Patata americana - Ipomoea batatas

La Patata americana

Viene comunemente chiamata patata americana, anche se i grossi tuberi somigliano alle patate soltanto per la forma; in effetti le patate americane, il cui nome botanico è ipomoea batatas, sono le grosse radici di una convolvulacea, molto coltivata anche per i fiori ed il fogliame. Come dichiara il nome comune, si tratta di un arbusto rampicante originario dell'America centrale, venne portato in Europa dai conquistadores, e da allora si è diffuso praticamente in tutto il globo, prevalentemente viene coltivata per l'alimentazione, soprattutto in Asia ed in America
Patata americana


Coltivare l'ipomea

Patata americana Si tratta di un arbusto di medie dimensioni, perenne, dal fogliame molto decorativo, semi sempreverde; la gran parte delle specie teme il gelo, quindi se vogliamo coltivarla di anno in anno dovremo tenerla in appartamento, oppure porla in serra durante l'inverno. Si coltiva in un buon terreno ricco e sciolto, e si annaffia con regolarità, da marzo a ottobre, meno durante i mesi freddi. In primavera produce bellissimo fiori ad imbuto, di colore rosato o violaceo. Negli anni passati in Italia si usava coltivare le patate americane come piante da appartamento, ponendo un intero tubero con la metà inferiore immersa in acqua, e lasciando ricadenti i rami che ne germogliavano; questo tipo di coltivazione portava immancabilmente il tubero alla marcescenza, a causa della grande quantità d'acqua che attorniava le radici. E' decisamente più consigliabile coltivare i tuberi, o i germogli, direttamente in terra, dove potranno vegetare per anni. Queste piante si propagano con grande facilità, quindi possiamo ogni anno asportare alcuni rametti e farne delle talee a rapido sviluppo. Se lasciate all'aperto, con clima freddo, la maggior parte delle varietà di ipomea batatas tende a perdere il fogliame ed a morire.

  • Patata americana le patate americane sono originarie dell’America centro meridionale, dove vengono coltivate per i loro tuberi commestibili, ricchi di amido, leggermente dolciastri; queste erbacee perenni rampicanti s...


Le patate americane nell'orto

Patata americana Alcune varietà di ipomoea hanno trovato da secoli posto negli orti della nostra penisola; si coltivano con grande facilità, interrando germogli, tuberi o porzioni di tubero; si pongono a dimora in luogo soleggiato, in un terreno molto sciolto e soffice, in modo che si possano sviluppare senza trovare eccessiva resistenza nel terreno. L'impianto si effettua in marzo-aprile, o comunque quando le temperature minime sono superiori ai 10-12°C; si annaffia con moderazione fino a che la pianta non comincia a svilupparsi in maniera rigogliosa, quindi si intensificano le annaffiature. Quando verso la fine dell'estate il fogliame tende ad ingiallire il raccolto è pronto, si estraggono i grossi tuberi dal terreno e si conservano come le comuni patate per. LE patate americane si cucinano proprio come le patate "normali", cotte al vapore, bollite, al forno; hanno consistenza fibrosa, un sapore dolciastro e un vivace colore rosso o arancione.


Patata americana - Ipomoea batatas: Malattie e parassiti

patata americana Le piante di ipomoea non sono particolarmente soggette allo sviluppo di parassiti e malattie. Tuttavia, possono subito l'attacco di afidi ed acari. Questi ultimi, si sviluppano quando il clima è piuttosto secco e vengono identificati anche con il termine di ragnetti rossi. In questo caso vedremo le foglie della nostra patata americana accartocciarsi e ingiallire. Per risolvere il problema, è necessario aumentare l'umidità intorno alla pianta.


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Le annaffiature saranno regolari, ogni qual volta il terreno si presenta asciutto; in questo periodo dell'anno ogni 3-4 giorni può essere sufficiente, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO