Pungitopo, Rusco - Ruscus aculeatus

Generalità

Nome: Ruscus aculeatus L.

Famiglia: Liliacee.

Nomi comuni: Piccasorci, asparago pazzo, erba cocca, linguetta.

Habitat: Zone boschive fino agli 800 metri di altezza.

Parti usate: I germogli e le radici.

Raccolta: I germogli da marzo a maggio, le radici tra settembre e novembre.

pungitopo

Artemisia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,7€
(Risparmi 3,3€)


Pungitopo, Rusco - Ruscus aculeatus: Proprietà

Conservazione: Il rizoma pulisce e poi si essicca al sole, i germogli si utilizzano in cucina solo freschi.

Proprietà : Il rizoma è proteico e diuretico. Uso: Uso interno: decotto e tintura delle radici; uso esterno: decotto del rizoma per combattere le emorroidi e contro il gonfiore delle gambe.,

Note: I germogli di pungitopo, dal caratteristico gusto amarognolo, sono molto ricercati. Per la cottura è consigliabile legarli in piccoli mazzi e farli cuocere con le cime rivolte verso l'alto. Una volta lessati si possono consumere in insalate, nella preparazione di insalate o di minestre.

  • Pungitopo La pianta comunemente conosciuta come “pungitopo” si chiama in realtà Ruscus e appartiene alla famiglia delle Ruscaceae. Questo genere comprende all’incirca 6 specie che crescono spontaneamente in Eur...
  • pungitopo Vorrei seminare il pungitopo. E' possibile farlo?Grazie Marco...
  • Pianta di pungitopo Il nome scientifico del pungitopo è Ruscus aculeatus e appartiene alla numerosa famiglia delle Liliaceae. È originaria della macchia mediterranea ma da tempo si è naturalizzata anche nel sud-ovest del...
  • Foglie e rizoma del pungitopo Le annaffiature rappresentano un aspetto importantissimo nella coltivazione del pungitopo e devono necessariamente seguire determinate regole. Per l'intera estate l'irrigazione deve avvenire abbastanz...

Alimentazione e nutrizione umana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,75€
(Risparmi 11,25€)





Esposizione
Pianta che predilige le posizioni ombreggiate, evitare l'esposizione ai raggi diretti del sole.

 
Posizione ombreggiata
Annaffiature
Si annaffia soltanto durante periodi di prolungata siccità o quando il terriccio è ben asciutto; in questo periodo dell'anno in genere può essere sufficiente intervenire una volta ogni 20-25 giorni.


Tenere Umido
concimazione
Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO