Idrocoltura

Idrocoltura:

Idrocoltura

L'idrocoltura è un metodo di coltivazione che comporta la coltivazione di una pianta senza l'utilizzo di terriccio. Per praticare questo tipo di coltivazione è necessario avere un contenitore in plastica pulito e disinfettato, meglio se del tipo a doppio fondo con galleggiante, apposito per l'idrocoltura.

Come substrato di coltivazione invece del terriccio si utilizzano materiali inerti, quali argilla espansa o perlite, ovvero materiali che possano trattenere l'umidità trasportandola per capillarità. Si procede scegliendo una pianta, che va estratta dal substrato in cui viene coltivata, con l'aiuto prima delle mani e poi di un delicato getto d'acqua si liberino completamente le radici della pianta da qualsiasi residuo di terriccio; questa fase è molto importante perché in seguito piccoli residui di terreno in idrocoltura potrebbero portare al successivo sviluppo di muffe o marciumi. Quindi si riempie il vaso da idrocoltura con l'argilla espansa, fino circa a metà; nel materiale si dispongono le radici della pianta, ben allargate; infine si riempie il contenitore fino a circa un paio di centimetri dal bordo. Ora si procede annaffiando il substrato, riempiendo di acqua il contenitore per un paio di centimetri; nei giorni successivi l'acqua, per capillarità, raggiungerà le radici. Poiché il substrato è inerte, non contiene i sali minerali necessari allo sviluppo della pianta; è quindi fondamentale aggiungere ad ogni annaffiatura del concime all'acqua: si utilizza concime specifico per idrocoltura, o anche un normale concime universale, ma in quantità di circa un decimo rispetto a quella suggerita sulla confezione.

Wannabes [Edizione: Germania]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,52€


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO