Problemi con le Camelie

Domanda: Camelie

Sono un neofita delle camelie e vorrei cortesemente un parere per un

problema.

Verso gli ultimi mesi di Gennaio ho acquistato 6 camelie in vaso da 14:

- R.L.Wheeler;

- Ella Ward Parsons;

- Hagoromo;

- Wynne Rayner;

- Adolphe Audusson;

- Coral delight.

con lo scopo di farle crescere in vaso (almeno nei primi anni).

Le ho quindi invasate in vasi di coccio da 29cm lasciando sul fondo uno

strato di drenaggio (cocci, ecc.) ed aggiungendo un terriccio composto da:

- 1/3 terriccio specifico per acidofile;

- 1/3 sabbia di fiume;

- 1/3 terra di orto (precedentemente ingrassata con letame di cavallo);

- aghi di pino.

Il problema è che col passare dei giorni nelle prime tre (le ultime 3 sono

più robuste?) le foglie hanno abbandonato un colore verde lucido e sono

diventate sempre più di color bronzo (nella parte superiore), si sono

rinsecchite e ritorte su se stesse; i boccioli sembrano anch'essi

rinsecchiti e fermi (non si ingrossano).

I vasi sono in un terrazzino, protetti dal vento e dal sole diretto, le

innaffiature sono regolari ed effettuate con acqua di rubinetto fatta

decantare, una volta alla settimana aggiungo poco concime specifico per

camelie e del ferro chelato e recentemente ho dato del funghicida nel dubbio

fosse un problema di funghi.

Leggendo qua e là nel forum ed in alcune riviste le cause sembrerebbero

riconducibili ad errori di coltivazione che non mi sembra di commettere

(carenza di ferro, troppa acqua, ecc.), del resto le altre tre mi sembrano

in buona forma.

Potrebbe essere ancora possibile salvarle? (allego foto con due delle

camelie in crisi).

Già che ci sono...quando compro le camelie, le foglie presentano sempre

delle macchie bianche, i vivaisti nebulizzano forse dei prodotti per

proteggere le foglie?

Grazie in anticipo per la risposta.

Saluti

Franco

foto camelia

Fiori d'ibisco secchi, Bissap Karkadé Tisana 200g biologico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Problemi con le Camelie: Risposta: Camelie

Gentilissimo Franco,

La ringraziamo per averci contattato in merito ai quesiti sulla coltivazione

della Camelia.

La Camelia appartiene alla famiglia delle Teacee con origine dal Giappone e

Corea. E' una pianta perennante a foglia persistente molto lucida, sensibile

al freddo e nei nostri climi fiorisce in primavera con grandi fiori di

colore variabile dal bianco al rosso .

Per poter crescere bene necessita di terreno acido e molto umido, riparo

invernale dal freddo, media illuminazione e atmosfera molto umida .

E' soggetta a varie patologie fungine ed ambientali come quelle derivanti

sia per l'esposizione al freddo che dalla intolleranza al suolo basico e

dalle acque dure o calcaree ma anche dalla atmosfera molto secca.

Dai sintomi che ha riportato l'individuazione del problema non è di facile

risoluzione (piante comprate insieme, stesso terriccio, stessi trattamenti

ma 3 risultano vegetanti e 3 bloccate), inoltre si eliminano le potenziali

cause di malattie funginee e di marciume radicale da ristagno idrico perché

si è eseguito un buon drenaggio.

Facendo una ricerca Bibliografica si è notato che la camelia forma delle

bronzature fogliari a causa di eccessiva salinità del substrato perché crea

necrosi radicali che bloccano l'assorbimento degli elementi nutritivi e

quindi lo sviluppo della pianta.

Per questo motivo le consigliamo di estrarre le piante stentate dal vaso e

verificare lo stato delle radici. Se le radici risultano necrotiche e non

vitali si dovrà prevedere un nuovo rinvaso con l'eliminazione delle radici

danneggiate, raccorciando i rami e non mettendo nel terriccio la frazione

degli aghi di pino e del terreno da orto (poteva contenere dei sali

derivanti da precedenti concimazioni che si sono concentrati nel terriccio

di quei 3 vasi?).

  • camelia cinnamon cindy Genere di oltre 80 specie di piccoli alberi ed arbusti sempreverdi, rustici, originari dell'India, della Cina e del Giappone. Il fogliame è di colore verde scuro, lucido, leggermente cuoioso; durante ...
  • camelia japonica Il genere camellia riunisce circa un centinaio di specie di arbusti sempreverdi, originari dell'Asia centrale e meridionale; devono il loro nome al botanico gesuita Kamel, che nel 1600 le importò in E...
  • Camelia japonica Le Camelie appartengono alle theacee, esistono circa una decina di specie, tra le quali soltanto alcune vengono coltivate come piante ornamentali; da secoli coltivate in Europa, in realtà le Camelie s...
  • camellia Con il nome latino Camellia si indicano centinaia di specie di arbusti sempreverdi, diffusi principalmente in Asia; in Europa in giardino si coltivano prevalentemente ibridi di camellia japonica, un a...

Landhaus Fioriera 30 cm lilla

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,55€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO