Gelsomino rampicante

Origini e caratteristiche

Il Gelsomino è una pianta arbustiva perenne ed appartiene al genere Jasminum della famiglia delle Oleaceae dove fa parte anche l’ulivo, originaria del bacino Mediterraneo, Medio Oriente, e diversi paesi asiatici come Cina ed India. L’etimologia del nome Gelsomino deriva dall'Arabo e significa “Dono di Dio”,e proprio per l’etimologia del nome e per le caratteristiche tipiche di questa pianta in molti paesi simboleggia la purezza e la femminilità.

Il Gelsomino è una pianta rampicante molto apprezzata e sviluppata nei giardini, nei parchi, sui terrazzi, e si adatta anche agli ambienti interni come ad esempio in appartamento. È una specie semplice da coltivare infatti non necessita di cure particolari, è versatile e resistente, può essere utilizzata per svariati scopi come la creazioni di siepi, per il rivestimento di cancellate e muretti, e per la creazione di barriere naturali talvolta utili ed indispensabili per garantire la privacy delle abitazioni.

gelsomino rampicante

Vivai Le Georgiche SOLANUM JASMINOIDES

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Coltivazione

gelsomino rampicante Si adatta a qualsiasi tipo di clima e ambiente, semplice da coltivare regala grandi soddisfazioni con minimi sforzi anche per chi non ha il tempo o la passione per il giardinaggio. Per la messa a dimora della pianta è ideale la scelta di luoghi bel soleggiati e luminosi, in quanto queste piante prediligono l’esposizione diretta al sole. Se si decide di metterle in casa magari in dei vasi, e consigliabile posizionarle vicino a finestre o fonti di luce naturale, ciò non toglie che possono crescere anche in zona di mezza ombra, importante però che almeno per qualche ora al giorno siano esposte a luce diretta. Nel stagione estiva non soffre il caldo eccessivo, viceversa nella stagione invernale non tollera periodi prolungati di freddo, parliamo di temperature che vanno sotto lo zero termico, tali temperature potrebbero causare la perdita delle foglie, è buona abitudine mantenerle al riparo specie dal gelo specie perché le radici sono molto delicate. La pianta di Gelsomino rampicante non predilige il vento forte, per tale motivo deve essere piantata al riparo dalle raffiche di vento forti, come ad esempio nelle vicinanze di un muro o alle spalle di grandi arbusti. Per quanto riguarda l’irrigazione, la pianta non è particolarmente esigente, infatti resiste senza problemi a periodi medio lunghi di siccità, è da evitare la formazione di ristagni idrici che potrebbero causare innumerevoli danni alla salute e allo sviluppo della pianta. Ideale è annaffiare la pianta nei periodi estivi ogni due settimane, e tra un innaffiatura e un'altra bisogna attendere che il terreno sia ben arido.


  • Gelsomino giallo Questa specie di gelsomino è originaria della Cina, ed è un arbusto a foglie caduche, resistente al freddo. Si presenta come un ciuffo, più o meno denso, di sottili rami verde scuro, dritti e rigidi; ...
  • Cestrum nocturnum genere che comprende alcune specie di piccoli arbusti sempreverdi, talvolta coltivati come piante vivaci o come annuali, originari dell'America centrale. I cestrum nocturnum hanno lunghi fusti eretti,...
  • Jasminum nudiflorum Siamo abituati a pensare al gelsomino come ad un rampicante con i fiori candidi, profumati; in realtà al genere jasminum appartengono decine di piante, molte delle quali producono fiori di colore gial...
  • Falso gelsomino Il falso gelsomino, botanicamente chiamato Trachelospermum jasminoides e appartenente alla famiglia delle Apocynaceae, è una pianta rampicante originaria dell’Oriente, del Medio Oriente e dell’Americ...

RHYNCOSPERMUM JASMINOIDES O FALSO GELSOMINO VASO 16CM Sempreverde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,5€


Terreno e cure

gelsomino rampicante Il terreno ideale deve essere ricco di sostanze organiche, fertile e ben drenato. Per favorire il drenaggio del terreno è preferibile inserire all'interno del terreno stesso un quantitativo di sabbia e argilla, se invece si decide di coltivare la pianta di Gelsomino rampicante in vasi per garantire un buon terreno di crescita e indispensabile mescolare del terriccio universale da giardino della torba e della sabbia. Consigliabile è sia per la messa a dimora direttamente nel terreno o nei vasi l’aggiunta di un po’ di foglie in stato di decomposizione, garantiscono un buon apporto nutritivo alle radici, dato che questa pianta non richiede eccessive concimazioni. Di tanto in tanto, specie nel periodo primaverile ed estivo per garantire una fioritura omogenea e duratura si può utilizzare del concime liquido da diluire nell'acqua dell’innaffiatura che contenga azoto, potassio e fosforo, viceversa per garantire nel periodo invernale gli apporti nutrienti e l’imminente ripresa vegetativa è preferibile procedere con una concimazione organica, ossia mischiare nel terreno del letame. Tutti questi accorgimenti permettono alla pianta di crescere in modo vigoroso. Per tenere sotto controllo la crescita e l’ordine stesso della pianta bisogna effettuare delle potature stagionali. Per propagare la pianta la tecnica da consigliare è quella del Taleaggio, che consiste nel tagliare dalla pianta dei rami legnosi di circa otto centimetri e piantarli nel terreno. Essendo una pianta molto prolifera le radici crescono rapidamente.


Gelsomino rampicante: Utilizzo fiori del gelsomino

gelsomino Le proprietà officinali dei fiori di Gelsomino fanno si che questa pianta venga utilizzata in campo erboristico e omeopatico, per la cura del raffreddore e l’influenza. L’uso principale di questo fiore resta comunque quello in campo aroma terapeutico e nell'industria dei cosmetici e dei profumi strettamente femminili. L’olio essenziale di gelsomino si usa esclusivamente per applicazioni esterne, uno degli utilizzi e per alleviare i sintomi della depressione, infatti immergersi nel'’acqua contenente gocce d’olio di Gelsomino o applicarne qualche goccia sulla pelle e in particolari sui polsi e sul petto dona un senso di rilassamento e pace interiore. Inoltre l’olio essenziale di Gelsomino è ottimo come cosmetico per combattere i segni della vecchiaia ossia le rughe, uno dei suoi effetti e proprio tonificare la pelle e combattere le screpolature e gli arrossamenti.

Inoltre uno dei benefici, già conosciuto all'epoca dei Greci e dei Romani, riguarda i gli effetti positivi che gli oli essenziali hanno sui disturbi della sessualità, non per questo il fiore di Gelsomino viene anche chiamato il fiore dell’amore.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO