Ebe - Hebe

Hebe e Veroniche

Al genere Hebe appartengono alcune specie di arbusti sempreverdi, di dimensioni medie o piccole, originari dell'Australia e della Nuova Zelanda, ma diffusi da molti anni nei giardini Europei; la loro somiglianza ad una pianta autoctona ha fatto in modo che venissero comunemente chiamate con il nome di questa pianta, ovvero Veronica, come una perenne di origine europea, della stessa famiglia.

Questi arbusti si possono suddividere grossolanamente in due grandi gruppi; uno raggruppa le ebe con fogliame di dimensioni medie o grandi, circa 3-6 cm di lunghezza, l'altro invece riunisce tutte quelle con foglia minuta, circa 1-3 cm di lunghezza. In generale tutte le ebe hanno fogliame sempreverde, lucido e cuoioso, molto denso e compatto, di forma ovale o lanceolata; le foglie sono molto decorative, poiché ne esistono di colorazione varia: variegate, maculate, di colore verde scurissimo, o anche quasi giallo.

In primavera ed in autunno all'apice dei fusti si sviluppano pannocchie di piccoli fiori bianchi, viola o blu, molto decorativi, che sbocciano nell'arco di alcune settimane.

Hebe

Progettazione Toscano WU75343 Ebe la Dea della statua della Gioventù Bonded marmo resina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,55€


Coltivazione delle hebe

Hebe La maggior parte delle specie diffuse in vivaio non temono il freddo, e possono sopportare temperature vicine ai -10/-12°C senza problemi, mantenendo il loro colore lucido e brillante; per questo motivo vengono molto utilizzate in aiole e fioriere, offrendo il vantaggio di un bel fogliame sempreverde e di una fioritura gradevole. Le specie a foglie molto minute spesso non producono fiori vistosi, ma si utilizzano prevalentemente per la vegetazione bassa e molto compatta.

Prediligono posizioni soleggiate o semiombreggiate; non amano particolarmente l'ombra, ma tendono ad adattarsi senza grandi problemi.

Le annaffiature dovranno essere regolari, soprattutto durante i mesi caldi dell'anno; durante l'inverno annaffiamo soltanto in caso di siccità prolungata; se invece le piogge sono presenti evitiamo di annaffiare le piante, che temono l'umidità eccessiva del terreno.

Coltiviamo in un buon terreno fresco e leggero, molto ben drenato, ricco di materia organica.

Le ebe possono venire coltivate anche in vaso, ricordiamo però che la terra contenuta nel vaso non andrebbe lasciata asciutta per periodi di tempo eccessivamente prolungati; inoltre, per ottenere una pianta sempre sana e rigogliosa, rinvasiamola ogni 2-3 anni, cambiando tutto il substrato contenuto nel vaso.

  • Hebe genere che comprende numerosi arbusti sempreverdi molto vigorosi originari della Nuova Zelanda e dell'Australia. Si presenta come un folto cespuglio tondeggiante che può raggiungere anche i due metri ...
  • fiori veronica Tra i generi di piante angiosperme dicotiledoni, la Veronica rientra nella famiglia botanica delle Scrophulariaceae, sottoclasse Asteridae, superdivisione Spermatophyta. La bellezza dei loro fiori le ...

Statua disegno Toscano PD1912 1851 Ebe e Ganimede marmo Bonded Resina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,45€


Alcuni accorgimenti

Hebe Per ottenere ebe sempre sane e rigogliose ricordiamo di fornire del concime per piante da fiore, da mescolare all'acqua delle annaffiature; oppure possiamo spargere attorno alla pianta del concime granulare a lenta cessione, ogni 3-4 mesi, che si scioglierà con il passare del tempo, garantendo costante nutrimento per la nostra pianta.

Per avere un arbusto sempre ben denso e compatto è anche utile rimuovere i fiori appassiti, potando il ramo che porta le pannocchie sfiorite; in questo modo eviteremo anche lo sviluppo di malattie fungine, che tendono spesso a colpire queste piante, soprattutto se vengono coltivate in condizione di scarsa ventilazione.


Ebe - Hebe: Malattie hebe

La veronica è una specie molto rustica e resistente che non ha malattie o insetti che la colpiscono in maniera particolare e specifica. Per evitare l'insorgere di qualsiasi tipo di malattia dovuto ad un indebolimento della pianta, le prime regole da rispettare sono la scelta di un terriccio adeguato e un'irrigazione correlata alla temperatura ed alle necessità di questa pianta.

Il terriccio o il terreno di coltivazione dell'Hebe deve essere tendente all'acido e la pianta ha bisogno di terreni sciolti e ricchi di sostanza organica. Oltre a questo la pianta deve essere piantata in un terreno ben drenato che non va annaffiato in maniera esagerata o meglio vanno evitati in tutti i modi i ristagni idrici. Il ristagno infatti è una delle prime cause di un possibile attacco fungino o di un inizio di marciume radicale o del colletto.

Oltre a questi aspetti più colturali, più legati alla prevenzione ed alle buone pratiche di coltivazione, chi coltiva in giardino delle piante di veronica dovrà stare attento principalmente agli afidi che possono attaccare le foglie di questa pianta.


Guarda il Video
  • hebe genere che comprende numerosi arbusti sempreverdi molto vigorosi originari della Nuova Zelanda e dell'Australia. Si pres
    visita : hebe
  • pianta veronica al genere veronica appartengono alcune piante erbacee perenni, originarie dell'Europa e dell'Asia; con il genere Veronic
    visita : pianta veronica



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO