Fiore di porcellana - Hoya carnosa

Generalità

Pianta succulenta da appartamento, originaria dell'Asia e dell'Australia, che fa parte di una famiglia che conta oltre 70-80 varietà. Ha foglie e fusti carnosi, che secernono una sostanza appiccicosa se tagliati; le foglie sono ovali, appuntite, di un bel verde chiaro, appaiono opache poichè rivestite di una cuticola cerosa. In primavera e in estate produce grandi e vistose infiorescenze, costituite da piccoli fiorellini a stella, anch'essi cerosi, bianco-rosati, con centro rosso, molto profumati soprattutto nelle ore serali. Per queste sue caratteristiche è anche conosciuta come fiore di porcellana.
hoya fiori


Esposizione

hoya - Fiore di porcellana Preferisce le posizioni soleggiate, l'importante è che siano molto luminose; in estate è comunque opportuno ombreggiare i fiori per evitare che si rovinino; gli esemplari di fiore di porcellana temono il freddo, e in inverno vanno ricoverati in casa, in qualsiasi posto della casa abbastanza luminoso, non temono il caldo secco del riscaldamento domestico.

  • Fiore di cera Al genere hoya appartengono centinaia di specie e cultivar, tutte originarie dell'Asia meridionale, dell'Australia e della Polinesia; la specie Hoya carnosa è quella più facilmente riscontrabile nei v...


Annaffiature

Fiore di porcellana Da marzo a ottobre fornire acqua in piccole quantità ma molto spesso, avendo cura di non lasciare asciugare troppo il terreno tra un'annaffiatura e l'altra; con l'arrivo dei primi freddi diminuire le annaffiature per permettere alla pianta di fiore di porcellana di cominciare il riposo invernale, durante l'inverno annaffiare ogni 10-15 giorni. Aggiungere all'acqua delle annaffiature del fertilizzante ogni 10-15 giorni nel periodo primaverile ed estivo.


Terreno

fiori hoya Non ha esigenze particolari, anche se predilige i terreni sabbiosi e ben drenati; volendo si può preparare un substrato ideale mescolando terriccio universale bilanciato, sabbia e terriccio acido in parti uguali. Non necessita di rinvasi frequenti, preferendo i contenitori piccoli e con poca terra.


Moltiplicazione

La moltiplicazione avviene per seme, utilizzando in autunno i semi freschi, per ottenerli è opportuno ricoprire i frutti con della garza, poichè a maturazione tendono ad "esplodere", scagliando i semi nell'aria. E' anche possibile praticare talee di fusto e di foglia.


Parassiti e malattie

hoya carnosa Se l'acqua delle annaffiature intride il terreno è possibile che la pianta venga colpita da marciume radicale. A volte viene infestata da cocciniglia.

Varietà: H. erytrosthemma ha fiori bianchi con bordi rossi, H. purpurea presenta fiori rosso porpora.


Fiore di porcellana - Hoya carnosa: Hoya bella

Oltra alla Hoya carnosa, la seconda specie di Hoya più coltivata ed apprezzata è la Hoya bella, una pianta caratterizzata da un portamento ricadente e dalle dimensioni più piccole e contenute rispetto alla Hoya carnosa. Le foglie sono infatti più corte, circa 2,5 cm, e dal colore opaco mentre i fusti sono sottili.

La Hoya bella è sempre originaria dell'India e ha il fiore molto simile al fiore della carnosa.

Per quanto riguarda la sua coltivazione, è una pianta che ha bisogno di temperature elevate e che in inverno va tenuta in appartamento perchè è una pianta che soffre le temperature inferiori ai 10°C.

Scegliete una posizione ben illuminata per la Hoya bella ma fate attenzione in estate, quando la portate all'esterno, a non metterla sotto la luce diretta. Spesso anche per la Hoya bella vengono utilizzati dei supporti di metallo a semicerchio sui quali vengono fissati i rami della pianta per dare una caratteristica forma ad arco.

Per quel che riguarda l'acqua, date da bere una volta ogni tanto alla Hoya e in abbondanza, ma tra un'annaffiatura e l'altra dovrete attendere che il terreno della pianta si sia asciugato perchè si tratta di una specie che soffre molto i ristagni idrici.


  • hoya Al genere hoya appartengono centinaia di specie e cultivar, tutte originarie dell'Asia meridionale, dell'Australia e del
    visita : hoya



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO