compatibilità

Domanda : compatibilità

Si possono piantare insieme per motivi di spazio

pero e prugno ? oppure ciliegio e prugno?

Grazie per l'eventuale risposta

Cordiali saluti

pianta da frutto


Risposta : compatibilità

Gentile Leonardo,

gli alberi sono esseri viventi, e come tali necessitano di un loro spazio vitale; spesso nei giardini vediamo delle siepi molto fitte, costituite da arbusti costretti a vivere gli uni vicino agli altri, come tante sardine in scatola: questo tipo di siepe sicuramente ha il pregio di essere fitta e compatta già nel giro di pochi anni, ma nel lungo periodo i vari arbusti che la compongono manifesteranno svariate problematiche, dovute appunto alla estrema vicinanza tra le piante.

Passi per gli arbusti da siepe, dei quali spesso apprezziamo solo ed esclusivamente il fogliame molto fitto; per gli alberi da frutto la questione si complica ulteriormente: la gran parte delle piante produce fiori (e conseguentemente frutti) solo nelle zone della chioma raggiunte dai raggi solari diretti; infatti la maggior parte delle piante da frutto fiorisce prima di produrre le foglie, in modo che non ci sia una chioma impenetrabile ad ombreggiare i fiori. Oltre a questo anche i futuri frutti maturano molto meglio quando la pianta è libera di ricevere il sole direttamente, senza essere ombreggiata dalle piante poste a lato.

Quindi, già solo per una questione di soleggiamento, tra due alberi da frutto è consigliabile tenere almeno due o tre metri di distanza; questo spazio serve anche a far sviluppare i due alberelli senza problemi, infatti l’eccessiva vicinanza può costringere i due alberi a produrre più ramificazioni da un lato, rispetto all’altro, rendendole instabili e disarmoniche.

In linea generale quindi, non porrei a dimora mai due piante da frutto attaccate, una vicina all’altra. Nei frutteti coltivati per produrre grandi quantità di frutti, le piante vengono spesso coltivate a spalliera, come avviene anche per l’uva, se fai attenzione tali alberi si trovano comunque ad un minimo di un metro e mezzo di distanza.

Detto questo, se è solo una questione di posizionare due piccoli alberelli nani nella stessa grande vasca, le piante da frutto comunemente coltivate in Italia sono per la maggior parte rosacee, e in particolare pruno e ciliegio appartengono allo stesso genere del prunus, manifestano quindi le stesse identiche esigenze colturali. Anche se le esigenze in fatto di acqua, concimazione e altro sono similari, porre vicini due alberi, per quanto nani, non è mai un’idea sensata, visto che condividerebbero un vaso che rapidamente potrebbe divenire strettino.

Le piante da te indicate però non hanno identico sviluppo: pruno e pero tendono ad essere degli alberelli, spesso con chioma compatta e altezza che non supera i tre metri; il ciliegio invece è un albero di maggiori dimensioni, che può raggiungere i quattro o cinque metri di altezza; per questo motivo vedo in modo assai bizzarro un pero e un ciliegio posti attaccati; nel corso degli anni diverrebbero una coppia assai particolare.

  • fiori beloperone guttata La Beloperone guttata o Justicia è un piccolo arbusto sempreverde originario dell'America centrale e del Brasile; le piante adulte raggiungono i 70-10 cm di altezza, ma possono crescere anche oltre i ...
  • Peperomia caperata Peperomia è un genere costituito da oltre mille specie di piante sempreverdi originarie dell'America meridionale, cespitose o rampicanti; poche specie sono originarie dell'Africa. Le foglie sono lucid...
  • Amelanchier Il Pero corvino - Amelanchier rotundifolia è un arbusto caduco da fiore e da frutto originario dell'Europa meridionale e del continente americano di dimensioni raramente superiori ai tre metri. Pr...
  • Salvia russa La Perovskia atriplicifolia è una varietà erbacea perenne che sviluppa un arbusto legnoso, originaria dell'Asia. Produce fusti legnosi o semilegnosi, abbastanza ramificati, che danno origine ad un p...




COMMENTI SULL' ARTICOLO