Bergenia

Generalità

La bergenia è una piccola pianta sempreverde originaria dell'Asia centrale e meridionale, spesso utilizzata coma tappezzante. E' caratterizzata da folti ciuffi di grandi foglie curiose, tondeggianti o cuoriformi, con bordi ondulai o dentellati, di colore verde scuro, che diventano rossastre in autunno. Dal centro dei ciuffi alla fine dell'inverno si sviluppano steli che si stagliano al di sopra del fogliame, su cui sbocciano mazzetti di piccoli fiori campanulati, di colore vario dal bianco al porpora, che solitamente tendono a scurire; la fioritura può durare parecchie settimane, soprattutto se le spighe sfiorite vengono tagliate. I fiori presentano differenti tonalità che variano dal bianco al rosa attraversando varie sfumature. Questa specie è particolarmente adatta per realizzare bordure oppure come pianta tappezzante.
Bergenia


Esposizione

Bergenia Le bergenie sono specie perenni che crescono bene in qualsiasi posizione dal pieno sole all'ombra completa; la maggior parte delle varietà di bergenia non teme il freddo, si consiglia di evitare B. ciliata nei luoghi ad inverno molto freddo. Se decidete di collocare le vostre bergenie in pieno sole si consiglia di ombreggiarle nei periodi più caldi dell'anno, per evitare che le foglie vengano bruciate dal calore intenso. Basta posizionarle in una zone riparata del giardino o del terrazzo per garantire loro le migliori condizioni di sviluppo.


  • Bergenia  Piccola perenne sempreverde, la bergenia è una pianta originaria dell'Asia, diffusa in coltivazione in giardino da secoli, tipica dei vecchi giardini, sta avendo ultimamente un rinnovato successo; al ...
  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...


Annaffiature

bergenia Per quanto riguarda le annaffiature, la bergenia necessita di abbondanti quantità d'acqua; un'accorgimento da tenere in considerazione è cercare di evitare che il terreno asciughi troppo, quindi fornire acqua spesso, anche ogni settimana, nel periodo che va da marzo a ottobre; in inverno si possono sospendere le annaffiature, controllando comunque il terreno nei periodi più miti. Nel periodo vegetativo p bene aggiungere ogni 15-20 giorni del concime per piante da fiore all'acqua delle annaffiature, oppure si può porre sul terreno intorno alle foglie del concime a lenta cessione.


Terreno

terreno bergenia Le bergenie sono piante molto rustiche, che si sviluppano bene in qualsiasi terreno, purché sia ben drenato. Nonostante cio, se dobbiamo scegliere un terriccio ideale per le nostre piante, questo presenterà sicuramente un ph alcalino. E' possibile utilizzare un terriccio generico aggiungendo allo stesso parti uguali di torba e sabbia.


Moltiplicazione

Se desiderate riprodurre le piante di bergenia, in primavera è possibile dividere i cespi della pianta, avendo cura di mantenere in ogni porzione praticata alcune radici vigorose; le nuove piante si possono subito porre a dimora. Nello stesso periodo è possibile anche seminare le bergenie, in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, volendo si può provare a seminarle direttamente a dimora.


Bergenia: Parassiti e malattie

Difficilmente le bergenie vengono colpite da parassiti o malattie. Può capitare che la pianta venga colpita però dal punteruolo rosso, un coleottero curculionide proveniente dell'Asia nonchè insetto micidiale per molte specie di piante. Per combattere il punteruolo possiamo ricorrere a due metodi: l'utilizzo di prodotti naturali attraverso la lotta biologica oppure i classici pesticidi, in questo caso più efficaci.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO