Rose Acapella - Rosa

Generalità

Genere che conta numerose varietà di arbusti, eretti o rampicanti, originari di tutti i paesi che si trovano nell'emisfero boreale; da queste varietà nel corso dei secoli sono derivate decine di varietà, sia ibridi sia cultivar, ed ogni anno ne vengono prodotte di nuove, con fioriture particolarmente abbondanti, fiori grandi o colori sgargianti. Sviluppano fusti eretti, ramificati in modo disordinato, legnosi alla base, che generalmente portano numerose spine; le foglie sono di colore verde scuro, pennate, con piccole foglie di forma ovale, appuntita. In maggio-giugno producono numerosi fiori di medie dimensioni, semplici, doppi o stradoppi, spesso intensamente profumati, tanto da essere utilizzati nell'industria dei profumi. Generalmente le rose botaniche Europee e nordamericane fioriscono una sola volta nell'arco dell'anno, mentre alcune specie asiatiche sono rifiorenti fino all'inverno: gli ibridi e le varietà orticole ottenute da vari incroci fra le specie Asiatiche e altre specie sono in genere rifiorenti, e producono fiori a partire da aprile fino ai freddi invernali. Le rose sono sicuramente tra i fiori più apprezzati nei giardini e contano numerose associazioni di appassionati; la bellezza dei fiori e la facilità di coltivazione sono sicuramente le caratteristiche che rendono le rose così attraenti, anche per i principianti.
Rose acapella

Vivai Le Georgiche Rosa Acapella

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,6€


Esposizione

Rose acapella la gran parte delle specie e varietà di rose necessitano di posizioni ben soleggiate, o semiombreggiate, con almeno 4-6 ore di sole diretto al giorno; condizioni particolarmente ombreggiate causano scarse fioriture. Esistono però varietà che amano particolarmente l'ombra. Le rose acapella non temono il freddo, più facilmente temono il gran caldo estivo, che spesso causa un breve periodo di riposo vegetativo, privo di fioriture.

  • fiori secchi La vita dei fiori può essere, per così dire, "allungata", grazie all'utilizzo di tecniche di essiccazione, che consentono la conservazione di piante e fiori per un lungo periodo di tempo. La bellezza ...
  • Aphelandra squarrosa L'Aphelandra squarrosa o Afelandra è un arbusto sempreverde originario dell'America centro-meridionale, che in natura raggiunge i 2-3 m di altezza, ed in contenitore si mantiene di dimensioni vicine a...
  • Rosa  floriunda Fiore nobile, coltivato da secoli in tutta l'area del mediterraneo e in Asia, ormai presente nei giardini e nei parchi di tutto il mondo, la rosa è uno degli arbusti preferiti dagli appassionati di gi...
  • Rosa  Le rose sono arbusti coltivati da secoli in tutti i giardini del mondo; in Europa hanno subito decenni di ibridazioni e incroci, che hanno portato alla produzione di moltissime varietà, a fiore partic...

Statua disegno Toscano PD1912 1851 Ebe e Ganimede marmo Bonded Resina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,45€
(Risparmi 0,61€)


Annaffiature

rosa acapella le piante appena messe a dimora, in autunno o a fine inverno, necessitano di essere annaffiate bagnando il terreno in profondità; durante i mesi che vanno da novembre fino ad aprile in genere si accontentano delle piogge; durante lunghi periodi di siccità necessitano di annaffiature abbastanza regolari, attendendo sempre che il terreno asciughi. Durante i mesi più caldi dell'anno vanno annaffiate saltuariamente, con abbondanti quantità di acqua; la sospensione delle annaffiature in luglio e agosto può portare le piante ad un periodo di riposo vegetativo, privo di fioriture.


Terreno

rose acapella è consigliabile porre a dimora le nuove piante di rose acapella in terreno in cui non siano precedentemente state piantate altre rose, si utilizza in genere del buon terriccio universale bilanciato, mescolato con poco stallatico e con della buona terra da giardino. In autunno si sparge attorno alle piante del concime organico ben maturo, in giugno si può praticare una concimazione a base di concime organico o di concime chimico a lenta cessione, specifico per piante da fiore. Gli esemplari coltivati in contenitore solitamente necessitano che ogni 3-4 anni si sostituisca tutto il terriccio contenuto nel vaso.


Moltiplicazione

La moltiplicazione avviene per seme, in primavera; generalmente le varietà di rose acapella moderne vengono coltivate innestandole su specie botaniche, quindi per propagarle mantenendo le caratteristiche peculiari delle piante è necessario praticare talee, in estate inoltrata.


Le avversità della rosa

rose ibridi di tea La Rosa è considerata la regina dei fiori, ed è coltivata da tempi remoti su tutto il globo non solo a scopo ornamentale per il fiore o le bacche (cinorrodi) che ne derivano dalla fecondazione, ma anche per estrazione di oli ed essenze aromatiche per l'industria cosmetica e farmaceutica.

Le specie botaniche sono circa 250, mentre le coltivate, derivanti da selezioni e ibridazione varie, sono innumerevoli, dato che, ogni anno, vengono costituite in tutto il mondo centinaia di nuove varietà.

In genere le Rose antiche, o meglio le spontanee selvatiche, sono robuste e quindi refrattarie ai vari parassiti, mentre quelle coltivate o ibridate risultano molto sensibili all'ambiente ed alle avversità relative.

La ragione principale per cui quasi tutte le attuali selezioni sono innestate, è proprio insita nel fatto che il portinnesto o piede selvatico o rustico, conferisce poi alla parte innestata (coltivata per il fiore) una maggiore vigoria e resistenza in generale.


Avversità e cure

Per semplificare le varie problematiche che danneggiano le Rose acapella, si possono raggruppare le differenti cause in : patologie ambientali, parassitarie fungine, danni da insetti e animali.


Patologie non parassitarie : nutrizionali o ambientali

acapella Tutte le Rose per poter vivere e fiorire regolarmente necessitano di suolo neutro o sub-acido, ricco in elementi fertilizzanti, di sostanza organica, e dal punto di vista strutturale deve essere ben drenato.

La mancanza di un terreno adatto alla coltivazione e carente di elementi nutritivi causa un generale deperimento della pianta di Rosa, con manifestazioni di scarsa fioritura e ingiallimenti fogliari.

Altre cause "ambientali" sono la scarsità di luce, l'inquinamento, gli stress termici, ma anche l'eccesso di salinità in acqua suolo o terricci non idonei , ed altri accidentali o involontari come ad esempio al trapianto.

Le Rose possono manifestare specifiche decolorazioni fogliari in funzione del tipo di elemento nutritivo di cui sono carenti:

-Decolorazione generalizzata della pianta e ingiallimenti fogliari più pronuciati nelle zone basali. Vegetazione stentata con scarsa fioritura con fiori di colore slavato. Azoto

-Colorazione bronzo- violacea delle foglie scarso accrescimento e ramificazioni fiorali che ricurvano a S Fosforo

-Disseccamenti al margine delle foglie che possono ricurvare ad U i fiori hanno scarsa colorazione e sono di dimensioni ridotte. Potassio

-Le foglie basali ingialliscono nella zona della nervatura centrale e disseccano rapidamente con loro precoce distacco. Magnesio

-Le foglie opacizzano e si ripiegano in basso. Le lamine disseccano principalmente ai margini e sull'apice. Calcio

-Ingiallimenti progressivi dagli apici al basso della pianta con disseccamento delle foglie. Fioritura nulla o molto scarsa . Ferro


Avversità parassitarie dovute a funghi

Uno dei problemi più frequenti sulle Rose è il proliferare delle malattie fungine o crittogamiche, più comunemente chiamate "muffe" a causa dell'aspetto delle loro fruttificazioni che generalmente ricoprono la pianta attaccata.

Questi patogeni se non combattuti per tempo, possono distruggere in breve tempo tutte fiori e piante .

Sono favorite da situazioni climatiche umide o piovose, ed affliggono maggiormente Rose con carenze nutrizionali.

- Seccume dei fusti, cancro dei rami e fessurazioni

Sui fusti e sui rami compaiono aree depresse rosso-violacee che in seguito disseccano con spacco della corteccia.

- Marciume basale o del colletto

Le giovani piante presentano imbrunimenti e marcescenze a livello del colletto. La pianta dapprima ingiallisce poi si secca rapidamente.

- Oidio o Mal bianco

Su foglie, fiore e apici dei rami compaiono macchie feltrose bianche. I fiori non schiudono o avvizziscono.

- Muffa delle foglie e dei boccioli

Su foglie e fiori compaiono muffe grigio cenerognolo che in seguito marciscono.

- Ruggine

Sulla pagina inferiore delle foglie compaiono pustole bruno giallastre che possono diventare polverulenti. Gli organi colpiti disseccano

- Peronospora

Sulla pagina superiore delle foglie compaiono aree giallognole, mentre nella pagina inferiore in corrispondenza di queste appare una muffa bianca.

- Ticchiolatura

Sulle foglie appaiono macchie nerastre o violacee confluenti. Le foglie colpite disseccano e cadono rapidamente spogliando in breve tutta la pianta.


Rose Acapella: Insetti o parassiti animali che colpiscono le Rose

esempio di rosa Le Rose sono facilmente aggredite da vari tipi di insetti che possono presentare apparato boccale masticatore o succhiatore ed i danni si verificano sull'intera pianta, con particolare preferenza proprio al fiore perché più tenero, dolce e succoso.

- Afidi o Pidocchi

La categoria di insetti più temibile è data dai succhiatori come gli afidi perché oltre al danno diretto causato dalla sottrazione di linfa e alla trasmissione di forme virali, si assomma quello della produzione della antiestetica melata con richiamo di formiche e formazione successiva di "fumaggini".

Ricoprono tutte le parti giovani della pianta e la portano a rapido avvizzimento per sottrazione di linfa .

- Tentredini e Larve

Possono essere di vario tipo : da bruchi o larve di lepidotteri di colore verde o giallo, a insetti adulti come maggiolini. Mangiano foglie, fiori o germogli.

- Cocciniglie

Succhiano la linfa come gli afidi, si differenziano per essere quasi immobili e vivono protetti da scudetti cerosi di colore bianco o giallo rosato.

- Larve di lepidotteri minatori

Sono larve di microlepidotteri che "minano" la zona verde della foglia lasciando intatta la cuticola. Le foglie disseccano e cadono.

- Cicaline

Sono farfalline succhiatrici che pungono foglie giovani o germogli. Gli organi colpiti presentano si accartocciano con colorazioni argenteo

- Acari o Ragnetti rossi

Sono minuscoli ragni che provocano con le loro punture sulle foglie ingiallimenti che in seguito disseccano totalmente. Sono molto mobili e quando attaccano massicciamente la pianta producono anche piccole ragnatele

- Larve terricole e millepiedi

Appartengono a vari ordini di insetti da lepidotteri a coleotteri o elateridi.Danneggiano radici e parti basse delle piante.


Guarda il Video
  • rosa rosa Simbolo per eccellenza di amore, devozione, ammirazione, bellezza e perfezione, la rosa è uno dei fiori di aspetto elega
    visita : rosa rosa



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta direttamente ai raggi del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare eccessivamente; in genere è sufficiente fornire acqua ogni 15-20 giorni, o anche meno; più il clima è freddo e meno la pianta necessita di annaffiature; si consiglia di sospendere le annaffiature durante i periodi con temperature molto rigide.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO