Zinnia

Generalità

Questo genere comprende circa 20 piante erbacee annuali, originarie del Messico e dell'America centrale. Le zinnie coltivate come fiori ornamentali sono specie ibride derivate da Z. elegans. Queste piante costituiscono folti cespugli eretti, ramificati, con foglie ovali, verde scuro e grandi fiori solitari a forma di margherita, semplici e doppi. I fiori di zinnia esistono di tutti i colori, tranne blu. E' possibile trovarne anche di varietà bicolori e screziate. Le dimensioni del cespuglio varia a, seconda della varietà, da 30 a 120 cm. Per prolungare la fioritura di questa varietà è necessario ricordarsi di togliere i fiori appassiti.
Zinnia

ZINNIA CACTUS MULTICOLOR

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,7€


Esposizione

Zinnia I fiori di zinnia, per un'esposizione ideale, necessitano di essere posti a dimora in pieno sole, anche se tollerano alcune ore di ombra al giorno; per avere una buona fioritura devono poter ricevere alcune ore al giorno di sole. Amano molto le estati calde, non tollerano assolutamente il freddo e, per questo motivo, la zinnia viene coltivata come specie annuale. Nello scegliere la posizione in cui porre a dimora le zinnie ricordarsi di scegliere un luogo ben ventilato, per evitare l'insorgere di funghi o muffe che ne comprometterebbero irrimediabilmente la salute e la crescita.

    Coccinella giallo Zinnia Garden Flag

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,7€


    Annaffiature

    zinnie Pensando a quanta acqua sia necessario fornire alla zinnia, è bene sapere che le piante appartenenti a questa varietà non necessitano di grandi quantità d'acqua, resistendo bene anche a brevi periodi di siccità. E' consigliabile annaffiare regolarmente, soprattutto nel periodo più caldo, con modeste quantità d'acqua, aspettando che il terreno sia ben asciutto tra un'annaffiatura e l'altra. Queste piante temono la formazione di ristagni d'acqua, che possono provocare l'insorgenza di muffa e malattie fungine.

    Fornire del concime per piante fiorite ogni 15-20 giorni sciolto nell'acqua delle annaffiature per avere una fioritura più abbondante.


    Terreno

    zinnie Queste varietà crescono senza problemi in qualsiasi terreno da giardino, preferendo comunque i terreni sciolti, ben drenati e ricchi di materia organica. Quando si decide di mettere a dimora la zinnia è bene preparare un composto che risulti soffice e drenato, miscelato a concime organico, in modo da fornire tutto il nutrimento necessario alla pianta.


    Moltiplicazione

    La moltiplicazione di questo genere di fiore avviene per seme, utilizzando alla fine dell'inverno i semi dell'anno precedente. Da febbraio ad aprile si seminano le zinnie mantenendo i semenzai in luogo protetto per evitare che bruschi cali termici ne compromettano lo sviluppo; le nuove piantine si pongono a dimora in aprile-maggio, facendo molta attenzione alle radici delle piantine, che sono molto delicate. Volendo le zinnie si possono seminare anche in piena terra in maggio, quando si ha la certezza che le temperature si mantengano miti e non ci sia il rischio di gelate tardive.


    Zinnia: Parassiti e malattie

    zinnie Le piante appartenenti a questa varietà sono piuttosto resistenti all'attacco di parassiti e malattie ma, in determinate condizioni ambientali, esse possono venire attaccate dalle cocciniglie. Per questo motivo è bene pensare di praticare un trattamento specifico antiparassitario che garantirà la giusta protezione degli esemplari di questo genere.





    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


    Tenere asciutto
    concimazione
    Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


    Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO