Giglio

Giglio: Generalità

giglio

Il giglio è originario della penisola Balcanica e dell'Asia Minore, da dove fu importato nel resto dell'Europa. La tradizione vuole che il giglio, in origine, fosse un fiore bianco e candido, proprio per questo per i cristiani il giglio è simbolo della purezza. Da sottolineare a tale proposito è

il fatto che San Giuseppe viene spesso rappresentato con un bastone dal quale germogliano

gigli bianchi. Un giglio stilizzato è ancor oggi considerato lo stemma

della città di Firenze, anche se, probabilmente, il fiore che si voleva rappresentare era l'iris, in quanto le colline che circondavano la città erano piene di questi fiori. La mitologia narra che il giglio nacque da una goccia di latte caduta dal seno di Giunone mentre allattava il piccolo Ercole.

Il significato del giglio è, dunque, quello della purezza e della castità.

giglio

Il Giglio Di Cristallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,04€


Guarda il Video
  • giglio fiore Nome: Lilium Nome Comune: Giglio Famiglia: Liliaceae Tipo bulbo: bulbo non tunicato Dimensione bulbo: da 10/12 cm
    visita : giglio fiore



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO