Loto

Loto: Generalità

loto

Presso gli Orientali il loto è espressione della perfezione

e della purezza del sole, del cielo, della creazione, del passato, del presente e del futuro, ovvero, in una parola sola della vita stessa e di tutte le virtù ad essa,

direttamente o indirettamente, riferibili. Per questo è considerato un fiore sacro, il fiore degli Dei. I Buddisti indiani rappresentano il seggio di Budda come forma allargata del fiore di loto. Nella Grecia antica era il simbolo

della bellezza e dell'eloquenza. In Italia cresce in zone temperate; a Mantova, sul lago Superiore, cresce grazie ad una giovane laureata in

Scienze Naturali, che, circa 60 anni fa, decise di piantarne lì alcuni esemplari.

Oggigiorno, il dono del fiore di loto è un gesto per dichiarare grande ammirazione.

loto

La saggezza del sutra del loto: 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,05€
(Risparmi 1,95€)





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Si consiglia di annaffiarela pianta con regolarità, ma non troppo spesso, mantenendo il terreno umido; in questo periodo dell'anno può essere sufficiente annaffiare ogni 12-15 giorni.


Tenere bagnato
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO