Glottiphyllum nelii

Generalità

comprende ventuno specie di piante perenni succulente. Sono piante che possono essere tenute in appartamento, ma necessitano di molto sole per produrre i fiori.

Le foglie: sono cilindriche o semicilindriche, portate da brevi fusti.

I fiori: sono grandi, gialli, compaiono in autunno, nel tardo pomeriggio delle giornate soleggiate.

Glottiphyllum nelii


Specie

G. arrectum: origine Sud Africa, altezza e diametro 10-15 cm. Le foglie sono spesse e lunghe circa cinque centimetri, che diventano color porpora se la pianta è in posizione soleggiata. I fiori sono larghi 5-7 cm.

G. Nellii: origine Sud Africa, altezza e diametro 10-15 cm. Ha foglie opposte, lunghe circa cinque centimetri, inserite sul fusto su due file.

Le foglie di ogni coppia sono di lunghezza diversa.


    Esposizione

    presso una finestra esposta al sud.

    Temperatura: in inverno non deve scendere sotto i dieci gradi.


    Annaffiature

    si innaffia dalla metà di agosto fino a dopo la fioritura. Le piante non devono essere innaffiate troppo, altrimenti la fioritura non avviene. Negli altri periodi le annaffiature si sospendono e anche se la pianta appassisce si tratta di un fenomeno naturale.

    Fertilizzazione: somministrare un fertilizzante liquido diluito nell'acqua delle annaffiature ogni due settimane nel periodo vegetativo.


    Terreno

    terriccio per cactacee, con aggiunta di sabbia e ghiaia in parti uguali.


    Moltiplicazione

    si semina in primavera alla temperatura di ventuno gradi; poiché i glottiphyllum si ibridano facilmente i semi spesso producono piante con caratteristiche diverse da quelle desiderate. Si moltiplicano anche per talea di fusti muniti di foglie.

    Le talee si fanno durante l'estate.


    Glottiphyllum nelii: Parassiti

    le piante vengono attaccate dalle cocciniglie che ne rallentano la crescita.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO