Dentaria a nove foglie - Cardamine lyrata

Generalità

La dentaria a nove foglie è una pianta acquatica perenne, sempreverde o vivace, originaria dell'Asia orientale. Forma densi cespi costituiti da sottili fusti allungati, flessibili, di colore verde, che portano numerose foglie composte, costituite da tre elementi, che si dispongono allargati in modo da far sembrare l'intera foglia come tondeggiante.

L'intera pianta può svilupparsi completamente sommersa, in questo caso assume un colore verde molto chiaro; se invece si sviluppa emersa dall'acqua assume una colorazione più intensa e scura. In primavera produce piccole infiorescenze costituite da fiori di colore bianco, poco appariscenti. Queste piantine vengono spesso utilizzate anche negli acquari; in questo caso non producono fiori, inoltre, se tenute a temperature superiori ai 25-28°C tendono a produrre foglioline molto piccole e ad avere un aspetto più allungato e meno denso.

Cardamine

Iron Stop D260-10 Girandola a Vento, Goccia Fior di Loto, 25 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€


Esposizione

dentaria a nove foglie Per la migliore crescita della dentaria a nove foglie è consigliabile porre a dimora sul fondale o sui bordi di un giardino acquatico in luogo luminoso, ma non direttamente esposto ai raggi solari; generalmente le piante di cardamine lyrata resistono molto bene al freddo; talvolta le piante possono soffrire durante estati molto calde, al punto da disseccare e andare in riposo vegetativo, in genere rispuntano in autunno o durante la primavera successiva.

Se la dentaria a nove foglie viene coltivata totalmente sommersa, la colorazione del suo fogliame risulta di un colore verde chiaro; invece, se le piante vengono poste al di fuori dall'acqua, il fogliame assume un colore più scuro.

    Grande vendita fiori di ibisco moscheutos, Hibiscus moscheutos semi, semi di fiori, circa 25 particelle

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,15€


    Terreno

    dentaria a nove foglie Gli esemplari appartenenti a questa varietà necessitano di essere interrati in un composto molto ricco di materiale organico e possibilmente sabbioso; porre a dimora in contenitori per laghetto, riempiti con un composto costituito da terriccio torboso, mescolato con una buona quantità di terriccio di foglie e di sabbia di fiume; coprire la superficie superiore del terreno con ciottoli e quindi interrare in terreno sommerso dall'acqua; volendo si possono interrare le cardamine lyrata anche completamente emerse, ma sempre nei pressi di un corso d'acqua tranquillo o di un laghetto, in modo che possano trovare nel terreno l'acqua, che è costantemente necessaria per lo sviluppo di queste piante. Queste piante, infatti, non possono sopportare un terreno asciutto e privo di un'elevata umidità.


    Moltiplicazione

    La pratica di moltiplicazione delle piante di dentaria a nove foglie per ottenere nuovi esemplari può avvenire per seme, in primavera, seminando in un contenitore riempito con sabbia e torba in parti uguali; mantenere il composto costantemente umido, ma non inzuppato d'acqua, in luogo fresco, abbastanza luminoso e ben ventilato.

    Queste piccole piante si possono propagare anche per divisione dei cespi, rinvasando subito in contenitore singolo le porzioni praticate e controllando sempre attentamente che il terreno mantenga il giusto grado di umidità. In primavera è anche possibile praticare talee di fusto o di foglia.


    Dentaria a nove foglie - Cardamine lyrata: Parassiti e malattie

    cardamine lyrata In genere le piante di cardamine lyrata, essendo rustiche e resistenti, non vengono attaccate da parassiti o da malattie.


    Guarda il Video



    Esposizione
    Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per alcune ore al giorno.

     
    Posizione mezz'ombra
    Annaffiature
    Ogni 10-12 giorni annaffiare la pianta, attendendo che il terreno asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra.


    Tenere Umido
    concimazione
    Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


    Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO