Garofano - Dianthus

vedi anche: Garofano

Al genere dei garofani appartengono decine di specie, diffuse in Europa, Asia e nord America; possono essere annuali, perenni o biennali.

Il fiore sboccia in primavera, in estate o anche in autunno per alcune specie, ed è molto particolare: da una parte tubolare spuntano cinque petali allungati, spesso con margine sfrangiato, di colore bianco, rosato, o rosso, talvolta maculati o variegati di colore più scuro; sbocciano singoli, portati su lunghi steli, o anche in mazzetti. Esistono specie a fiore doppio o stradoppio, soprattutto gli ibridi coltivati per produrre fiori recisi. Ai fiori seguono grosse capsule contenenti i semi. I fusti sono rigidi, suddivisi da nodi larghi e vistosi, di colore verde o verde glauco, perchè ricoperti da una sostanza pruinosa; il fogliame è lineare o lanceolato, di dimensioni ridotte, abbastanza coriaceo; alcune specie sono sempreverdi.

Garofano


La coltivazione del Garofano

Le specie più coltivate sono solo alcune, tra cui ricordiamo:

dianthus deltoides leuchtfunk- Dianthus caryophyllus: è il garofano più spesso ibridato, poichè produce fiori singoli ed abbastanza grandi; è una pianta perenne, di origine mediterranea, che veniva coltivata già ai tempi dei romani; produce piccoli cespugli, alti dai 50 agli 80 cm, da cui sbocciano innumerevoli fiori, dalla fine della primavera fino all'autunno. Predilige posizioni bel luminose e soleggiate, e si accontenta di qualsiasi terreno, purché sia ben drenato e non particolarmente acido. Generalmente la pianta comincia a germogliare al meglio in primavera inoltrata, e in questo periodo è necessario fornire annaffiature, attendendo sempre che il terreno sia ben asciutto; se il clima è particolarmente siccitoso soffermiamoci ad annaffiare la pianta in maniera più abbondante. LE annaffiature continueranno fino all'autunno, e ogni 12.15 giorni è preferibile aggiungere all'acqua del concime per piante da fiore. In autunno è consigliabile potare la pianta fino a 25-35 cm dal terreno, per favorirne uno sviluppo compatto e denso.

  • Garofano dei poeti - Dianthus barbatus

    Dianthus pianta erbacea perenne originaria dell'Europa centrale e meridionale, spesso coltivato come annuale o biennale. Ha fusti rigidi ed eretti, coperti da lunghe foglie coriacee lanceolate; sia foglie, sia
  • Garofano piumoso - Dianthus plumarius

    dianthus erbacea perenne di dimensioni medie originaria dell'Europa centrale e dell'Asia. Questi garofani costituiscono densi cespi di fusticini sottili, eretti, che portano numerose foglie allungate, di color
  • Chiodi di garofano - Eugenia caryophyllata

    chiodi di garofano I chiodi di garofano sono una spezia; si tratta dei boccioli essiccati di una pianta tropicale, e non dai garofani; la pianta che ci fornisce i chiodi di garofano si chiama Eugenia caryophyllata, anch
  • Garofano

    garofano Numerosi sono i significati attribuiti a questo fiore nel corso dei secoli. La mitologia lega il garofano alla Dea della caccia, Diana; si tramanda infatti che un giovane pastore innamorato follemente


- Dianthus chinensis:

dianthus plumariuspiccola perenne di origine asiatica, esistono numerosissimi ibridi in coltivazione; i fiori sbocciano per tutta la bella stagione, su piccoli cespugli di foglie, alti 25-35 cm; sono di colore vario, dal rosa al rosso, e di piccole dimensioni, spesso riuniti in piccoli mazzetti; vicino al bordo dei petali è spesso presente una linea di colore contrastante rispetto al colore del petalo stesso, e anche l'occhio centrale del fiore è spesso in colore scuro. Si coltivano in luogo soleggiato, e dopo il primo periodo di attecchimento non necessitano di cure eccessivamente assidue. Generalmente questi gerani fioriscono in maniera più abbondante durante il primo anno di vegetazione, per questo motivo vengono spesso coltivati come annuali.


- Dianthus barbatus:

chiamato anche garofano dei poeti, si tratta di una perenne, spesso coltivata come annuale; le dimensioni della pianta sono molto contenute, al di sotto dei 30 cm, e la rendono molto adatta per aiole di fiori o bordure. I fiori sbocciano a partire dalla primavera fino ad estate inoltrata, a volte anche fino all'autunno. Sono di dimensioni molto minute, vivacemente colorate e riuniti in piccoli mazzi; la coltivazione è semplice, necessitano soltanto di una posizione abbastanza soleggiata, e di annaffiature da fornire quando il terreno è ben asciutto; durante i mesi estivi evitiamo di esporre questi garofani ad un clima eccessivamente caldo ed asciutto.


Garofano - Dianthus: - Dianthus plumarius:

coltivato come annuale o anche come perenne, questo garofano produce bellissimi fiori con petali molto sfrangiati, generalmente nei toni del rosa, per tutta la primavera e l'estate. Predilige posizioni soleggiate e terreni molto ben drenati, adattissimo alla coltivazione in giardini rocciosi.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.

 
Sole pieno
Annaffiature
Le annaffiature si praticano solo quando il terreno è ben asciutto da alcuni giorni, ogni 10 giorni può essere sufficiente; se il clima fosse particolarmente caldo è possibile intensificare leggermente le annaffiature.


Tenere asciutto
concimazione
In primavera le piante da fiore necessitano di un buon apporto di concime, in modo da sviluppare al meglio i nuovi germogli ed i fiori; si consiglia un concime specifico per piante da fiore, ricco in potassio; utilizzando un concime a lenta cessione è sufficiente una somministrazione ogni quattro mesi; con un concime da sciogliere in acqua invece sarà necessario fornire concimazioni ogni 15-20 giorni.


Esigenze della piante a marzo in un clima alpino.

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


10:00:30 -
maria - commento su Garofano - Dianthus
salve ho appena comprato Dianthus Gratianopolitanus - Kaori vorrei posizionarla in un'aiuola, volevo sapere se è un pianta tappezzante se ha bisogno di molta cura e se il fogliame rimane verde anche d'inverno. il luogo dove si trova è Roma quindi un clima abbastanza mite... La ringrazio in anticipo Maria