Ipheion uniflorum

Generalità

L'Ipheion uniflorum è una bulbosa di piccole dimensioni, originaria dell'America centro-meridionale. Il fogliame di questa pianta è simile ad erba, eretto o arcuato; in febbraio-marzo produce fiori singoli, su corti steli, alti 15-25 cm. I fiori sono di colore bianco, soffuso di blu-viola, con occhio scuro; hanno forma di stella. Dopo la fioritura il fogliame dissecca, ed é possibile asportarlo. In genere per ottenere una fioritura appariscente è bene interrare alcuni bulbi di ipheion vicini, circa 15-20.

Numerose sono le specie di Ipheion conosciute ed altrettante quelle coltivata a scopo ornamentale. L'Ipheion uniflorum, originaria dell'argentina è senza dubbio la più conosciuta e coltivata ed i cultivar con i quali possiamo trovarla sono veramente molti, con fiori e tonalità veramente particolari. Il colore più frequente è il viola ma si possono trovare piante anche con fiori bianchi e gialli.

Ipheion


Esposizione

Ipheion Porre a dimora le piante di Ipheion uniflorum in luogo soleggiato o semiombreggiato; questi bulbi sono molto adatti per l'inselvatichimento, poiché non temono il freddo.

  • Eremoro  L'Eremurus o eremoro è una varietà di bulbosa originaria dell'Asia centrale appartenente alla famiglia delle Liliacee. Il suo bulbo si caratterizza per essere una radice tuberosa che presenta 2 o 3 ge...
  • Hedychium pianta perenne rizomatosa, originaria dell'Asia; forma ampi cespi di lunghe foglie lanceolate, di colore verde scuro o verde bluastro, a seconda della specie. I densi cespugli possono raggiungere con ...
  • Ranuncolo  Fiore che era molto presente nelle nostre zone anche allo stato selvatico, il ranuncolo è molto ricercato per l'epoca di fioritura, che è una delle prime. Fiorisce in tardo inverno o agli inizi della ...
  • Agapanto  L'Agapanthus o Agapanto è una pianta con radici rizomatose, originaria dell’Africa meridionale; in primavera produce lunghe foglie nastriformi, larghe 4-6 cm e lunghe fino 50-80 cm, che danno origine...


Annaffiature

fiore azzurro di ipheion Come molte bulbose anche l'ipheion può accontentarsi delle piogge, visto che si sviluppa prevalentemente durante la stagione primaverile, in genere molto umida; in caso di siccità prolungata durante febbraio-marzo é però consigliabile annaffiare i bulbi, ma solo se il terreno é ben asciutto.


Terreno

Il terreno ideale per le ipheion è ricco e ben drenato, possibilmente soffice. Per ottenere una fioritura abbondante ogni anno é consigliabile dissotterrare periodicamente i bulbi e diradarli. Tollerano sia il suolo acido sia quello calcareo.

Se avete intenzione di coltivare questi bulbi in vaso prendete un terriccio di buona qualità ed interrate i bulbi 5-8 cm al di sotto del terreno. Il bulbo è di colore bianco ed a seconda delle sue dimensioni può dare vita a piante con steli più o meno grandi e folti.

In primavera ed in estate manteniamo il suolo umido, specialmente se abbiamo messo la ipheion da poco a terra; in questo modo favoriremo la sua sopravvivenza ed il suo sviluppo.


Moltiplicazione

ipheion La riproduzione del Ipheion uniflorum avviene per seme oppure asportando i bulbilli che vengono naturalmente prodotti ogni anno. Si interrano in autunno, prima dei geli. I bulbi di Ipheion uniflorum producono delle propaggini laterali che danno vita a nuovi individui.

Per quanto riguarda la riproduzione tramite semi, questa bulbosa fiorisce in primavera ed i primi semi saranno pronti con la fine dell'estate. I fiori di Ipheion uniflorum sono molto profumati.


Ipheion uniflorum: Parassiti e malattie

Queste piante non sono particolarmente soggette all'attacco di parassiti e malattie ma è bene fare attenzione all'attacco di limacce e chiocciole e allo sviluppo di marciume radicale.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO