Malva - Malva silvestris

vedi anche: decotto malva

Generalità

Nome: Malva silvestris L.

Raccolta: Le foglie in estate, subito dopo le radici, mentre le foglie da aprile ad ottobre.

Proprietà: Pettorale, diuretico, lassativo, emolliente, sedativo.

Famiglia: Malvacee.

Nomi comuni: Melba, madrignola, marva, varmetta, riondella.

Habitat: Negli incolti fino ai 1200 metri di altezza.

Parti usate: I fiori, le foglie e le radici.

malva


Malva - Malva silvestris: Proprietà

Conservazione: Le radici devono essere essiccate al sole o in forno, le foglie e i fiori si devono invece far essiccare al riparo dai raggi solari e quindi conservare in vasi di vetro.

Uso: Infusi e decotti delle foglie e dei fiori per la preparazione di sciacqui e gargarismi; infusi di foglie e fiori per uso esterno.

Note: La malva veniva utilizzata fino a qualche anno fa per la preparazione casalinga di creme da notte emollienti e antirughe. Può inoltre, essere utilizzata per rinforzare i capelli e per la preparazione di tisane contro la tosse.

  • Lavatera Il genere lavatera comprende numerose piante erbacee annuali e perenni, originarie dell'Europa, dell'America e dell'Asia; Lavatera trimestris, conosciuta anche come malva regina è una specie annuale, ...
  • malva Il nome Malva deriva dal termine greco malakos, che significa calmante e dolce. Il nome della pianta lascia trasparire le proprietà da sempre riconosciute alla stessa ed agli infusi ricavati con i suo...
  • malva moschata Appartiene alla famiglia delle Malvacee. È più nota come Malva Sylvestris. Le caratteristiche morfologiche di questa pianta sono molto varie, ma facili da individuare. Ha le foglie larghe, dentellate,...
  • malva Le varie specie di malva sono piante molto diffuse allo stato spontaneo nei nostri prati, dalle montagne fino alla pianura. Non sono certamente tra le essenze più ornamentali, ma introdurle nel nostr...





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
In questo periodo dell'anno si concimano soltanto le orticole che stanno ancora fruttificando; gli appezzamenti precedentemente occupati da orticole annuali si lavoreranno a fondo, prima dell'inverno, aggiungendo al terreno del concime organico ben maturo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO