Lobivia shaferi

Generalità

Originaria dell'Argentina settentrionale. Lovibia è l'anagramma di Bolivia. Comprende settantacinque specie di piante perenni di medie dimensioni, tondeggianti o cilindriche, con costolature divise in tubercoli irte di spine.

Vengono coltivate per i fiori di colore vivace.

I fiori: di colore vivace gialli o rossi a forma di campana fioriscono numerosi d'estate e durano pochi giorni.

Lobivia


Luce

Lobivia ben illuminata da luce indiretta;


    Lobivia famatimensis

    o echinopsis densispina

    Fusto: fusto cilindrico con costolature coperte di spine biancastre.

    I fiori: a forma di imbuto, lunghi circa cinque centimetri di colore giallo fioriscono numerosi durante tutta l'estate. Durano solo pochi giorni. Esistono varie cutivar con fiori di diverso colore.


    Esposizione

    al sole anche d'inverno con un buon ricambio d'aria.

    Temperatura: non deve scendere mai sotto i dieci gradi durante la stagione fredda.


    Annaffiature

    bisogna innaffiare solo quando il terreno è asciutto.

    Non si deve bagnare il fusto perché ciò provoca marciume. Le annaffiature si sospendono del tutto tra novembre e marzo.


    Terreno

    terriccio speciale per cactacee oppure un composto a base di torba con metà del volume di sabbia di fiume grossolana;


    Concimazioni

    da maggio a settembre un fertilizzante liquido per cactacee diluito nell'acqua di annaffiatura.


    Moltiplicazione

    si semina in marzo alla temperatura di ventuno gradi. Fra marzo e ottobre si staccano i germogli e si invasano dopo averli fatti asciugare per tre giorni.


    Lobivia shaferi: Parassiti

    le piante sono attaccate dalle cocciniglie che le ricoprono con una lanugine biancastra infestando anche le radici, questo provoca l'arresto della crescita.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


    Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO