Aloinopsis

Generalità

genere che comprende alcune piante succulente nane, originarie dell'Africa meridionale. Costituiscono rosette di foglie carnose, con diametro compreso generalmente tra i 10 e i 15 cm; le foglie sono grigio-verdi o verdi-bluastre, e spesso presentato piccole verruche chiare sui margini o sull'intera pagina superiore. Le radici sono grossi tuberi carnosi, e tendono ad allargarsi sottoterra, formando una nuova rosetta ogni volta che affiorano in superficie. Alla fine dell'inverno le aloinopsis producono grandi fiori a margherita, di colore giallo o arancione, con i petali segnati da una striatura centrale, rossa o marrone. A. malherbei ha foglie grigio-verdi, arrotondate, con verruche banche sul margine; A. rosulatus è una pianta nana che presenta un largo caudex.
aloinospis


Esposizione

aizoaceaepreferire le posizioni semiombreggiate, con alcune ore di sole diretto nelle prime ore del giorno o nel tardo pomeriggio; alcune specie non temono il freddo, e possono sopportare temperature anche inferiori ai -10°C, anche se generalmente si ha uno sviluppo migliore mantenendo la pianta a 8-10°C. Per la loro resistenza al freddo si potrebbero porre in piena terra, ma difficilmente questo si attua, poichè la pianta in inverno non dovrebbe ricevere annaffiature.


    Annaffiature

    da marzo a ottobre annaffiare moderatamente, lasciando asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra; nei mesi freddi evitare di annaffiare, inumidendo appena il terriccio ogni 15-20 giorni se la pianta viene tenuta in luogo caldo.


    Terreno

    le aloinopsis necessitano di un terreno ricco di humus, molto ben drenato e sabbioso; utilizzare una composta per piante succulente, a cui aggiungere del terriccio di foglie e del lapillo. Per permettere un adeguato sviluppo delle radici rinvasare la pianta ogni 2-3 anni.


    Moltiplicazione

    avviene in primavera per seme o per talea; le talee vanno fatte asciugare all'aria per alcuni giorni prima di poterle far radicare.


    Aloinopsis: Parassiti e malattie

    la cocciniglia può rovinare pesantemente le foglie.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO