Mosca bianca



In questa pagina parleremo di :mosche bianche

Mosca bianca

L’aleurode comunemente conosciuta come Mosca bianca della serra( scientificamente Trialeurodes vaporarium) è un parassita assai dannoso che si annida nelle piante. Impariamo a riconoscerla.

È alato, di piccole dimensioni, circa 1,25 mrn di lunghezza. Lo si può riconoscere dalla somiglianza alle farfalle notturne e dal suo colore bianco presente sulle ali, le quali si differenzano dal colore del resto del corpo, che si presenta giallo pallido.

DANNI AL VEGETALE

danni causati dalla mosca bianca

Numerosi parassiti apparentemente immobili occupano la parte inferiore delle foglie, ma se disturbati tendono a volare intorno all’intera superficie della foglia che a sua volta è attaccata da uno sciame vorticoso, il quale lentamente si espande anche in altre zone della pianta. Le piante che sono colpite da questo tipo di parassita perdono la tonicità del fusto ed il loro fogliame subisce un processo inarrestabile d’ingiallimento, destinando cosi il vegetale a seccarsi. Qualora la pianta avesse dei frutti, gli stessi verrebbero ricoperti da uno strato colloso, derivante dalla mielata, una sostanza zuccherina rilasciata dai parassiti giovani e dagli adulti che si nutrono della parte inferiore della foglia. La melata incentiva la proliferazione di muffe fuligginose che in una fase successiva ledono il vegetale intaccando la sua vitalità. Il parassita si nutre del fogliame per mezzo del suo apparato boccale, il quale si presenta a forma di ago, grazie a questa sua peculiarità l’insetto può puntigliare continuamente la foglia sino al completo deturpamento..

NASCITA E SVILUPPO DEL PARASSITA

Le uova sono di forma circolare. Le femmine adulte provvedono a collocarle sulla parte inferiore delle foglie. Sono coniche, attecchiscono perfettamente sulla superficie del fogliame, grazie ad alcuni minutissimi vasi, chiamati peduncoli. I nuovi nati, i neanidi, una volta usciti dalle uova si spostano rapidamente lungo la superficie della foglia restando cosi immobili. Le neanidi hanno una forma nettamente diversa da quella delle specie adulte, sono piatte e di forma ovale. L’aspetto dominante è la loro semitrasparenza, un elemento che spesso le rende poco visibili e difficilmente riconoscibili. Il loro processo di crescita avviene grazie al mutamento della pigmentazione del corpo dell’insetto, l’effetto translucido inizia gradatamente a raggiungere un aspetto candido, infatti le neanidi risultano ricoperte da una polvere di colore bianco, grazie a questo passaggio, risultano finalmente visibili e trattabili. Questa fase di crescita ha un nome specifico “pupa”,le specie saranno adulte solamente nel momento in cui abandoneranno l'involucro della pupa.

LE DIVERSE SPECIE DI ALEURODI

mosche bianche

Il parassita è un emittero polifago, ossia si nutre di qualsiasi pianta, qualsiasi vegetale è soggetto al suo attacco, spesso difficile da contrastare, giacché l’insetto è molto resistente ai trattamenti insetticidi, che in alcuni casi se effettuati con scarsa esperienza conducono al danneggiamento della pianta ma non del parassita. In estate il ciclo vitale del parassita richiede un periodo di tre o quattro settimane durante le quali il cambio di diverse generazioni è continuo. Questo dinamismo comporta ad una ciclicità difficilmente controllabile.

L’insetto si presenta in diverse specie, quali:

Aleurode della Phyllirea. Attacca la Phylirea; le pupe si presentano scure e di color marrone.

Aleurode dell'azalea. L'insetto danneggia solo le specie sempreverdi; questa è da considerarsi una forma specifica di Trialeurodes vaporarium.

Aleurode del cavolo. La pianta del cavolo è una specie appartenente alla famiglia delle Brassicacee quindi soggetta agli attacchi dell'Aleyrodes brassicae, parassita che si accoppia in tutto l’anno. Dopo l’attacco, la pianta viene circondata da una folta coltre di melassa che induce la coltura ad ammuffirsi.

Aleurode del caprifoglio. Le pupe possono essere bianche o gialle, si trovano sul caprifoglio o su altre Caprifogliacee, come Il Symphoricarpon.

Aleurodedel Vlburnum. La sua pupa attacca il Viburnum tinus, è nera, frangiata e con chiazze farinose bianche, alquanto cerose.

Aleurode del rododendro. L'insetto tende ad attaccare solamente alcune specie e alcuni ibridi di Rhododendron quali Rhododendron campynocarpum, R. catawbiense, R. caucasicum e R. ponticum. Le specie interessate al danneggiamento tendono a seccarsi attraverso un processo d’ingiallimento del fogliame.

METODI ANTI-PARASSITARI

Nelle colture di serra il problema è frequente in quanto lo sviluppo del parassita è sempre in atto. Un metodo efficace è quello dell’utilizzo d’insetticidi spray o somministrati per via aerosol. Il principio attivo utile da utilizzare è quello del pirimphosmetyl, sostanza che agisce sia sugli adulti che sulle specie in fase di sviluppo. È doveroso controllare il grado di tossicità e la compatibilità che il prodotto ha con la pianta da trattare, in modo tale da evitare che quest’ultima si secchi o abbia danni. Per le specie ortofrutticole, quindi colture commestibili, occorre effettuare alcuni intervalli di trattamento, pari a tre o quattro giorni. Oltre ai metodi chimici, esiste un efficace metodo naturale che consiste nell’impiego della vespa parassita Encarsia formosa, capace di distruggere le neanidi. Tale vespa è un imenottero assai esile, in grado di deporre in 15 giorni una quantità di uova tale da riuscire a debellare 50 neanidi di Aleurode. Ogni uovo deposto sopra la neanide, alla sua schiusa fa si che la larva colpita diventi bruna, pertanto riconoscibile ed attaccata dalla vespa. Da ricordare che questo imenottero vive in presenza di temperature non inferiori ai 13°C.




  1. Commenti
  2. Invia ad amico

commenti

nome:

email:

commento :

Invia articolo ad un amico










Articoli Correlati



mosca bianca
Aleurodide, mosca bianca
Questo parassita è originario dei paesi tropicali, grazie alla sua grande resistenza, e alla capacità di adattarsi, si è diffuso in tutto il globo in modo abbastanza uniforme. E' presente soprattutto ...
Vai alla pagina Aleurodide, mosca bianca
ortaggi malati di sclerotinia
Sclerotinia
Si definisce sclerotinia la famiglia di funghi della divisione degli Ascomiceti. Questa famiglia di funghi potrebbe essere in grado di condurre una vita autonoma ma molto più spesso preferisce parassi ...
Vai alla pagina Sclerotinia
oziorrinco
Oziorrinco
Un nemico insidioso per le piante del nostro giardino e delle coltivazioni di piante ornamentali e da frutto: l'oziorrinco. Questo parassita appartiene alla famiglia dei coleotteri ed è in grado di p ...
Vai alla pagina Oziorrinco
pianta grassa
Malattie piante grasse
Le piante grasse sono fra le più acquistate, in quanto considerate più resistenti di altri tipi di pianta: ma anche le piante grasse si ammalano. Ecco come riconoscere le malattie più comuni, e come c ...
Vai alla pagina Malattie piante grasse
Giardinaggio su Facebook Giardinaggio su Yuotube Forum Giardinaggio Registrazione a Giardinaggio.itForum Giardinaggio


Pagine più visitate di questa settimana
coccinigliaCocciniglia Le cocciniglie sono dei rincoti, come gli afidi; q continua...
mosca biancaAleurodide, mosca bianca Questo parassita è originario dei paesi tropicali, continua...
insettiOziorrinco L'Oziorrinco appartiene alla famiglia dei Coleotte continua...
Tripidi I tripidi sono minuscoli insetti, simili a piccoli continua...
gelsominoGelsomino malattie Il gelsomino è una delle piante ornamentali più di continua...




Barbecue

Barbecue
Il barbecue è un accessorio per il giardino molto comune in America che ha preso con gli anni sempre...

... vai alla pagina Barbecue

Casette Giardino

Casette Giardino
Utilissime per chi deve gestire grandi superfici come per chi vuole mantenere l'ordine nel proprio g...

... vai alla pagina Casette Giardino




  • Le tecniche di giardinaggio passate una ad una in rassegna con ampie schede di approfondimento, per scoprire tutto sulle tecniche di coltivazione.
  • Scopri la rubrica di giardinaggio.it dedicata alle piante ed ai fiori da giardino. Moltissime schede su altrettante specie ti sveleranno tutti i segreti del giardinaggio.
  • L'arte dei bonsai, un connubio di abilità e pazienza che può dare enormi soddisfazioni a chi la pratica. Scoprila con la rubrica di giardinaggio.it!
  • Gli appassionati di giardinaggio sanno che un buon giardino non si vede solo dai fiori e dalle piante. Resta aggiornato sull'arredamento per esterni con questa nostra rubrica.