potatura limone

Domanda: qual'è il periodo migliore per potare il limone?

salve ho un limone che fa i frutti febbraio marzo e' normale?vorrei sapere in che mese dovrei potarla vi ringrazio
Fiore di limone

Strisce di Luci LED Fiori di Ciliegio Luce Solare 20LED 12V Luci illuminazione Energia Decorative da Interni e Esterni, per Festa, Giardino, Natale, Halloween, Matrimonio, Natale - OUTERDO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,98€
(Risparmi 5,99€)


Risposta: la potatura del limone

Gentile Roberto,

i limoni in genere producono frutti un paio di volte all’anno, di più o di meno a secondo del clima in cui vengono coltivati; di norma un limone in salute fiorisce in inverno e in primavera inoltrata, in modo da avere frutti da maturare in gennaio-febbraio, e in agosto-settembre. Il tuo limone quindi fruttifica nella giusta stagione dell’anno, probabilmente nei mesi di giugno e luglio il clima è eccessivamente umido o caldo per poter permettere alla pianta di fiorire anche a fine estate. La fioritura in genere avviene dopo un periodo (anche breve) di riposo vegetativo, quindi per stimolarla, oltre a fornire le giuste cure colturali, quali concimazioni ed annaffiature, è importante lasciare che la pianta subisca un poco della siccità estiva, per poter cominciare a fiorire.

La potatura del limone si pratica in estate, nel periodo di pausa tra le due fioriture, quindi quando la pianta è in un periodo di semi riposo vegetativo, in luglio; i rami di limone che produrranno fiori e frutti sono quelli prodotti l’anno precedente, che quindi non vanno toccati durante la potatura; si asportano invece i rametti piccoli, le parti secche o con sviluppo verso il centro della chioma, e si accorciano i rami che hanno già fruttificato. Se sulla pianta sono ancora presenti frutti, possiamo tranquillamente staccarli, visto che i limoni maturano anche quando sono già stati staccati dal ramo che li portava.

Per svecchiare la pianta ogni tre o quattro anni si accorciano i rami più grossi e vecchi, in modo da favorire lo sviluppo di nuovi germogli a ramo, che andranno a produrre i rami che l’anno successivo porteranno frutto.

Per favorire lo sviluppo di fiori e frutti è importante anche annaffiare la pianta i caso di siccità molto prolungata, e fornire le corrette concimazioni; tradizionalmente i limoni si concimano con un fertilizzante costituito da lupini spezzati, tale concime libera nel terreno Sali minerali ed aminoacidi, utili anche per altre piante, non solo per gli agrumi; oltre a questo i lupini macinati apportano anche una buona dose di sostanza ammendante al terreno, ovvero aiutano a migliorarne l’impasto ed a mantenerlo soffice. Si utilizzano in genere circa un etto di lupini spezzettati per metro quadrato, da interrare leggermente con l’aiuto di una zappa. La fornitura di lupini, una o due volte all’anno, non preclude ad ulteriori concimazioni, utilizzando concimi da sciogliere nell’acqua delle annaffiature, o anche concimi a lenta cessione, da spargere attorno alla pianta ogni 4-5 mesi.

  • Limoni Il citrus limon è sicuramente l’agrume più coltivato al mondo; tutti lo conosciamo. L’alberello è di dimensioni modeste, di solito non supera i 3-4 metri di altezza; il fogliame è sempreverde, scuro, ...
  • Agrumi, arance Gli Agrumi sono tra le piante da frutto più coltivate in tutto il mondo, sono grandi arbusti, più spesso piccoli alberi, di origine Asiatica, coltivati in Europa da secoli, ma diffusi da tempo anche i...
  • Limone Il citrus limon è un albero da frutto, la cui coltivazione in Europa avviene da secoli; originario dell'India e dell'Asia; anche se viene considerato da sempre una specie a sè stante, il citrus limon ...
  • limone Buon giornodesidero avere informazioni su un problema inerente ad una pianta di limoni malata di cocciniglia.... come posso avere informazioni?grazie vs.risposta...

ALBERO PIANTE PIANTA DI LIMONE 4 STAGIONI IN FITOCELLA H.150 CIRCA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35€


potatura limone: Attrezzi e modalità di taglio

Oltre alla tecnica generale di potatura, ovvero alla parte della potatura relativa a quali rami asportare e dove tagliarli, è molto importante la modalità di taglio durante quest'intervento colturale. Una delle regole più importanti è utilizzare delle forbici e delle cesoie pulite e disinfettate. Prima del taglio di potatura si dovranno disinfettare gli strumenti di taglio perchè le lame possono trasportare batteri e funghi e infettare le piante se sono state utilizzate su piante ammalate. Entrando sotto la corteccia degli alberi, le lame possono fare entrare in contatto i parassiti in maniera molto rapida nella pianta e per questo motivo la loro pulizia è di estrema importanza.

Se la pianta è sana e con i nostri strumenti di taglio abbiamo sempre trattato piante sane il rischio di infettare altre piante durante le operazioni di potatura è basso ma dobbiamo stare comunque attenti. Un altro aspetto molto importante riguarda come tagliare le piante ovvero come effettuare il taglio una volta deciso quali rami tagliare e in che proporzione. Il taglio di potatura infatti deve essere netto e preciso e per fare ciò bisogna avere degli strumenti ben affilati oltre ovviamente ad una mano precisa e soprattutto decisa. I tagli inoltre devono essere fatti in maniera leggermente obliqua ovvero facendo in modo che l'acqua piovana che cade sulla superficie di ramo aperta dal taglio, riesca a defluire in maniera abbastanza veloce senza creare ristagno. E' molto importante che sui rami tagliati non si formi del ristagno idrico perchè questo potrebbe aumentare notevolmente la probabilità di far nascere dei funghi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO