Aloe vera gel: la pianta dei miracoli o guaritore

vedi anche: Trova piante

Aloe barbadensis miller: il guaritore naturale

Tra le oltre 200 varietà, l' Aloe Barbadensis Miller è quella più utile per l'uomo, probabilmente la più usata nella storia dell'umanità. Già nell''antico Egitto le regine utilizzavano l'aloe vera nelle quotidiane routinedi bellezza, senza contare l'uso medico fatto da greci e romani. L'aloe era conosciuta anche in estremo oriente, tanto che le proprietà sono state tramandate di generazione in generazione fino ai giorni nostri.

La linfa medicinale dell'aloe vera gel è contenuta all'interno delle foglie e, nel tagliarle, è necessario prestare particolare attenzione al processo ossidativo, onde evitare che il gel perda le sue proprietà benefiche. La conservazione dell'aloe gel tramite un processo di stabilizzazione a freddo mantiene l'efficacia della linfa.

Ma come riconoscere un buon aloe? Innanzitutto è necessario osservare bene la confezione, che non deve essere trasparente o traspirare. Garanzia di qualità è il marchio IASC, ente indipendente che monitora gli standard di produzione di questo prodotto in tutto il mondo. Un'ottima idea sarebbe quella di imparare a leggere l'etichetta: stiamo pagando per un gel puro oppure a foglia intera la cui buccia non ha alcuna proprietà? è stata aggiunta acqua per aumentare il volume del prodotto? essendo il gel di aloe composto al 99% da acqua, non c'è infatti motivo che possa spingere il produttore ad aggiungerne. Assicuratevi che non vi siano inoltre miele o zucchero. Certo, con questi ingredienti il gel risulta più gustoso ma i benefici della pianta risultano vanificati.

Ricordate che per legge l'etichetta non può attribuire alcuna proprietà o potere curativo all'alimento, questo per non trarre in inganno il consumatore in merito alle reali caratteristiche del prodotto.

Verificate infine gli additivi che devono sempre essere di origine naturale. Fate particolare attenzione anche agli additivi usati per stabilizzare l'aloe ed evitate quelli a base d'alcool.

Aloe vera


Proprietà e principi attivi dell'aloe vera

PROPRIETA' E PRINCIPI ATTIVI DELL'ALOE VERA GELProprietà e benefici dell'aloe vera gel derivano principalmente da tre principi attivi in essa contenuti. Al primo posto troviamo i mucopolisaccaridi, particolari zuccheri che il corpo umano riesce a produrre autonomamente solo nel corso dei primi dieci anni di vita. Una volta superato questo periodo sarà opportuno ricorrere a fonti esterne per assumere sostanze quali l'acemannano, un particolare mucopolisaccaride capace di produrre agenti immunitari e distruggere batteri nonchè cellule tumorali. L'effetto antitumorale è stato dimostrato nel trattamento del sarcoma murino di Norman e nel fibrosarcoma di animali quali cani e gatti.

Gli antrachinoni sono principi attivi che intervengono nella regolazione dell'attività intestinale, oltre ad essere efficacissimi contro scottature, acne e fastidiose punture d'insetto.

Ultimo importante principio attivo sono le vitamine ed i sali minerali. Calcio, ferro, manganese, fosforo, potassio e sodio sono infatti presenti in grandi quantità nelle foglie di aloe. Allo stesso modo sono presenti molte tra le vitamine più importanti, come la vitamina A, il gruppo B e la vitamina C.

L'aloe gel ha inoltre un efficace potere depurativo, tanto che se assunto regolarmente può aiutare il corpo ad espellere le tossine. Come è noto, a lungo andare queste sostanze possono causare sonnolenza e spossatezza.

L'applicazione del gel aiuta anche la mobilità delle articolazioni, contrastando i dolori muscolari grazie alle sue proprietà calmanti e antinfiammatorie.

Ottima come rimedio naturale contro il mal di testa, l'aloe gel si può applicare unitamente a poche gocce di olio essenziale di lavanda.

Molte persone fanno ormai uso quotidiano del gel aloe vera, bevendolo come una normale tisana. Inutile dire che anche in questo caso i benefici sono innumerevoli. Pur non essendo un purgante o un lassativo, il gel di aloe vera aiuta a combattere l'intestino pigro ed a migliorarne la regolarità.

Notevoli sono le proprietà cosmetiche e cosmeceutiche dell'aloe gel. Quest'ultimo viene ricavato direttamente dal succo puro della pianta e sottoposto a particolari trattamenti con sostanze gelificanti, in modo da renderne più agevole l'uso topico. L'aloe è ideale come base per detergenti o cosmetici naturali, può essere utilizzato infatti come materia prima nella composizione di cosmoceutici come i prodotti di bellezza per la cura di viso, corpo e capelli. Ottimi risultati si ottengono anche nel trattamento di patologie della pelle (acne).

Prima dell'acquisto è bene sincerarsi che il prodotto non contenga alcun colorante o sostanze sintetiche che potrebbero comprometterne il potenziale. Anche in questi casi è bene leggere l'INCI riportato sull'etichetta, ovvero l'elenco delle sostanze presenti nel cosmetico.

Il gel ha un effetto astringente molto leggero, non si appiccica alla pelle e non secca.

E' molto interessante notare la notevole differenza esistente tra l'aloe vera gel ed i normali prodotti per la cura dell'epidermide. Mentre questi ultimi si fermano sulla pelle (a meno che non contengano liposomi), il gel di aloe contiene mediatori capaci di penetrare trasportando i principi attivi in profondità.

Il gel di aloe è quindi perfetto per l'utilizzo in ambito cosmetico. Capace di stimolare la produzione di collagene, il suo effetto è rafforzato associando all'utilizzo topico anche quello orale.

L'aloe è indicato come crema da notte e da giorno per prevenire la comparsa delle rughe, idratando e donando elasticità alla pelle. Ferite, rush cutanei ed altre infiammazioni possono essere altresì trattate usufruendo dei benefici di questa pianta.

In occasione di soggiorni al mare, il gel di aloe vera è la soluzione più indicata per proteggersi da sole in quanto contiene in modo del tutto naturale un fattore di protezione 4 ai raggi ultravioletti. Ottimo come doposole o lenitivo, l'aloe calma gonfiori e rinfresca l'epidermide in caso di scottature o eritemi solari causati dalla lunga esposizione ai raggi del sole.

La pelle non è la sola a poter essere trattata con cosmetici a base di aloe. Anche i capelli ed il cuoio capelluto necessitano di attenzioni ed è ormai abitudine consolidata quella di diluire il gel con un po' di acqua e sale da cucina (sale dell'himalaya o, in alternativa, sale marino integrale). Il composto così ottenuto potrà essere utilizzato massaggiandolo sullo scalpo, in modo da stimolare la ricrescita dei capelli e proteggere il cuoio capelluto. E' noto infatti che la protezione e la rigenerazione di quest'ultimo siano condizioni basilari per la ricrescita.

  • aloe Il genere aloe conta alcune centinaia di specie di piante succulente, diffuse in natura in Africa, nel bacino mediterraneo e in gran parte delle zone mediorientali; sono molto simili esteticamente all...
  • piante grasse Arbusto succulento, sempreverde, originario dell'America centro-meridionale. Privo di fusto, ha lunghe foglie cilindriche, arcuate, che danno origine ad ampi cespugli arrotondati, che raggiungono i 90...
  • aloe Buona giornata Spett.Le Redazione, volevo chiederVi una piccola informazione.Ho in appartamento una pianta di Aloe, non come quelle che mostrate nella Vs. rivista del mese di Aprile; questa pianta h...
  • Agave Aloe Da tempo sono ormai naturalizzate nell'area mediterranea, e anche in Italia trovano posto nei giardini botanici, ma anche nella flora che costituisce la macchia mediterranea allo stato naturale; l'asp...


Aloe vera gel: la pianta dei miracoli o guaritore: Dalla pianta al gel

aloe vera gel I più esperti potranno ricorrere al "fai da te" per prelevare il gel dalla pianta, a patto che quest'ultima abbia almeno 4/5 anni. L'interno della foglia di aloe è infatti costituita dal gel, trasparente e mucillaginoso.

Crescere una pianta di Aloe Barbadensis Miller è semplice, necessita di poche cure e la si può tenere comodamente in vaso trattandola come una comune pianta grassa.

Prima di tagliare la pianta è bene lasciarla senz'acqua per almeno quattro giorni. La foglia va tagliata a partire dalla base della rosetta, incidendola lungo i margini e procedendo poi a spellarla da un lato. Asportatene la polpa e riponetela in un vasetto oppure frullatela a seconda delle vostre esigenze e conservatela in frigorifero per non più di due settimane. L'importante è lavorare in un ambiente pulito ed igienico.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO