orchidea phalaenopsis ingiallita

vedi anche: Orchidee

Domanda : orchidea phaelaenopsis

Salve , sono Rossella.D, lettrice della vostra rubrica sulla cura delle piante. Il mio problema riguarda la mia orchidea phaelaenopsis che , nonostante ho notato crescere in quaesti giorni , e mettere su credo nuovi steli , sta però ingiallendo le ultime foglie sottostanti,praticamente quelle appena sopra le radici , per intenderci.

Sto seguendo accuratamente ogni tipo di cura , grazie anche ai vostri consigli , dunque acqua demineralizzata una volta a settimana e tramite spruzzi , sole non diretto e nessuna corrente d aria. Mi chiedo dunque se l ingiallimento delle ultime foglie sia normale o è dovuto a qualcosa che non capisco.Potete darmi altri consigli?

Ringrazio.

Rossella.D

phalaenopsis


orchidea phalaenopsis ingiallita: Risposta : orchidea phaelaenopsis

orchidea phaelaenopsis Gentile Rossella,

in genere lo sviluppo delle orchidee phalaenopsis avviene producendo nuove foglie turgide, che pian piano vanno a sostituire quelle sottostanti, più vecchie; in effetti tutte le piante sempreverdi periodicamente perdono le foglie, non prima però di averne prodotte di nuove, che andranno a praticare la fotosintesi clorofilliana al posto di quelle morte. Visto che coltivi la tua pianta nel modo migliore, ritengo che la motivazione sia questa; quindi ritengo anche che la tua pianta possieda già delle belle foglie nuove, turgide e di un bel verde.

L’ingiallimento delle foglie non è sempre un sintomo di malessere, certo che se tale ingiallimento priva la pianta totalmente di organi verdi allora c’è da preoccuparsi.

Comunque puoi facilmente capire quando l’ingiallimento è dovuto all’”età” delle foglie o ad una malattia.

Nel caso di una foglia ormai vecchia e morente, noterai un lento ingiallimento di tutta la pagina fogliare, che diviene sempre più gialla in tutta la sua area, proprio come avviene alle foglie di un albero a foglie caduche; prova ad osservare i ginkgo biloba in autunno, nell’arco di una settimana tutta la pianta diviene color dell’oro, ma nessuno si preoccupa per questo, è il normale ciclo biologico della pianta.

Quando invece l’ingiallimento è dovuto ad una malattia, non avviene in modo omogeneo sulle foglie, che spesso diventano maculate prima di ingiallire completamente, oppure oltre a cambiare di colore invece di seccare divengono mollicce e flosce. In questi casi si tratta spesso di marciumi, dovuti ad eccessi di annaffiature, o a acqua stagnante nel sottovaso.

La presenza di insetti invece si manifesta spesso con maculature gialle di piccole dimensioni, soprattutto se si tratta di acari, talvolta anche solo in una piccola porzione della foglia; spesso gli insetti si nascondono sulla pagina inferiore del fogliame, o all’attaccatura delle foglie alla pianta, è quindi difficile notarli, se non si cerca nel pungo giusto.

Altro motivo per cui le piante divengono gialle è la clorosi, una malattia diciamo metabolica, dovuta al fatto che il terreno in cui sono poste non contiene ferro biodisponibile per la pianta, oppure contiene eccessive quantità di calcare, che fa da antagonista al ferro; questo tipo di disturbo affligge in genere le piante acidofile (azalee, camelie, pieris) ma non è infrequente che attacchi anche piante da appartamento coltivate in vaso, soprattutto quando la terra del contenitore non viene sostituita da anni.

L’ingiallimento dovuto alla clorosi è però abbastanza ben riconoscibile: la pianta, nella sua interezza, comincia diremmo a sbiadire; foglie dal colore che di solito è verde scuro, cominciano a divenire verde chiaro, e lentamente divengono gialle, talvolta anche quasi bianche.

Un altro motivo per cui le foglie ingialliscono, è la carenza di annaffiature, che però si accompagna al disseccamento del terreno, delle radici, dell'intera pianta.

  • Orchidee Phalaenopsis Le phalaenopsis, in particolare i loro ibridi, sono le orchidee che si trovano più comunemente in commercio. La loro coltivazione è molto semplice visto che si adattano molto bene alla vita d’appartam...
  • fiore phalaenopsis amabilis Le Phalaenopsis comprendono all'incirca trenta specie di orchidee epifite, dai fiori variopinti e di grande eleganza. Tra queste, ricordiamo la Phalaenopsis amabilis, un'orchidea originaria delle zone...
  • phalaenopsis per mantenere a lungo un orchidea due steli in un appartamento...
  • phalaenopsis salve, ho un piccolo problema con la mia orchidea phalaenopsis. l'ho comprata ad ottobre dall'unicef era molto bella ha fatto 2/3 fiori e poi ha seccato lo stelo. ho ascoltato il consiglio di un fio...


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO