Mirtillo rosso - Vaccinium vitis - idaea - Vaccinium vitis-idaea

Mirtillo rosso - Vaccinium vitis - idaea: Generalità

mirtillo rosso

Nome: Vaccinium vitis-idaea L.

Raccolta: Nei mesi più caldi.

Proprietà: Antidiarroico, diuretico, astringente (i frutti); antigottoso, depurativo e bechico (le foglie).

Famiglia: Ericacee.

Nomi comuni: Uga dei munt, martellina, vigna di monte, vigna d’orso.

Habitat: Boschi e luoghi umidi fino ai 2500 metri d’altezza.

Parti usate: I frutti e le foglie.

Conservazione: I frutti si consumano freschi oppure si conservano sotto aceto; le foglie si devono essiccare in luoghi secchi e arieggiati e quindi si devono conservare in sacchetti di tela.

Uso: Decotti delle foglie e dei frutti, tintura e sciroppo dei frutti per uso interno.

Note: I preparati di foglie di mirtillo rosso, devono essere assunti solo dietro prescrizione medica e in ogni caso sempre rispettando scrupolosamente le dosi indicate; un uso eccessivo può, infatti, provocare fenomeni di intossicazione.

mirtillo rosso





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Le annaffiature saranno regolari, ogni qual volta il terreno si presenta asciutto; in questo periodo dell'anno ogni 3-4 giorni può essere sufficiente, evitando gli eccessi.


Tenere Umido
concimazione
Durante i mesi autunnali le piante si preparano all'inverno; le esigenze sono quindi diverse rispetto a quelle dei mesi caldi: le concimazioni saranno meno ricche in azoto, per evitare che le piante producano eccessiva vegetazione tenera, molto sensibile al freddo; il concime si fornisce una volta al mese, scegliendone uno specifico per acidofile, ricco in potassio e fosforo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO