Bombaco - Pachira insignis

Generalità

Il bombaco è una pianta sempreverde originaria delle foreste pluviali del centro America e del Brasile, che in natura può raggiungere i 18 metri di altezza, anche detta noce del Malabar o della guyana. Presenta grandi foglie di colore verde chiaro, lucide, palmate, e fiori molto profumati, grandi fino a 15 cm di diametro, di color bianco crema, con i petali arricciati verso la base del fiore, a mostrare gli stami. A fine estate ai fiori succedono i frutti, delle capsule legnose che a maturazione si rompono in cinque segmenti longitudinali, lasciando fuoriuscire i semi, delle noci commestibili. In natura la pianta sviluppa spesso tronchi multipli, questa caratteristica rende la pachira molto decorativa, infatti spesso si trovano in commercio esemplari a tronchi multipli intrecciati ideali per trasformare il giardino di casa in uno spazio esclusivo e bello da vivere.
Bombaco pianta


Esposizione

bombaco La pachira insignis gradisce posizioni molto luminose, ma non i raggi diretti del sole, che potrebbero scottare le foglie; in estate è opportuno porla all'esterno, possibilmente a mezz'ombra, ai primi freddi ricoverarla in casa, altrimenti potrebbe perdere le foglie. Se tenuta in luogo troppo ombreggiato la pachira insignis sviluppa un fogliame di dimensioni ridotte.

  • Pachira  Il genere pachira conta alcune specie di piante sempreverdi, diffuse nell'America centrale e meridionale; in natura si tratta di grandi alberi, alti fino a 15-20 metri, dalla chioma ampia e fitta; nei...
  • Conoscere il significato ed il linguaggio dei fiori è di fondamentale importanza per non fare brutte figure e per non sbagliare mai tipo di fiori in ogni occasione. Scopri quale fiore regalare a secon...
  • Dieffenbachia genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell'America cent...
  • Anthurium andreanum Gli anthurium sono tra le piate più coltivate in appartamento, appartengono alla famiglia della aracee, come ad esempio le comuni calle bianche da giardino; le somiglianze tra i due generi sono molto ...


Annaffiature

pachira insignis Per garantire alla pachira insignis un giusto tenore di umidità è bene ricordare le sue origini, le foreste pluviali; il terreno va quindi mantenuto umido, ma senza inzupparlo per evitare ristagni idrici e marciumi radicali. E' opportuno quindi annaffiarla spesso, ma non eccessivamente, aspettando che il terriccio asciughi un poco tra un'annaffiatura e l'altra. Si consiglia di sciogliere del concime per piante verdi ogni 15-20 giorni nell'acqua delle annaffiature per garantire alla pianta una crescita ottimale.


Terreno

bombaco Il terreno è la principale fonte di sostentamento delle piante e per questo, quando ci si presta a coltivare una nuova specie, è opportuno informarsi riguardo alle specifiche esigenze della pianta. Il terriccio universale bilanciato è un'ottima composta per questo genere di pianta, ricordando che è molto importante che il terreno sia ben drenato; se temiamo i ristagni d'acqua ricordiamo di porre sul fondo del vaso uno strato di materiale a grana grossa, come pietra pomice o granuli di argilla, per permettere un migliore defluire dell'acqua in eccesso.


Moltiplicazione

Per la riproduzione del nostro bombaco si utilizzano i semi, che vanno piantati appena la capsula che li contiene si apre in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, la germinazione è solitamente rapida, avviene in meno di un mese, ma le piantine vanno trapiantate in vasi singoli soltanto quando hanno prodotto almeno due foglie. Può avvenire anche per talea, da praticarsi in primavera; vanno fatte radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.


Bombaco - Pachira insignis: Parassiti e malattie

bombaco Se annaffiamo troppo la pianta di bombaco e manteniamo il terreno troppo bagnato possiamo causare l'insorgenza di marciume radicale. Prestare attenzione alla cocciniglia, che spesso attacca questa pianta, è preferibile levare manualmente i primi esemplari che la attaccano piuttosto che essere costretti ad un trattamento chimico.


  • pachira acquatica Buongiorno, mi è stata regalata nel mese di settembre una pianta di pachira aquatica. I primi tempi la pianta sembrava
    visita : pachira acquatica
  • pachira pianta La pianta di Pachira si presenta come una pianta che tende a crescere in paesi orientali dove c’è calore e la sua altez
    visita : pachira pianta



Esposizione
Questa pianta predilige posizioni molto luminose, ma teme il contatto diretto con i raggi solari.

 
Posizione luminosa
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO