Aleurodide, mosca bianca



In questa pagina parleremo di :mosca bianca

Generalità

Questo parassita è originario dei paesi tropicali, grazie alla sua grande resistenza, e alla capacità di adattarsi, si è diffuso in tutto il globo in modo abbastanza uniforme.

E' presente soprattutto nei luoghi caldi e umidi, per questa ragione è prevalentemente presente nelle serre, dove causa anche il maggior danno, lo sviluppo degli aleurodidi è favorito anche dalla scarsa ventilazione. Il parassita si nutre di moltissime varietà di piante, siano essere coriacee o tenere, tra queste le più comuni sono: begonia, dalia, surfinia, ciclamino, fucsie, petunie, tageti, stelle di natale e quasi tutte le varietà di geranio. Gli aleurodidi più diffusi sulle nostre piante ornamentali sono Trialeurodes vaporiorum, o aleurodide delle serre, e Bemisia tabacii, o aleurodide del tabacco.

Sono solitamente annidati sulla pagina inferiore della foglia, dove si nutrono provocando ingiallimenti delle foglie e indebolimento della pianta, in caso di attacchi gravi la pianta può defogliarsi e morire.

Gli aleurodidi sono insetti con un apparato lambente succhiante, per questa ragione possono propagare anche virus e batteri.

Questi parassiti producono molta melata che riempie le foglie e su cui si possono sviluppare delle fumaggini.

Riproduzione

come si riproducono

Questi insetti hanno un ciclo riproduttivo rapido, che permette svariate generazioni durante l'anno. Gli adulti solitamente sono sulla pagina inferiore della foglia, la loro presenza è facilemtne riscontrabile poiche si mettono in volo ogni volta che si muove la pianta. Le femmine depongono le uova sulla pagina inferiore della foglia, ogni femmina depone mediamente dalle 150 alle 200 uova, dopo un periodo di 10-12 giorni nascono le neanidi, queste devono passare da tre stadi neanidali e uno stato ninfale per poter diventare adulti, questa operazione richiede solitamente un mese di tempo.

Difesa

zoom

La lotta contro gli aleurodidi è molto dura, questo per la frequenza delle deposizioni, che provoca la presenza di più stadi di sviluppo nello stesso lasso di tempo, per la loro alta resistenza ai più comuni antiparassitari in commercio, ed anche per la pellicola cerosa che ricopre le uova, proteggendole dall'arracco delgi insetticidi.

Gli adulti possono essere catturati con delle trappole cromotropiche (sono formate da pezzi di plastica colorati di giallo e cosparsi con del collante), che andranno appese ad una ventina di centimetri sopra la pianta.

La lotta chimica è quella che al momento da i migliori risultati, è opportuno eseguire dei trattamenti abbastanza ravvicinati, uno ogni settimana per un mese, impiegando prodotti a base di piretro, acefale, dimetoato+endosulfan, oppure con imidacloprid, ripetendo il trattamento una volta al mese.

La lotta biologica si può effettuare in ambienti protetti, utilizzando l'imenottero calcidoideo Encarsia formosa e Encarsia tricolor , questi antagonisti naturali riescono a contenere abbastanza glia aleurodidi, soprattutto se non si utilizzano insetticidi che ne rallentano lo sviluppo. In commercio si possono trovare anche batteri che parassitizzano le uova e gli adulti di aleurodide, si tratta di Beauveria bassiana e di Verticillium lecanii.

Descrizione ed origini

L’aleurodide delle serre è un insetto appartenente alla famiglia delle aleyrodidae, chiamato volgarmente “mosca bianca”. Misura circa due millimetri ed è di color bianco crema, simile ad una piccola farfalla, e rappresenta uno dei parassiti delle piante più conosciuti e temuti.

Questa specie è originaria dell’America centrale e si è diffusa in maniera accidentale nelle regioni temperate o calde (come l’Italia meridionale). Nelle zone settentrionali e centrali della nostra penisola frequenta quasi esclusivamente le serre. Le piante parassitate sono moltissime: pomodori, melanzane, angurie, ma anche moltissime ornamentali tra le quali in maniera particolare le stelle di Natale. Può ad ogni modo essere presente anche in pieno campo, specie nelle zone in cui gli inverni sono miti.

Abitudini

Abitudini

Vivono in colonie che vanno a localizzarsi nella parte bassa delle piante e comunque sulla pagina inferiore delle foglie. Una volta che si sono stabilite in un certo ambiente cominciano a nutrirsi della linfa ricavata pungendo le nervature tramite il loro apparato boccale succhiatore.

Producono uova e generalmente la riproduzione avviene per via sessuata anche se in alcune specie vi può anche essere partenogenesi.

Alcune compiono una sola generazione all’anno (per esempio per la specie tipica dell’olivo), ma in linea generale se ne possono avere dalle 2 alle 4. In condizioni ambientali favorevoli si arriva a numeri molto più alti rendendo la lotta molto ardua.

Per esempio all’interno delle serre può capitare che un ciclo completo duri anche solo tre settimane. Per queste tipologie si hanno molte generazioni dalla primavera all’autunno all’interno e poi, durante l’inverno, vi è il trasferimento all’esterno su piante erbacee annuali.

Su quali piante li possiamo trovare?

Questi parassiti si nutrono di un numero abbastanza ristretto di piante, ma in caso di necessità sono in grado di adattarsi e allargare il loro raggio di azione. Ad ogni modo colpiscono in maniera esclusiva le angiosperme. Le piante per cui sono più dannose sono le solanacee, le leguminose, le curcubitacee, il tabacco, gli agrumi e anche molte piante ornamentali.

Danni della mosca bianca

Danni della mosca bianca

Purtroppo, grazie alla loro capacità di riprodursi velocemente e di ripararsi in maniera adeguata durante l’inverno, sono diventate delle vere piaghe per le coltivazioni. I danni possono essere paragonati a quelli prodotti dagli afidi, con la differenza che in questo caso risulta molto più difficile la lotta. Inoltre si è notato che diventano velocemente resistenti ai vari principi attivi.

I danni che causano sono:

- Le punture: di conseguenza vi sarà sottrazione di linfa e reazioni da parte della pianta, necrosi e disseccamenti fogliari. Si avrà perdita di vitalità e produttività.

- Melata: ostacolo alla fotosintesi clorofilliana, sviluppo di crittogame, danneggiamento del prodotto.

- Trasmissione di virosi (in particolare sul pomodoro).

Combattere la mosca bianca

La lotta contro questi insetti ha sempre trovato importanti ostacoli.

Prima di tutto la loro abitudine di localizzarsi sulla pagina inferiore delle foglie rende molto arduo il tentativo di raggiungerli solo con insetticidi da contatto e ingestione.

Sono inoltre molto mobili e tendono a spostarsi altrove per poi ricomparire.

Un’altra difficoltà, come abbiamo detto, è la loro capacità di adattamento e di sviluppo di resistenze agli agro farmaci.

Trattamenti con insetticidi

insetticidi

Per questo tipo di approccio si può ricorrere ad insetticidi da contatto e ingestione come i piretroidi. Utili possono anche essere i prodotti sistemici o trans laminari.

Si possono distribuire anche agrofarmaci a base di olio bianco, magari miscelato con un insetticida.

Un metodo molto efficace nelle serre per la prevenzione è il ricorso annuale alla fumigazione (in particolare con prodotti come metomyl, sulfostep o zolfo), prima di iniziare il ciclo delle colture.

Lotta integrata

In questo caso la lotta tramite individui antagonisti può essere davvero utile. Si può prendere in considerazione l’introduzione di parassitoidi come l’ Encarsia formosa (anche se nelle regioni meridionali non è particolarmente efficace e vi si può far ricorso solo dalla primavera all’autunno.

Sono invece piuttosto efficaci i lanci all’aperto di Encarsia lahorensis e clithosteus arcuatus , in particolare sugli agrumi.

Aleurodide, mosca bianca : Altri metodi

lotta mosca bianca

Per la prevenzione e la lotta si possono inoltre attuare varie strategie.

- Proteggere i piantini durante il trasporto tramite reti o tessuto non tessuto.

La serra deve inoltre essere isolata dall’esterno applicando reti apposite alle finestre e agli ingressi.

- Di capitale importanza è il controllo delle infestanti nei pressi delle coltivazioni.

- Acquistare le piantine soltanto da vivai che facciano prevenzione.

- Applicare all’interno delle serre, prima della messa a dimora, delle trappole cromotropiche gialle, una ogni 5 m2, sopra all’apice vegetativo della pianta, a circa 10 cm di distanza.




  1. Commenti
  2. Invia ad amico

commenti

12.05.53 -
Dino - commento su Aleurodide, mosca bianca
Ho 4 piante di gerani, collocate in punti diversi del giardino, ma nonostante ciò tutte sono infestate da un bruco che scava gallerie all'interno del tronco.nonostante cerco di eliminare le parti infettate a distanza di giorni risultano attaccate nuove parti della pianta. Come posso intervenire?
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
16.44.44 -
Luca - commento su Aleurodide, mosca bianca
io ho iniziato adesso a combattere questa piaga.....sto lavorando con un insetto poco apprezzato...e questo è il ragno.....c'è una specie che non ho ancora identificato che ha dimensioni millimetriche e tesse una tela molto intrecciata...occupa poco spazio per le sue dimensioni e così in particolare negli agrumi(un esempio di utilizzo) ne ho messi diversi a distanza ravvicinata.....la cosa positiva è che catturano molte mosche aiutandomi a tenerle sottocontrollo......inoltre mi auguro di riprodurre questo prezioso alleato così da ridurne drasticamente il numero.Se volete fare una lotta biologica dovete aumentare la biodiversità,in particolare la diversità specifica delle specie.Create a casa vostra delle zone di permanenza per gli insetti,vertebrati,e qualsiasi specie viva nella vostra zona.......io è diverso tempo che lavoro con loro e se anche la mia ricerca è agli inizi ho ottenuto buoni risultati....rammentiamo che tutti questi insetti dannosi sono di origine tropicale e che quindi in assenza di specifici predatori e malattie crescono a dismisura occupando anche il posto dei nostri....non usate prodotti che in realtà li eliminano temporaneamente.....
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
18:38:28 -
mauro - commento su Aleurodide, mosca bianca
le mosche bianche hanno attaccato le mie petunie che quest'anno avevano fatto talmente tanti fiori da non stare piu' sul mio balcone. purtroppo ora mi rendo conto che le piante si stanno indebolendo a partire dal basso le foglie ingialliscono e poi muoiono. sto provando con un semplice insetticida ma ho paura che non basti e poi ho paura che infettino anche i gerani e le altre petunie un po' piu' distanti che devo fare?
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
12.35.47 -
Bianca - commento su Aleurodide, mosca bianca
Ho trovato con mio enorme disappunto questo parassita su ribes nero e alloro. Ho nebulizzato tisana di equiseto, sulle due piante, abbondantemente, praticamente le ho lavate. Ho passato foglia dopo foglia, togliendo ogni traccia della loro presenza. il giorno dopo ho controllato, e dalla ulteriore verifica ho scoperto di aver tralasciato, dalla pulizia, la parte inferiore di una foglia, che mi ha dato la conferma che il prodotto funziona, in quanto la parte collosa bianca si era rinsecchita. La vicenda, non è affatto finita, poichè oltre la mia recinzione , ho scoperto che c'è un albero di oltre dieci metri aggredito da questo maledetto insetto e tutte le piante sponatenee sottostanti(Terreno demaniale ) La scoperta mi ha scoraggiato . Posso fare qualcosa contro questo insetto che non danneggi e salvi il mio orto / giardino che sto trattando con metodo biodinamico.( sono al primo anno )!!!!!!!! Salvatemi da quella mosca !!!!!! Grazie.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
11.38.35 -
Fabio - commento su Aleurodide, mosca bianca
sembrerà strano ma è sufficiente acqua e sapone (molto sapone) le mosche non riescono più a volare e muoiono attaccate alle foglie. è però importante, ogni 2 giorni, ripetere il trattamento. questo per 2 settimane circa. (p.s: il giorno dopo il trattamento devi lavare le foglie con le moche morte, dopo che le piante sono asciutte riprocedere, e ovviamente nno puoi mangiare le tue officinali fino a lla settimana successiva il termione del trattamento.)
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
9.15.21 -
titti96 - commento su Aleurodide, mosca bianca
weee
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
18.07.02 -
Chefclaude - commento su Aleurodide, mosca bianca
...si stanno inchiappettando in terrazza le mie piante di timo! fate dite qualcosa (di non tossico!).
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
22.42.03 -
anonimo - commento su Aleurodide, mosca bianca
l'encrasia formosa e una vespa degli icnemundi non una coccinella!
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
18.58.33 -
ljerka - commento su Aleurodide, mosca bianca
Miei fiori quasi tutti sono contaggiati e non sono riuscita mai toglirre bqueste mosce bianche.Ma ho sentito da qualche parte che si puo spruzzare con un po di shampoo per capeli e dopo due giorni lavare.(ma non shampoo concetrato).Ho paura che miei fiori muioiono dopo tratamento con shampoo.Mi puo dire se posso provare.Grazie ,cordilae saluto Ljerka!(scusi per Italiano ma sono Croata)
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
8.29.40 -
emanuele - commento su Aleurodide, mosca bianca
1 cosa molto insolita: una varietà molto simile di questi parassiti, quasi dei moscerini, ha deciso di annidarsi nei miei bulbi di giacinto. Un giorno osservo un vaso dove avevo piantato 1 giacinto e noto che era l'unico a non essere spuntato. Per curiosità lo dissotterro e, per mia grande sfortuna, dissotterandolo, escono fuori molti di quei moscerini e, tirato fuori il bulbo, noto "con piacere" che le larvette si sono mangiate 3/4 del bulbo. Cosa posso fare?
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
12.15.39 -
Ester - commento su Aleurodide, mosca bianca
Ho notato che questo parassita ha infettato le mie piante officinali: timo, rosmarino, salvia, maggiorana, menta e anche il basilico. Vorrei combatterle naturalmente, abito a Roma, zona Collatina - Prenestina, dove posso rivolgermi? Grazie!
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
21:41:33 -
Pharmc959 - commento su Aleurodide, mosca bianca
Very nice site!
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
21:41:06 -
Pharmc152 - commento su Aleurodide, mosca bianca
Hello! fdbcegb interesting fdbcegb site!
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
04:41:50 -
Rossano - commento su Aleurodide, mosca bianca
@ Emanuele: non sono aleurodidi. Se trovi delle larve che si annidano nel colletto dei bulbi potrebbe trattarsi di sylphe dei narcisi (attacca all'aperto varie bulbose, hyppeastrum compreso), nome scientifico meredon equestris. Le larve divorano i bulbi causandone il marciume e la perdita della pianta. All'aperto il colletto scoperto delle bulbose va coperto con una retina a maglie molto strette da fissare al substrato (anche in vaso) con delle forcine perché così impedisci alle mosche di entrare e depositare le uova che alla schiusa iniziano a divorare il bulbo.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
04:02:43 -
Rossano - commento su Aleurodide, mosca bianca
Questi insettacci sono difficili da debellare perché passano da una pianta all'altra e ci si accorge della loro presenza quando hanno già trasmesso virosi agli esemplari parassitizzati. Deformazioni fogliari, accartocciamenti, macchie brune e decolorazioni delle foglie sono il loro biglietto da visita. Le parti colpite vanno irrimediabilmente potate. Nel caso delle Dalie si può sperare nella ripresa totale perché avendo radici tuberose che fungono da organo di riserva, ogni anno si rigenerano nuovi fusti dal terreno (parte aerea). Anche le rizomatose e le bulbose possono farcela per le stesse ragioni, ma se ad essere attaccata è una pianta che non ha organismi di riserva come le lavandule, le parti secche (interi fusti!) vanno tagliate a livello del terreno e possono essere rimpiazzate solo con nuovi esemplari.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
6:05:19 PM -
constantino - commento su Aleurodide, mosca bianca
la mia sere con gerbera e piena cosa devo fare
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
21.28.30 -
Fabio - commento su Aleurodide, mosca bianca
Cara Ester, purtroppo le officinali sono l'harem dell'Aleurodide, in quanto attratta dagli oli essenziali, soprattutto della menta; personalmente ho notato che eliminarle non è fattibile da queste specie; se comunque volessi contenerla potresti rilasciare dell'Encarsia formosa (coccinella rossa) che però instaura un certo equilibrio con la mosca bianca presente (non la elimini del tutto). Altri metodi non ne conosco. Sappi, comunque che anche utilizzando piretroidi e confidor con una concentrazione di 10 ml in 1 L (e la dose massima sarebbe di 10 ml a hl...)non la elimini ugualmente!!! solo il freddo ti può aiutare. lascia le piante all'esterno e dovrebbe morire da sola. ciao buona fortuna, Fabio
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
20:04:02 -
pinigheddu - commento su Aleurodide, mosca bianca
sui fiori contro la mosca bianca va bene anche il last al limone (diluite circa 50 cc di dettersivo in un litro di acqua poi con uno spruzino irrorate bene la pianta cercando di colpire le mosche bianche annidate sulle foglie dopo un po la mosca bianca colpita si dovrebbe squagliare
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
17.35.58 -
daniela - commento su Aleurodide, mosca bianca
ho letto in vari forum una ricetta a base di aglio e alcol: 6 denti di aglio , 1/2l di alcool, 1/2 di acqua. Va tutto centrifugato, poi conservato in frizer per un po, dopodicché si spruzza sulle piante, preferibilmente di sera. Per le mosche adulte c'é anche un altro sistema, mettere vicino alla pianta dei foglietti gialli cosparsi di colla, le mosche sono attratte dal giallo e ci si fiondano.. Io non ho ancora provato ma lo faró perche ormai la mia menta é in fin di vita cia e buona fortuna
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

nome:

email:

commento :

Invia articolo ad un amico










Articoli Correlati



mosche bianche
Mosca bianca
L’aleurode comunemente conosciuta come Mosca bianca della serra( scientificamente Trialeurodes vaporarium) è un parassita assai dannoso che si annida nelle piante. Impariamo a riconoscerla. È alato ...
Vai alla pagina Mosca bianca
Accessori da Esterno
In accessori da esterno trovi moltissimi articoli di approfondimento su tutti gli oggetti ed i complementi d'arredo per il giardino che possono tornare utili per arricchire il proprio garden e rendere ...
Vai alla pagina Accessori da Esterno
irrigazione
Irrigazione
L'irrigazione del giardino è diventata con gli anni una componente sempre più importante e diffusa. Dapprima presente solo nei grandi spazi e nei parchi pubblici, si è velocemente diffusa anche in cas ...
Vai alla pagina Irrigazione
yucca
Yucca, Tronchetto della Felicità 
genere di circa 40 specie di alberi sempreverdi e arbusti, originari degli Stati Uniti meridionali, del Messico e del sud America; alcune sono senza fusto, altre hanno steli eretti, vigorosi, talvolta ...
Vai alla pagina Yucca, Tronchetto della Felicità 
Giardinaggio su Facebook Giardinaggio su Yuotube Forum Giardinaggio Registrazione a Giardinaggio.itForum Giardinaggio


Pagine più visitate di questa settimana
coccinigliaCocciniglia Le cocciniglie sono dei rincoti, come gli afidi; q continua...
piante malateFumaggine Con la definizione fumaggine si intende un gruppo continua...
Tripidi I tripidi sono minuscoli insetti, simili a piccoli continua...
mosca biancaAleurodide, mosca bianca Questo parassita è originario dei paesi tropicali, continua...
insettiOziorrinco L'Oziorrinco appartiene alla famiglia dei Coleotte continua...





Altre piante simili


Piante Carnivore

Piante Carnivore
Scopri tramite questa sezione il mondo curioso delle piante carnivore, piante sempre molto apprezzat...

... vai alla pagina Piante Carnivore

Tecniche di giardinaggio

Tecniche di giardinaggio
Il giardinaggio è una filosofia di vita, un modo di pensare, un hobby, ma anche un insieme di tecnic...

... vai alla pagina Tecniche di giardinaggio


Parassiti e Malattie

Parassiti e Malattie
Le piante possono essere colpite da varie avversità: sia climatiche che parassitarie. Nonostante tu...

... vai alla pagina Parassiti e Malattie


  • L'arte dei bonsai, un connubio di abilità e pazienza che può dare enormi soddisfazioni a chi la pratica. Scoprila con la rubrica di giardinaggio.it!
  • Scopri la rubrica di giardinaggio.it dedicata alle piante ed ai fiori da giardino. Moltissime schede su altrettante specie ti sveleranno tutti i segreti del giardinaggio.
  • Entra nella sezione dedicata ad orto e frutta, dove troverai tutte le piante da orto e le piante da frutto con ampie descrizioni e consigli per la loro coltivazione.
  • Esistono piante dai poteri curativi, utilizzate anche in farmacia per le loro straordinarie proprietà. Scoprile e impara a coltivarle grazie a questa rubrica.