Innesto limone

vedi anche: Innesto

Domanda: innesto limone

Buon giorno,

Ho un problema con un limone generato da un seme di 12 anni : non prende

nessun tipo di innesto. L'ho fatto innestare sia in vivai che da persone

esperte ma puntualmente linnesto muore. Volevo sapere se la pianta ha

qualche

tipo di problema per il quale non tiene gli innesti, e qaule tipo di innesto

mi consigliate. Grazie

Axel da udine

innesto limoni

PINZA INNESTATRICE COMPLEMENTARE + Guida all'Innesto Omaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Risposta: innesto limone

innesto a corona limone Gentile lettore,

la pianta del limone solitamente si innesta a spacco o a triangolo del

periodo di marzo, molto importante che la marza sia di buona qualità e con

uno stato vegetativo più indietro rispetto al porta innesto.

Per capire meglio quali sono le tecniche migliori vediamo di spiegare più in dettaglio quali sono le operazioni necessarie per ottenere un innesto che dia buoni risultati.

  • Limoni Il citrus limon è sicuramente l’agrume più coltivato al mondo; tutti lo conosciamo. L’alberello è di dimensioni modeste, di solito non supera i 3-4 metri di altezza; il fogliame è sempreverde, scuro, ...
  • Agrumi, arance Gli Agrumi sono tra le piante da frutto più coltivate in tutto il mondo, sono grandi arbusti, più spesso piccoli alberi, di origine Asiatica, coltivati in Europa da secoli, ma diffusi da tempo anche i...
  • Limone Il citrus limon è un albero da frutto, la cui coltivazione in Europa avviene da secoli; originario dell'India e dell'Asia; anche se viene considerato da sempre una specie a sè stante, il citrus limon ...
  • limone Buon giornodesidero avere informazioni su un problema inerente ad una pianta di limoni malata di cocciniglia.... come posso avere informazioni?grazie vs.risposta...


Innestare limone

innestare limone Per poter ottenere un buon risultato con questa tecnica risulta fondamentale poter disporre di due elementi fondamentali: un corretto portainnesto e una marza, cioè un rametto prelevato da una pianta di limone da cui si svilupperà la nuova pianta. Come per le altre piante di agrumi, la metodologia più adottata è solitamente quella detta a corona o quella a spacco. Con queste tecniche si innestano nel portainnesto una o due marze che abbiano su di esse due o tre gemme. Solitamente il portainnesto più utilizzato per la riproduzione degli agrumi è la pianta dell'arancio amaro che ha delle caratteristiche interessanti, in quanto risulta essere resistente e vigorosa, elementi fondamentali per poter avere un nuovo esemplare sano e vigoroso. Il diametro delle marze deve essere di circa un centimetro e una lunghezza di circa dieci o quindici centimetri.


Innesto limone: Come innestare limone

piante limoni Per eseguire questa operazione ed ottenere nuove piante sane e vigorose è fondamentale prendere alcuni accorgimenti che permetteranno la riuscita dell'operazione. Per prima cosa è bene sapere che il periodo migliore per mettere in pratica questa tecnica è quello primaverile; altro elemento fondamentale è quello di ricordarsi di praticare dei tagli netti e precisi, senza slabbrature che potrebbero inficiare la riuscita. Per innestare la marza nel portainnesto, questo va tagliato in orizzontale, ottenendo una superficie tonda in cui va poi praticata un incisione verticale al almeno quattro centimetri dal bordo. In questa incisione a V va inserita la talea prelevata dalla pianta di limone. Se si inserisce una sola marza al centro si potrà parlare di innesto a spacco; se si decide di utilizzare due marze da inserire ai lati, si metterà in pratica la tecnica dell'innesto a corona. Per avere un buon risultato occorre scegliere un portainnesto sano e vigoroso, privo di patologie che lo rendano fragile; è poi fondamentale chiudere lo spacco con del mastice apposito, per evitare infiltrazioni. L'innesto a corona, invece, va completato legando le marze con rafia e coprendo poi con un sacchetto di cellophane, da coprire ulteriormente con dei sacchetti di carta, che andranno tolti ogni due settimane per verificare lo sviluppo delle gemme; se queste si sono sviluppate, allora i sacchetti vanno tolti definitivamente. Per quanto riguarda il mastice e la rafia, questi vanno tolti solo quando la pianta ha ormai formato il callo di unione tra portainnesto e talea.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO