Calamo aromatico, Canna odorosa - Acorus calamus

Generalità

Il calamo aromatico, anche conosciuto come canna odorosa, è una pianta acquatica perenne rizomatosa semi-sempreverde, originaria dell'Europa, dell'Asia e del nord America. Si presenta come un ciuffo di lunghe foglie verde brillante, alte fino a 40-50 cm, e larghe 5-7 cm. I rizomi carnosi della canna odorosa sono rosati e tendono ad allargarsi abbastanza rapidamente. Le foglie sono abbastanza aromatiche se stropicciate; in primavera produce alcune spighe e di fiorellini verdastri, insignificanti, che in estate lasciano il posto a piccole bacche scure. La varietà A. variegatus ha foglie variegate di giallo brillante.

Gli esemplari appartenenti a questa specie vengono spesso impiegati con successo come piante da acquario, anche se, data la tendenza a formare dei cespugli a rosetta, essi non sono particolarmente indicati per allestire uno sfondo originale.

Calamo

100 pezzi Acquario Erba Semi Mini piante acquatiche serbatoio Grass Seed interne abbellire Pesce pianta DIY si dirige Erbe * Rare vigilanza del regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Esposizione

Calamo Il calamo aromatico, per svilupparsi e crescere nel modo migliore, preferisce le posizioni molto luminose; può essere coltivato sia in pieno sole che all'ombra parziale, in un luogo in cui possa ricevere alcune ore di luce diretta al giorno. La canna odorosa, altro nome comune per questo tipo di pianta acquatica, non teme il freddo, più facilmente teme il caldo torrido dell'estate, quindi si consiglia di ombreggiarla in luglio e agosto, per evitare che la pianta appassisca.

Se viene utilizzato come pianta da acquario è opportuno sistemarlo in posizione defilata, oppure dietro a varietà più basse, visto che questo genere di pianta tende a crescere in altezza.

    Pianta artificiale Pachira aquatica, altezza 150cm - 469 foglie

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 148,95€


    Terreno

    calamo aromatico Il calamo aromatico preferisce terreni molto umidi, sia sulle rive di corsi d'acqua o di bacini, sia in contenitori interrati sul fondo di laghetti e stagni.

    In generale l'Acorus calamus cresce senza problemi in qualsiasi tipo di terreno, preferendo comunque terreni leggermente acidi. Se si sceglie la varietà asiatica, essa si sviluppa con più facilità all'interno di terreni paludosi, mentre negli acquari necessita di alcune attenzioni particolari come una maggiore esposizione alla luce e la presenza di un'acqua pulita, senza la presenza di alghe.


    Moltiplicazione

    queste belle piante acquatiche si possono propagare per seme, anche se non sempre la pianta li produce, e non sempre sono fertili. Più spesso l'acorus calamus si moltiplica per divisione dei cespi di foglie, poichè gli stoloni della pianta tendono a diramarsi sotto terra e a produrre nuove piante, che possono essere staccate dalla pianta madre e poste a dimora singolarmente, possibilmente a fine estate oppure all'inizio della primavera. Questo sistema risulta essere quello più semplice e comodo, data la grande facilità di reperire gli stoloni da trapiantare.


    Calamo aromatico, Canna odorosa - Acorus calamus: Parassiti e malattie

    canna odorosa gli acorus calamus vengono spesso attaccati dagli afidi che rovinano i germogli. E' bene controllare attentamente che non ci siano segni della presenza di parassiti e, nel caso si notino, bisogna intervenire con tempestività per evitare che essi si propaghino celermente provocando danni anche ingenti agli esemplari. In commercio sono disponibili numerosi prodotti specifici che vanno vaporizzati sulle piante prima della ripresa vegetativa, a scopo preventivo, oppure da utilizzare quando ci si trova in presenza di questi parassiti.


    • calamo aromatico Il Calamo aromatico, chiamato anche acoro o erbe di Venere, è una pianta che assomiglia all’iris giallo, ma a differenza
      visita : calamo aromatico



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Si consiglia di annaffiarela pianta con regolarità, ma non troppo spesso, mantenendo il terreno umido; in questo periodo dell'anno può essere sufficiente annaffiare ogni 12-15 giorni.


    Tenere bagnato
    concimazione
    Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


    Esigenze della piante a dicembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO