Baobab - Adansonia digitata

Albero baobab

Al genere adansonia appartengono alcune specie di alberi succulenti, fra le quali alcune delle succulenti più grandi del mondo. Gran parte delle specie, fra le quali anche l'albero di baobab, sono originarie dell'Africa meridionale, mentre soltanto Adansonia gibbosa proviene dall'Australia. In natura si sviluppano come alberi di grandi dimensioni, alti 20-25 metri, con fusto ampio ed allargato, che può raggiungere i 25-30 metri di larghezza. Hanno grandi foglie di colore verde scuro palmate, composte da 5-7 piccole foglie ovali, allungate; i baobab sono alberi a foglie caduche, le perdono durante i mesi invernali. In primavera producono grandi fiori bianchi, penduli, con petali carnosi, seguiti da grandi frutti ovali. I baobab hanno sviluppo molto lento, e gli esemplari coltivati in vaso si mantengono in genere al di sotto dei 150-200 cm di altezza; in effetti perdono gran parte del loro fascino, poichè difficilmente è possibile apprezzare le particolari dimensioni del largo fusto, caratteristica distintiva di questi alberi. Dal tronco si diparte un ampia chioma, ben ramificata; fusto e rami sono ricoperti da una spessa corteccia di colore bruno-grigiastro, liscia.
Baobab

Baobab Mini, colore bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,6€


Esposizione

Baobab fiori Gli alberi baobab si coltivano in luogo soleggiato e possono sopportare anche temperature di poco al di sotto dello zero, ma per periodi molto brevi, e soltanto se in luogo completamente asciutto. Durante i mesi invernali si pongono al riparo in serra fredda, o in serra temperata.

Essendo piante originarie di climi caldi non si può pensare che alle nostre latitudini queste specie diano dei grandi risultati ma con alcuni accorgimenti anche i baobab possono essere coltivati con successo, in parte all'interno delle abitazioni o in serra e in parte all'esterno.

    Adansonia fony (Baobab) seeds

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€


    Annaffiature

    Per quel che riguarda le annaffiature,queste piante, come molte altre succulente, necessitano di essere annaffiate soltanto durante il periodo vegetativo, da marzo a ottobre, attendendo sempre che il terreno sia perfettamente asciutto tra un'annaffiatura e l'altra. Durante i mesi freddi si evita di annaffiare, lasciando il terreno completamente asciutto, soprattutto se la pianta è posta in luogo non riscaldato.

    Per quel che riguarda i mesi caldi, questa pianta non richiede comunque particolari attenzioni per quel che riguarda l'irrigazione essendo originaria di climi estremamente aridi con piogge limitate ad intensi eventi occasionali.


    Terreno

    Coltivare l'albero baobab in terriccio sciolto e molto ben drenato, non tropo ricco di materia organica; si può preparare un terreno ideale mescolando due parti di lapillo, una parte di sabbia ed una parte di terriccio bilanciato. A fine inverno rinvasare gli alberi, ogni anno.


    Moltiplicazione

    La moltiplicazione del baobab avviene per seme, in primavera; i semi di baobab in genere germinano dopo essere rimasti sul terreno per mesi, o talvolta anche dopo che i frutti sono stati digeriti dagli animali, è quindi necessario favorire la germinazione ponendo i semi in acqua calda per almeno 24 ore prima della semina. Si pu favorire la germinazione anche utilizzando una lima, con la quale assottigliare leggermente la cuticola rigida che ricopre i semi. I baobab si propagano anche per talea.


    Baobab: Parassiti e malattie del baobab

    I parassiti e le malattie che più frequentemente attaccano le piante di baobab sono la cocciniglia ed il marciume radicale. Entrambe le patologie sono dovute più alla coltivazione ed al tipo di clima al quale queste piante sono costrette che alla pianta di per se.

    Per intenderci il baobab viene coltivato in un ambiente con clima molto differente rispetto a quello che si trova nel suo areale naturale. Il marciume radicale è una conseguenza dovuta ad un eccesso di acqua nel terreno, a sua volta dovuto ad una quantità di irrigazioni di gran lunga superiore rispetto al'assorbimento della pianta e all'evaporazione dell'acqua dal terreno per via dell'irraggiamento solare.

    Lo stesso discorso vale anche per la cocciniglia, un parassita tipico degli ambienti umidi e riscaldati come le serre, nelle quali la cocciniglia si sviluppa e colonizza la stragrande maggioranza delle piante, attaccando anche le piante di baobab e proliferando su di esse come sulle altre specie coltivate indoor.


    • albero bottiglia Il Brachychiton è un genere che comprende 20-30 specie di arbusti o alberi originari dell'Australia, che in condizioni o
      visita : albero bottiglia



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO