Dragoncello - Artemisia dracunculus

Generalità

Nome: Artemisia dracunculus L.

Raccolta: Nei mesi più caldi.

Proprietà: Aromatico, antisettico, digestivo, aperitivo, antispasmodico, stimolante.

Famiglia: Composite.

Nomi comuni: Tardone, stregon, dragon, serpentaria, estragone, stragonsel.

dragoncello


Dragoncello - Artemisia dracunculus: Proprietà

Habitat: Pianta perenne originaria della Siberia, in Italia non cresce spontaneamente.

Parti usate: I fiori e le foglie.

Conservazione: Sia le foglie che i fiori devono essere essiccati in un luogo ombreggiato e arieggiato e quindi conservati in sacchi di tela.

Uso: Infusi e tinture per uso interno.

Note: Il dragoncello è utilizzato in cucina nella preparazione di salse e frittate, arrosti, insalate e piatti di pesce.

  • dragoncello Il dragoncello, chiamato anche estragone o, scientificamente, Artemisia dracunculus, è una pianta della famiglia delle Asteracee la cui origine è siberiana; attualmente, è coltivata molto in Russia ma...
  • Pilea cadierei Questo genere comprende circa duecento specie di piante erbacee perenni, originarie di gran parte del globo; le specie generalmente coltivate come piante decorative sono circa dieci, provengono dall'A...
  • fiore Doritis Al genere doritis appartiene solo questa specie, che però si presenta in molte varietà. Presenta pseudobulbi appiattiti, che producono alcune larghe foglie carnose; a partire dalla primavera si svilup...
  • Calanthe triplicata Le calanthe sono bellissime orchidee terricole, ne esistono alcune centinaia di specie, diffuse prevalentemente in Asia, con alcune specie in Madagascar e nelle isole dell’Oceania; sono state divise i...





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni; è consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge in questo periodo dell'anno.


Tenere asciutto
concimazione
In questo periodo dell'anno si concimano soltanto le orticole che stanno ancora fruttificando; gli appezzamenti precedentemente occupati da orticole annuali si lavoreranno a fondo, prima dell'inverno, aggiungendo al terreno del concime organico ben maturo.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO