Cordilinea - Cordyline australis

Generalità

Al genere Cordyline australis o Cordilinea appartengono circa venti specie di arbusti o piccoli alberi sempreverdi, diffusi in Asia, in Australia ed in Sud America, oltre a numerose cultivar. Queste piante, utilizzate soltanto in appartamento in Europa, sviluppano un corto fusto eretto, da cui si dipartono alcune ramificazioni, rivolte verso l'alto; all'apice dei rami si sviluppa un ampio ciuffo, costituito da lunghe foglie, spesso dalla consistenza papiracea. Le foglie di cordilinea possono essere di vari colori, dal verde scuro, al verde chiaro, spesso variegate; esistono anche varietà con foglie rosate o di colore marrone porpora. In natura gli esemplari adulti producono piccole spighe di fiori di colore biancastro o azzurro chiaro; gli esemplari coltivati in vaso difficilmente fioriscono ed in genere si mantengono di dimensioni abbastanza contenute, inferiori al metro di altezza, mentre in natura le cordilinee possono raggiungere i due-tre metri, a seconda della specie. Le specie più diffuse sono Cordyline australis, con foglie sottili, arcuate; C. terminalis, con larghe foglie leggermente cuoiose.
Cordyline australis


Esposizione

piante Cordyline Le piante di Cordyline australis temono il freddo, ed in genere preferiscono temperature invernali superiori ai 10-15°C, anche se in effetti potrebbero sopportare per brevi periodi temperature leggermente inferiori. Si coltivano in appartamento, scegliendo una posizione luminosa; in effetti le piante di cordilinea si sviluppano senza problemi in luoghi non troppo luminosi, ma il colore delle foglie tende a divenire smorto, poco vivace, con il protrarsi della carenza di luce; questo inconveniente si riscontra particolarmente con quelle varietà a variegatura rosata o porpora. Durante i mesi estivi le cordilinee si possono porre all'esterno, in luogo luminoso, ma riparato dai raggi diretti del sole.

  • piante Areca L'Areca è una palma originaria delle Filippine e della Malesia, coltivata in gran parte delle zone caldo-umide dell'Asia e dell'Africa, che in vaso raggiunge raramente i due metri. Ha tronco rigato e ...
  • Datura fiore E' un genere che comprende circa una decina di specie di piante erbacee, perenni, originarie dell'America centro settentrionale e probabilmente dell'Asia; un tempo il genere contava molte più specie, ...
  • Dizygotheca elegantissima La Dizygotheca elegantissima, spesso chiamata anche schefflera elegantissima o aralia elegantissima, è in natura un grosso arbusto, o piccolo albero, sempreverde, originario dell'Australia e delle iso...
  • medinilla Questa pianta è molto semplice da coltivare, ma non è molto diffusa perché se ne conoscono poco le caratteristiche. Originaria delle filippine, nasce spontaneamente nelle foreste tropicali, prediligen...


Annaffiature

cordilinea Da marzo ad ottobre annaffiare con regolarità le cordilinea, lasciando asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra; durante i mesi freddi annaffiare soltanto sporadicamente, avendo però cura di vaporizzare la chioma con acqua demineralizzata, ogni 6-10 giorni, per aumentare l'umidità ambientale. Durante il periodo vegetativo fornire del concime per piante verdi, ogni 20-35 giorni.


Terreno

pianta cordilinea Coltivare le cordilinee in un buon terreno ricco e ben drenato; si può preparare un substrato adatto utilizzando del terriccio bilanciato, mescolato a poca sabbia di fiume e poca perlite o lapillo. In genere non sviluppano un apparato radicale cospicuo, e si rinvasano ogni 3-4 anni.


Moltiplicazione

Si staccano i polloni basali nei mesi di marzo o di aprile e si invasano in contenitori di 10 cm circa. Si coltivano in ambiente protetto avendo cura che la temperatura sia di circa 10 gradi °C, e dopo un anno si rinvasano e si mettono a dimora all'aperto.

Come talee si possono utilizzare i fusti delle vecchie piante tagliati in porzioni di circa 8 cm che si invasano verticalmente in una composta di torba e sabbia in parti uguali. Quando iniziano a comparire le punte dei germogli, si invasano le talee in contenitori di circa 8 cm.

La moltiplicazione può avvenire anche seminando nel mese d'aprile in contenitori con una composta per semina. Quando le piantine sono abbastanza grandi, si rinvasano in contenitori di circa 6 cm.


Cordilinea - Cordyline australis: Parassiti e Malattie

fiori cordilinea Possono soffrire gli accessi di annaffiature, o la carenza di drenaggio, sviluppando marciume radicale; talvolta vengono attaccate dagli afidi o dalla cocciniglia.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO