Pesco - Prunus Persica

Generalità

Pianta proveniente dalla Persia da cui ne deriva appunto il nome latino "persica", cresce spontaneamente anche in Cina. Il pesco è un albero da frutto di modeste dimensioni, infatti, allo stato naturale raggiunge soltanto i 4-5m d'altezza. Ha foglie lanceolate lunghe fino a 20cm, i fiori, generalmente sono di color rosa e fioriscono molto precocemente, rendendo il pesco particolarmente sensibile alle gelate primaverili. I frutti hanno la buccia di colore giallo-rossastra vellutata, la polpa, secondo la varietà può essere gialla o bianca con venature rosse, più evidenti in prossimità del nocciolo. Presumibilmente da una mutazione gemmaria, si sono ottenute piante con frutti a buccia glabra, liscia, chiamati nettarine o pesca-noce, da cui, in seguito, si sono selezionate diverse varietà con caratteristiche differenti sia sulla grandezza, sul colore e sull'epoca di maturazione del frutto. Esistono inoltre, particolari selezioni di pesche, chiamate percoche o duracine, i cui frutti sono di piccola pezzatura e di forma molto regolare, hanno la polpa soda e consistente, perciò idonea alla manipolazione, essi sono utilizzati esclusivamente dall'industria per la produzione di pesche sciroppate e macedonie.
pesche


Portainnesti

esempio di pescaIl portainnesti più usato dai vivaisti è senza dubbio il franco che presenta ottima affinità con la maggior parte delle varietà di pesche. Resiste bene alla siccità ma teme i terreni pesanti, argillosi e impermeabili, nei quali la pianta diventa particolarmente sensibile alle malattie esaurendosi rapidamente. Talvolta si usa innestare il pesco sul mandorlo selvatico, che dà buoni risultati sui terreni sassosi e calcarei, dove il franco non trova buone condizioni per lo sviluppo.

  • Pescatorea

    Pescatorea genere che comprende 15-20 specie di orchidee epifite, originarie delle foreste umide dell'America centro -meridionale. Non possiedono pseudobulbi, costituiscono rosette a ventaglio di lunghe foglie ...
  • Pesco - Prunus persica

    pesca Le pesche appartengono alla grande famiglia dei prunus, così come albicocche, ciliegie, prugne; il nome botanico è prunus persica, nonostante la pianta sia originaria della Cina e dell'Asia centrale, ...
  • Frutteto

    Il frutteto è uno delle passioni di molti dei nostri lettori. Poter "raccoglieri i frutti" delle nostre fatiche nel far crescere e curare le piante, è senza dubbio una delle attività che può dare magg...
  • Nespolo Giapponese - Eriobotrya japonica

    fiore di Eriobotrya japonica Piccolo albero sempreverde originario della Cina, che può raggiungere i 5-6 m d'altezza. Ha corteccia scura, rami sinuosi e chioma tondeggiante, spesso aperta ad ombrello. Le foglie sono molto grandi,...


Impollinazione

pesco a fusoLa maggior parte delle varietà si autofecondano. Fra le varietà più pregiate e diffuse, è la J.H. Hale che risulta essere sterile, quindi è consigliato associarla ad una varietà diversa per ottenere una buona produzione di pesche. In ogni caso è sempre consigliato avere due o più piante di diversa varietà per favorire l'impollinazione e di conseguenza anche la produttività.


Concimazione

pesco a palmettaSi ottengono ottimi risultati utilizzando concimi a base di azoto, fosforo e potassio (NPK), distribuendo quantità bilanciate durante l'inverno, mentre nel periodo vegetativo, soprattutto in primavera, e possibile intervenire ancora aumentando la dose di azoto. Evitare l'impiego di concimi con alta percentuale di azoto nei periodi di siccità.


Malattie

Fra i parassiti animali che possono arrecare maggiori danni al pesco, oltre gli afidi e le cocciniglie, sono le tignole, che depongono le uova nei giovani germogli facendoli appassire rapidamente. La tignola inoltre attacca anche i frutti, della polpa dei quali si nutrono le larve, aprendo delle cavità fino a raggiungere anche il nocciolo. Il patogeno che attacca maggiormente il pesco è la Bolla del pesco, che si presenta sia sui germogli giovani sia sulle foglie, deformandole e rendendole più spesse, dove si possono notare ampie macchie di color giallo-rosso.


Forme di allevamento


A fuso

Per la formazione di un fuso, si dovrà piantare un pollone che sarà tagliato ad un'altezza dal suolo di circa 50 cm. Durante la primavera, verranno emessi numerosi rametti che dovranno essere sfoltiti con potature a verde, conservando quelli più robusti disposti in maniera equilibrata per formare la chioma. Il secondo anno le branche laterali si dovranno spuntare, prestando attenzione che il taglio si fatto appena sopra ad una gemma esterna, in modo da favorire l'apertura della chioma.


A palmetta

Per formare una palmetta occorre tagliare il pollone a circa 70 cm da suolo, si farà poi attenzione, durante la vegetazione, di conservare un ramo verticale per la freccia e due laterali per le branche, praticando delle potature di sfoltimento, eliminando i rametti deboli e quelli disordinati all'interno della chioma. In seguito, nell'anno seguente si spunterà la freccia e si conserveranno altri due rami robusti per creare il secondo piano. È consigliato realizzare, per i primi anni di crescita, una struttura di sostegno per fissare i rami laterali della pianta.


Pesco - Prunus Persica: A vaso

Per formare il vaso è necessario piantare un pollone di un anno e tagliarlo a 40-50 cm dal suolo. All'inizio del secondo anno si accorceranno a 30-40 cm almeno quattro rami vigorosi tenendoli lontani dal centro, che a loro volta daranno altri rami dei quali si conserveranno solo quelli esterni. Accorciare ancora anche questi rami in modo da irrobustire ulteriormente la pianta, dopo di che la crescita sarà lasciata libera praticando solo qualche potatura di sfoltimento eliminando i rami disordinati.


Guarda il Video
  • albero di pesco

    albero di pesco Le pesche appartengono alla grande famiglia dei prunus, così come albicocche, ciliegie, prugne; il nome botanico è prunu
    visita : albero di pesco
  • come potare il pesco

    come potare il pesco Il pesco è un albero da frutto del genere prunus, lo stesso del ciliegio. Specie arborea dalla lunga tradizione, il pesc
    visita : come potare il pesco
  • potare il pesco

    potare il pesco Verso la fine dell’inverno è consigliabile procedere alla potatura degli alberi da frutto; questa operazione viene effet
    visita : potare il pesco



Esposizione
Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.

 
Sole pieno
Annaffiature
Le annaffiature si praticano solo quando il terreno è ben asciutto da alcuni giorni, ogni 10 giorni può essere sufficiente; se il clima fosse particolarmente caldo è possibile intensificare leggermente le annaffiature.


Tenere asciutto
concimazione
Se siamo già intervenuti a fine inverno con una concimazione organica, in questi mesi possiamo intervenire anche una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione.


Esigenze della piante a maggio in un clima alpino.

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


17.59.53 -
Gianni - commento su Pesco - Prunus Persica
quando posso intervenire contro la bolla del pesco ?, con che prodotto e quantita? Grazie.
12.46.39 -
davide - commento su Pesco - Prunus Persica
ho trapiantato un albero di pesco da pochi giorni...ha 3-4 anni circa ma non ha ancora fruttificato...vorrei innestarlo...posso farlo adesso?
22:55:00 -
Agostino-zin - commento su Pesco - Prunus Persica
Ho alcune piante da frutto in collina nella provincia di bergamo, purtroppo quest£anno è un anno atipico, le basse temperature invernali e soprattutto il lungo freddo mi ha portato a rifare alcuni trattamenti al pesco, è molto piovosa, io stò trattando con Proclaim-Combi (bitertenolo) è la seconda volta, prima dell£ inverno ho trattato con Siaram (verde-rame), fortunatamente non ci sono afidi, ma le piante hanno la bolla del pesco, posso continuare con il trattamento ogni 10 gg.????
15.54.56 -
Checcacci Maria - commento su Pesco - Prunus Persica
Una pianta di pesco può dare i frutti anche se non è stata innestata. gradirei una risposta
18.38.35 -
roby - commento su Pesco - Prunus Persica
per la bolla e indispenzabile il trattamento a bottoni rosa e ripetere il trattamento ogni 20 giorni fino a quando le temperature non salgono di circa 23 gradi il trattamento consigliato e il proclaim compi con l£ aggiunta di un insetticida
21.31.09 -
stefi - commento su Pesco - Prunus Persica
ho la gommosi sul pesco come posso curarla????
10.05.33 -
terry - commento su Pesco - Prunus Persica
il mio cane giocando mi ha spezzato un alberello di pesco che ho piantato la settimana scorsa, mio marito l ha ripiantato sperando che si possa riprendere perche la radice non e stata compromessa posso sperare che si riprenda o devo comprarne una nuova? grazie se mi date un aiuto
18.27.13 -
- commento su Pesco - Prunus Persica
quando e£ totalmente defogliato e praticamente paotresti anche iniziare in questo periodo e terminare a meta£ febbraio.P.S. cerca di portarlo ad un£altezza non superiore ai 3 metri.
22:03:28 -
- commento su Pesco - Prunus Persica
seeeeeeeeeeeeeee
21.30.45 -
andrea - commento su Pesco - Prunus Persica
Un pesco può dare frutti anche se nato da seme e non innestato ma la pianta deve avere un£età di almeno 4-5 anni perchè inizi a fiorire. Quest£anno un mio pesco nato da seme di 4 anni ha cominciato a fiorire.
20.14.56 -
petrit - commento su Pesco - Prunus Persica
la bolla di pesco e la malattia piu pericolosa per la pianta.servono tratamenti invernali con poltiglia bordolese 3-4 percento per salvarla.
13:05:37 -
federico - commento su Pesco - Prunus Persica
salve, ho un impianto di 80 piante, il terreno forse poco adtatto quest£anno ha assorbito molta acqua e sulla superficie del terreno c£era molto ristagno... le piante 40 su 80 hanno risentito e ora hanno si frutticini però le foglie e i germogli son piccoli e le foglie gialline... il ristagno sta passando posso salvarle o sono ormai perse? l£hanno prossimo hio intenzione di fare un£lavoro di drenaggio al terreno....
13:04:16 -
federico - commento su Pesco - Prunus Persica
salve, ho un impianto di 80 piante, il terreno forse poco adtatto quest£anno ha assorbito molta acqua e sulla superficie del terreno c£era molto ristagno... le piante 40 su 80 hanno risentito e ora hanno si frutticini però le foglie e i germogli son piccoli e le foglie gialline... il ristagno sta passando posso salvarle o sono ormai perse? l£hanno prossimo hio intenzione di fare un£lavoro di drenaggio al terreno....
12:59:03 -
federico - commento su Pesco - Prunus Persica
salve, ho un impianto di 80 piante, il terreno forse poco adtatto quest£anno ha assorbito molta acqua e sulla superficie del terreno c£era molto ristagno... le piante 40 su 80 hanno risentito e ora hanno si frutticini però le foglie e i germogli son piccoli e le foglie gialline... il ristagno sta passando posso salvarle o sono ormai perse? l£hanno prossimo hio intenzione di fare un£lavoro di drenaggio al terreno....
1.43.22 -
luciano - commento su Pesco - Prunus Persica
salve ..da diversi anni, quasi a completa maturazione delle pesche ,tutte si presentano bellissime ma bucherellate ..e purtroppo utilizzate come abitazione a piccoli vermetti bianchi,,,come posso fare? grazie in anticipo, luciano
11:36:24 -
- commento su Pesco - Prunus Persica
il pesco m£è mortoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
16.48.41 -
Paola - commento su Pesco - Prunus Persica
il ciliegio che da poco ho piantato in giardino, cola da alcuni punti di alcuni rami una specie di gelatina ambrata. devo preoccuparmi? Grazie Paola
18:08:17 -
Andrea - commento su Pesco - Prunus Persica
Buongiorno, vorrei comprare un albero di pesche noci, l£ho visto in un posto, in vaso, era altro 2/2,50 metri, a € 33,00(nemmeno molto a mio modesto parere), ma il mio dubbio è: posso portarlo a casa ora (meta£ ottobre) e piantarlo in giardino dal vaso dove lo acquisto (attualmente li tengono all£aperto e il posto è anche vicino a casa mia, una decina di km. al massimo). Vivo a 15 km. da milano circa. Quali accorgimenti dovrei avere nel trapiantarlo e che cure dovrei fare per l£inverno e poi che trattamenti nel tempo?
13.53.08 -
gibi - commento su Pesco - Prunus Persica
il mio pesco noce è fiorito ma ci sono alcuni rami che non hanno fatto ne fiori ne foglie posso potarli ora.grazie per l£eventuale suggerimento.
13.01.21 -
Domenico - commento su Pesco - Prunus Persica
Come attuare una semplice lotta biologica, per Drupacee e Pomcee, in modo da ridurre al minimo l£utilizzo degli insetticidi? Grazie in anticipo, Domenico
15.40.00 -
Francesco - commento su Pesco - Prunus Persica
pesche e albicocche purtroppo marciscono sull£albero ancora acerbi, quando intervenire con quali prodotti e in che percentuali, grazie.
11.30.41 -
cai alex - commento su Pesco - Prunus Persica
salve a tutti io sn un agricoltore per la bolla va benissimo la poltiglia bordolose o comunque prodotti a base rameica e per prevenirla bisogna fare almeno 4 trattamenti anche nel periodo invernale di caduta foglie....la gommosi è una reazione della pianta agli insetti nocivi nn è nulla...il pesco selvatico nn produce quasi nulla con pezzatura poco elevata e caratteristiche organolettiche scarse...innestate a gemma nel periodo dopo ferragosto quando il pesco si dice che "da la buccia" senò a marzo con innesto a triangolo.....il pesco si pota quando nn ha le foglie generalmente ma a fine giugno si cavano i rami nuovi molto sviluppati che ombreggiano troppo chiamati succhini
13.53.38 -
remo - commento su Pesco - Prunus Persica
ho qualche pianta di pesche che frutuano le pesche esternamente sembrano sane ma i giovani germogli si secchano ad unaltezzadi circa 3 o 4 centimetri. da cosa puo dippendere?vi ringrazio molto
20.19.19 -
nicola - commento su Pesco - Prunus Persica
come facio a spere quando è il periodo più opportuno per poter potare un pesco di due anni che è diventato più alto di quatro metri?
14:57:37 -
michela - commento su Pesco - Prunus Persica
salveil mio albero di pesco,nato da seme,ha 5 anni,ma non ha mai fiorito,nonostante la ramificazione è rigogliosa ed è alto ora 1 metro e mezzo ....perchè nn ha mai fiorito??gradirei una risposta ed un consiglio. Grazie
22.09.51 -
maurizio - commento su Pesco - Prunus Persica
sulle mie piante da frutto ho la gommosi come si puo£ curarla
14.52.13 -
mario - commento su Pesco - Prunus Persica
adriano, da quel che ho letto su internet si tratterebbe della bolla. L£intervento va fatto in autunno per l£anno successivo.
19.40.54 -
antonio - commento su Pesco - Prunus Persica
salve, a tutti. vorrei sapere in che periodo posso fare il trattamento per la bolla , e quale è il prodotto più adatto. grazie.
11.52.59 -
Andrea - commento su Pesco - Prunus Persica
Salve. Sto cercando un tipo di pesca molto molto dura. sapreste darmi qualche nome di un tipo di pesca con queste caratteristiche ?
16.55.37 -
Ricky - commento su Pesco - Prunus Persica
Salve, vorrei sapere esattamente cosa fare, quando fare e come fare a potare un pesco. Ha cira 4 anni, il secondo anno ha fruttificato ma aveva la bolla quindi..., l£anno scorso ha fatto le pesche ma su qualche ramo è venuta la bolla, ne ho salvate una ventina. Io non sono pratico e ho 4 piante: 2 peri, un pesco e una prugna americana; mi sapete dire che trattamenti fare, cosa usare e quando farli? Grazie mille a tutti e tanti auguri di Buon Anno a tutti. By Ricky.
11.54.40 -
adriano - commento su Pesco - Prunus Persica
ho un pesco con l foglie tutte attorciliate e brutte da vedere ho spruzzato della poltiglia bordolese spero di aver fatto una cosa giusta mi potete dire se va bee o ci sono dei preparati diversi grazie
10.51.22 -
Franco - commento su Pesco - Prunus Persica
X Gianni Acquista POMARSOL e segui le istruzioni sulla busta. Trovi anche i periodi di intervento.