Caladio - Caladium x hortolanum

vedi anche: Orto

Generalità

Il Caladium x hortolanum è una pianta erbacea tuberosa perenne originaria dell'America meridionale. Ha lunghi fusti leggermente arcuati, carnosi e lisci, che portano all'apice grandi foglie tondeggianti o cuoriformi, appuntite, bicolori o tricolori, bianco, rosa, rosse e verdi, di dimensione varia tra i 25 e i 60 cm, lucide e sottili. Esistono numerosi specie ibride di caladio, quindi possiamo vedere caladio colorati nei modi più vari, solitamente con i bordi e le venature di colori contrastanti rispetto alla parte centrale della pagina fogliare. I colori delle foglie sono più intensi se la pianta viene coltivata in luogo luminoso; un terreno molto acido causerà foglie con colori più scuri e decisi.
Caladium x hortolanum


Esposizione

foglie Caladio I Caladium x hortolanum amano posizioni a mezz'ombra o all'ombra completa, il più possibile lontane dai raggi diretti del sole che potrebbero rovinare le foglie. Temono molto il freddo, quindi vanno portate all'esterno soltanto in primavera inoltrata e in estate, il resto dell'anno lo passano in casa, in luogo luminoso e arieggiato. Volendo queste piante possono essere coltivate come le più comuni piante da tubero, quali le dalie ad esempio; quindi si possono porre a dimora in piena terra in primavera, per creare un'aiuola esotica e particolare, in luogo ombreggiato. Con l'arrivo dei freddi le foglie cominceranno a seccare, si può quindi dissotterrare il tubero, tagliare le foglie ormai secche, e conservare le piante in luogo buio e asciutto, come ad esempio un sacchetto di tessuto riempito con torba e segatura; i sacchetti vanno conservati lontano dai freddi invernali.

  • Cordyline australis Al genere Cordyline australis o Cordilinea appartengono circa venti specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi, diffusi in Asia, in Australia ed in Sud America, oltre a numerose cultivar. Queste p...
  • piante Areca L'Areca è una palma originaria delle Filippine e della Malesia, coltivata in gran parte delle zone caldo-umide dell'Asia e dell'Africa, che in vaso raggiunge raramente i due metri. Ha tronco rigato e ...
  • Datura fiore E' un genere che comprende circa una decina di specie di piante erbacee, perenni, originarie dell'America centro settentrionale e probabilmente dell'Asia; un tempo il genere contava molte più specie, ...
  • Dizygotheca elegantissima La Dizygotheca elegantissima, spesso chiamata anche schefflera elegantissima o aralia elegantissima, è in natura un grosso arbusto, o piccolo albero, sempreverde, originario dell'Australia e delle iso...


Annaffiature

caladium Nel periodo vegetativo, da marzo a ottobre, le piante di Caladium x hortolanum necessitano di annaffiature abbondanti e regolari, soprattutto se vengono coltivate in piena terra, lasciando asciugare leggermente il substrato tra un'annaffiatura e l'altra e controllando che non si formino ristagni d'acqua pericolosi per la salute di queste piante. Nei mesi freddi diradare le annaffiature se le piante vengono coltivate in casa. Ogni 20-25 giorni aggiungere del concime per piante verdi all'acqua delle annaffiature.


Terreno

piante caladio Le piante di caladio preferiscono terreni sciolti, leggermente acidi, ricchi di materia organica e molto ben drenati. Utilizzare un composto costituito da torba, terriccio bilanciato e sabbia in parti uguali.


Moltiplicazione

I tuberi di questa pianta producono spesso dei germogli, che vanno separati dalla pianta madre con un coltello affilato, e vanno quindi coltivati come nuove piante. E' anche possibile moltiplicare i Caladium x hortolanum per seme, ma, per la grande variabilità genetica, le piante ottenute con questa tecnica non potranno non avere le stesse caratteristiche della pianta madre.


Caladio - Caladium x hortolanum: Parassiti e malattie

Caladium x hortulanum pianta Questa piante possono venire colpite dagli afidi o dai marciumi radicali se l'umidità ambientale è troppo elevata.

Per contrastare il problema degli afidi è bene intervenire con rapidità con l'uso di un insetticida specifico, oppure con l'uso di composti naturali a base di aglio, da far bollire in acqua e da vaporizzare sulle foglie colpite.


Guarda il Video



Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO