentre tutti i wisteria del mio vicinato stanno mettendo fiori da tutte le parti, la mia mette foglie: DI NUOVO, ANCHE QUESTA!... NOOO X ME il glicine è una bestemmia! Tempo settembre e la sostituisco con un gelsomino, alla faccia dei giapponesi!
19.55.05 -
matilde - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho un glicine da più di 10 anni non ha mai fatto un fiore. Lo scorso annoGli ho cambiato tutto il terriccio del grande vso sarà almeno da 300 lt, l£ho potato, concimato ed ancora nulla. Prima era esposto al sole ora è un po£ più riparato. Stesso risultato. Rami, foglie e basta. Vivo a Modica(RG) in collina. D£estate caldo ventilato. D£inverno tiepido e freddo,Sono in campagna. Che devo fare?? Grazie
21.23.50 -
dieo - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ottima descrizzione
10.48.45 -
giuseppe - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho letto da qualche parte che il glicine non da fiori fino ai primi 10 anni di vita............
12.08.29 -
michy - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Ho acquistato un glicine due anni fa e l£ho messo lungo una rete tra piante di gelsomino.Purtroppo la pianta si è sviluppata tantissimo in rami e foglie ma non mi ha mai fatto neppure un fiore. Adesso sta creando problemi alla recinzione perche vi si è agganciata da deformarla e mio marito siccome non fa fiori vuole spostarla.Io temo che cosi£ possa soffrire e morire. Che devo fare??????
12.00.09 -
LUISA - commento su Glicine - Wisteria floribunda
ho dei vecchi semi di glicine. non so se posso ancora interrarli e non so quando interrarli per far crescere la pianta in un terreno a 800 mt , con un inverno rigido (anche neve) hanno qualche possibilità di sopravvivere?
20.00.15 -
patricia - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Ho piantato in vaso(protetto da canneto e torba in quando esposto ad ovest) un glicine che sta crescendo bene ma, è la seconda estate oramai che puntualmente di questi giorni e nonostante le terapie preventive e di mantenimento, si ammala del mal di ruggine. Vero è che nella nostra Lomellina il tasso di umidità è elevatissimo...abbiamo per lo stesso motivo peduto un apple-blossom un pochino + riparato. In cosa sbagliamo??? grazie per suggerimenti e buona estate a tutti
17:29:16 -
roberto - commento su Glicine - Wisteria floribunda
Buongiorno ho un glicine che fa la prima fioritura molto importante e senza foglie e poi continua a fiorire moderatamente sino all'autunno. Purtroppo, alla prima fioritura molti petali cadono a terra prima di aprirsi, con il picciolo verde come trinciato di netto. Non si vede nessun parassita e la pianta sembra sana con un fogliame bello. La pianta è a Pavia e ha uno sviluppo di una decina di metri ed esposta a sud est, con il sole dall'alba fino alle 15:00. Grato di vostre indicazioni.
18.44.16 -
- commento su Glicine - Wisteria floribunda
è possibile sapere se i fiori del glicine variano di tonalità in base, oltre alla specie, anche al terreno o a qualche altro fattore... vorrei fare diventare la tonalità del mio più scura e mi chiedevo come fare?
10.43.36 -
carla - commento su Glicine - Wisteria floribunda
io ho comprato una pianta a 14 euro alla coop.
21.15.53 -
carolina - commento su Glicine - Wisteria floribunda
tante informazioni in poco spazio.ottimo.come faccio a scoprire i prezzi,anche solo da un minimo ad un max? grazie
19.34.10 -
- commento su Glicine - Wisteria floribunda
18.39.54 -
fede - commento su Glicine - Wisteria floribunda
io ho una pianta di glicine e dal secondo anno che è in vita (ora ne ha circa 6) mi ha sempre fatto i fiori.