Clematide - Clematis

Spettacolari Clematidi

Le clematis rappresentano un apio gruppo di arbusti o piccole piante, spesso rampicanti, diffusi in gran parte dell'emisfero boreale, nelle zone a clima temperato; si contano parecchie decine di specie botaniche, che vanno dal grande arbusto rampicante sempreverde, fino a piccole specie erbacee, che disseccano completamente durante l'inverno. Le clematidi che più facilmente troviamo in vivaio sono ibridi delle specie europee ed asiatiche, coltivati e selezionati per le peculiari caratteristiche dei loro fiori.

Tutte le clematidi presentano fiori molto particolari, la parte più vistosa di essi sono infatti i sepali, colorati come grandi petali, che racchiudono al loro centro alcuni stami spessi; nelle specie botaniche i sepali sono in genere 4-5, abbiamo però ibridi con 5-7 sepali, ed anche doppi o stradoppi.

Quando il fiore appassisce la pianta produce una particolare infruttescenza, costituita da una sfera di piccoli semi ricoperti da una sottile peluria e muniti di una lunga coda; quindi anche in seme ci donano un aspetto aggraziato e piacevole.

Clematide  viola

libera la nave Vine Clematis fiori in vaso da giardino clematide, non le clematis 20 semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,39€


Coltiviamo le clematidi

Clematide  fiori Come dicevamo, la maggior parte delle clematidi disponibili in vivaio sono ibridi, a foglia caduca, spesso semplicemente erbacei; sono caratterizzati da grandi fiori colorati, in genere nei toni del blu, rosa e viola, che fioriscono a partire dall'inizio della primavera fino a fine estate.

Producono sottili fusti semilegnosi, che portano numerose grandi foglie, di colore verde scuro, munite alla base di lunghi viticci, con cui la pianta si sostiene a rami, bastoni, graticci.

Queste piante durante l'inverno tendono a disseccare la maggior parte della parte aerea, e in una sola stagione vegetativa possono produrre fino ad un paio di metri di rami, ricoprendosi di fiori a più riprese. Si possono coltivare in tutte le zone d'Italia, anche dove l'inverno è abbastanza rigido, ricordando di porle in luogo riparato dal vento se viviamo al nord, e in un luogo leggermente ombreggiato se viviamo al sud.

Queste piante infatti temono i venti, soprattutto quelli invernali, che possono gelare i sottili rami, causando il disseccamento totale della parte aerea della pianta; questo non sempre porta alla morte della clematide, solo che in primavera, la pianta dovrà "ricostruirsi" completamente, spesso a scapito della fioritura. Queste piante non amano nemmeno il caldo estivo eccessivo, quindi spesso nelle zone molto calde ed asciutte in estate la pianta tenderà a non produrre fiori, privandoci della parte più decorativa della pianta.

Poniamole a dimora in vaso o in piena terra, utilizzando un buon terriccio fresco e ricco, leggermente calcareo, molto ben drenato; la regola da tener presente nel posizionarle in giardino è quella di tenere le nostre clematidi con i piedi al fresco e la testa al sole: posizioniamole in modo da mantenere il terreno alla base del loro fusto sempre fresco e lontano dal sole diretto, ma con i rami al sole, per favorire la fioritura.

Questo si pratica semplicemente posizionando la nostra clematide alla base di un muretto, vicino ad arbusti bassi, vicino alla siepe, oppure ricopriamo la base con uno spesso strato di materiale da pacciamatura, come cortecce, cocci, foglie, in modo da garantire un terreno fresco al di sopra delle sottili radici.

Le annaffiature verrano fornite a partire da quando la pianta comincia a germogliare, fino all'autunno; evitiamo di lasciare la pianta per lunghi periodi di tempo completamente all'asciutto, ma anche di inzuppare eccessivamente il terreno: annaffiamo solo quando il substrato è asciutto, fornendo del buon concime per piante da fiore, almeno ogni 12-15 giorni. Se vogliamo evitare di concimare spesso la pianta, ogni 2-3 mesi spargiamo attorno al fusto del concime granulare a lenta cessione.

Per ottenere una pianta rigogliosa e ben sviluppata ricordiamo anche di fornirle un buon sostegno, come un graticcio, un'impalcatura di bamboo, una siepe, un muro; in questo modo la pianta potrà dispiegare i suoi lunghi rami; inoltre eviteremo che al primo temporale estivo i sottili fusti vengano rotti dal forte vento.


  • Clematis appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, la Clematis o clematide costituisce un genere di circa 250 specie di piante erbacee o legnose, rampicanti a foglie caduche o sempreverdi, rustiche e non...
  • clematide Nel Settecento e nell'Età Vittoriana la clematide veniva piantata dagli inglesi nei loro giardini, in quanto i suoi fiori colorati ed abbondanti erano considerati bene auguranti per gli abitanti della...
  • Clematis in fiore in un punto del giardino molto pendente abbiamo realizzato una scarpata di massi rocciosi. Vorrei ricoprirla con una rosa tappezzante mista a clematide. Sono indecisa se creare due colori in armonia o...
  • Clematis Le clematidi sono piante erbacee perenni, ne esistono svariate specie, diffuse in tutto l’emisfero settentrionale; oltre alle specie, son moltissimi anche gli ibridi, svariate centinaia, tipicamente c...


Le "altre" clematidi

Clematide   sieboldiana Al genere clematis appartengono circa 250 specie di piante, la maggior parte delle quali produce grandi fiori decorativi; non tutte sono disponibili in vivaio, ma alcune di esse sono invece di facilissima reperibilità.


Clematis alpina

Clematide alpina è una pianta diffusa su tutto l'arco alpino, un rampicante vigoroso, che porta in primavera grandi fiori con sepali di colore blu chiaro. Difficilmente si coltiva in giardino, possiamo ammirarne le fioriture nei boschi alpini.


Clematis montana

clematis montana una delle clematidi più ampie e vigorose, produce ampi arbusti rampicanti, che producono una bella fioritura di colore bianco candido, a fine primavera, con boccioli delicatamente profumati; queste piante vengono potate dopo la fioritura, in modo da rimuovere le ramificazioni danneggiatesi durante l'inverno; capita spesso che alcuni rami della pianta in breve tempo dissecchino, se questo accade rimuoviamoli a partire dalla base, in modo da promuovere lo sviluppo di nuove ramificazioni.


Clematis armandii

clematis armandii Clematide sempreverde, a fioritura primaverile, rampicante. Di facile coltivazione, posizioniamo anche questa clematide con i piedi al fresco e la testa al sole, ci regalerà splendide fioriture.


Clematide - Clematis: Clematis tangutica

clematis tangutica clematis a foglia caduca, abbastanza vigorosa; fiorisce in piena estate, portando fiori campanulati di colore giallo dorato.

Esistono decine di altre clematidi, alcune sono anche delle erbacee di medio sviluppo, che vengono coltivate come piante tappezzanti.


  • clematide appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, la Clematis o clematide costituisce un genere di circa 250 specie di pia
    visita : clematide



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO