Parco Sigurtà

Generalità

Adagiato nelle dolci ed armoniche colline moreniche, il parco giardino Sigurtà offre una giornata di grande interesse, una passeggiata all’interno di una boutique floreale. Definire il parco Sigurtà un semplice giardino è veramente riduttivo. Il grande giardino (un complesso ecologico di oltre 50 ettari, situato a Valeggio sul Mincio nell’area geografica del lago di Garda), con la sua flora lussureggiante e radiosa, sa accogliere il visitatore e lo sa trasportare con la sua miscela di profumi e aromi in un inimmaginabile Eden.
Parco


Storia del Parco

vialetto Il Parco giardino è aperto al pubblico da soli ventotto anni, ma la sua storia affonda le radici nei secoli passati; già nel 1617 su questi terreni era presente un "brolo cinto de muro", ovvero un "orto" con recinzione, vicino alla Villa Maffei, progettata da un allievo del Palladio. Nell'ottocento fu dimora di Napoleone III. Ma fu solo nel novecento che si arricchì di essenze e di incantevoli fioriture.

Grazie alle amorevoli cure, alla costante dedizione e volontà del suo fondatore, il Conte Dottor Carlo Sigurtà, le generazioni attuali possono godere di un’oasi lussureggiante, composta da splendidi tappeti erbosi e da una ricca flora mediterranea che cresce rigogliosa grazie al clima mite del Garda. Gli eredi del Conte Sigurtà hanno reso questo giardino uno dei cinque più belli al mondo.

  • La zamioculcas è una pianta tropicale molto apprezzata per la sua facilità di coltivazione e per la sua resistenza a parassiti e malattie. La pianta si mostra resistente anche in condizioni difficili,...
  • ficus Il fico rampicante, conosciuto anche come ficus pumila, è un piccolo arbusto rampicante, sempreverde, originario dell'Asia centromeridionale. Ha portamento rampicante o prostrato, e tende ad attaccars...
  • foglie ficus Il ficus triangularis è un albero di media grandezza originario delle foreste pluviali dell'Asia; gli esemplari coltivati in vaso si mantengono di dimensioni molto più contenute rispetto a quelli libe...
  • piante grasse Questo genere comprenda un'unica specie, originaria dei deserti dell'america settentrionale e centrale. E' un cactus a crescita lentissima, e molto longevo, che può raggiungere anche i 18-20 metri di ...


Fiori e piante

golf car Uno degli elementi distintivi del giardino Sigurtà sono sicuramente gli innumerevoli bossi, "scolpiti dal tempo e dalla mano dell'uomo" offrono uno spettacolo insolito ed indimenticabile.

Ortensie, tulipani, il giardino delle piante officinali, i diciotto giardini acquatici con ninfee, giacinti d’acqua e pesci tropicali, la grande quercia, lasciano un grande e piacevole ricordo. Il Parco Giardino Sigurtà rappresenta una oasi stupenda dove tranquillità e natura ci trasportano in percorsi veramente suggestivi.

In ogni stagione dell'anno vale la pena visitare il parco seguendo le epoche delle cinque grandi fioriture: Tulipani (all'inizio della primavera), Iris (all'inizio della primavera), Rose (nel mese di maggio), Ninfee (estate), Astri (inizio autunno).


Parco Sigurtà: Info utili

il labirinto del parco Il giardino Sigurtà è aperto dal mese di Marzo sino a Novembre e consente l’ingresso, tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, con permanenza all'interno del Parco fino alle 19:00; gli ampi parcheggi e i comodi bus navetta permettono di raggiungere agevolmente il giardino con qualsivoglia mezzo. Il percorso, complessivamente di sette chilometri, è a senso unico, permettendo uno scorrimento senza intasamenti della circolazione; è possibile visitare il parco a piedi o in bicicletta, per i più "pigri" è possibile percorrere il sentiero, dall'evocativo nome "Sentiero degli Incanti" con delle golf cart, oppure con il divertente trenino.

Il Giardino si trova a Valeggio sul Mincio (Vr) uscita autostrada A4 Peschiera del Garda indi proseguire per Valeggio sul Mincio (circa 10 minuti d'auto).

Le fotografie ed il materiale utilizzato per questo articolo sono stati gentilmente concessi dalla Direzione del Parco Giardino Sigurtà; per prenotazioni o ulteriori informazioni è possibile consultare direttamente il sito del Parco www.sigurta.it



COMMENTI SULL' ARTICOLO