Orto in inverno

vedi anche: Orto

Generalità

Durante i mesi invernali è possibile utilizzare il nostro orto, perché esistono ortaggi che non temono il gelo, anzi, alcuni di questi traggono giovamento dalla presenza di gelate notturne.

PRima però di pensare a coltivare nuove piante è opportuno preparare l'orto; è fondamentale ripulire tutto il terreno dalle piante ormai appassite o non più in coltivazione, rimuovendo ad esempio i resti di pomodori e fagiolini, che abbiamo coltivato durante l'estate; infatti alcuni ortaggi, quali appunto pomodori, fagiolini, zucchine, peperoni, melanzane, temono il freddo e non amano i periodi dell'anno con poche ore di sole al giorno.

Quindi rimuoviamo completamente le piante non più in coltivazione, ricordando di levare dal terreno le radici, ma anche il fogliame di queste piante, che potrebbe essere covo di malattie e parassiti animali.

Una volta ripulito l'orto arricchiamo il terreno con del concime organico ben maturo; consigliamo questo tipo di concime perchè oltre a garantire una buona scorta di azoto di lunga durata, ci permette anche di migliorare l'impasto del terreno, rendendolo morbido e friabile.

un esempio di brassica

Cappuccio Inverno - Tessuto non tessuto a filo continuo in polipropilene bianco - Resistente agli UV - 30g/m2 - 3 Pz per Busta 1.6 x 100 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,49€


Le piante invernali

La verza Non sono molte le verdure che si possono coltivare al freddo, ma sicuramente quelle poche verdure ci daranno la soddisfazione di verdure fresche e saporite anche durante i mesi più freddi e grigi.

Durante i mesi invernali si coltivano verdure ricche di sapore, quali cavoli, verze e broccoli, che per altro sembra traggano giovamento da alcune nottate di leggere gelate, che ne migliorano il gusto e la consistenza; possiamo coltivare anche cipolle, aglio e porri, visto che il loro sviluppo sotterraneo li rende abbastanza "immuni" al freddo.

Trovano posto nell'orto invernale anche spinaci, cime di rapa, e dove l'inverno è un po' più mite anche radicchio e scarole.

Cavoli e broccoli si pongono a dimora già come piccole piante un pochino sviluppate; possiamo seminarli noi, oppure acquistare direttamente le piantine in vivaio; spinaci, cipolle e scarole generalmente invece si seminano in file, direttamente a dimora.

  • Carote La carota è una pianta originaria delle regioni temperate dell'Europa, coltivata per le radici a fittone utilizzate a scopo alimentare sia crude sia cotte. Le varietà coltivate hanno radici carnose di...
  • Melanzana La melanzana è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Solanaceae, coltivata per il suo frutto che viene generalmente consumato e ritenuto un ortaggioÈ considerata annuale nei paesi tem...
  • rafani Il ramolaccio, detto anche radice d’inverno, è un ortaggio a radice poco comune nel nostro paese. In linea generale è molto simile al più diffuso ravanello, ma acquisisce un nome diverso per sottoline...
  • spinaci Gli spinaci sono piante biennali, coltivate come annuali, appartenenti alla famiglia delle amaranthacee; esiste una sola specie di spinacio, il cui nome botanico è spinacia oleracea, ed è originaria d...

Anself Orto Botanico mini serra Mini casetta da giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,99€


Per i più fortunati

gli spinaci Se viviamo nelle regioni con clima invernale un pochino più mite possiamo anche pensare di coltivare radicchi e altre verdure da foglia, visto che non hanno problemi a svilupparsi durante l'inverno. Se invece viviamo in luoghi in cui l'inverno può essere anche molto rigido è consigliabile evitare di coltivare queste piante, seminando come verdure da foglia solo verza e spinaci; durante i mesi di gennaio-febbraio possiamo cominciare a seminare insalate, ma solo se abbiamo la possibilità di coprire il terreno con un tunnel in materiale plastico o in agritessuto.

Qualsiasi sia la coltivazione che abbiamo scelto in ogni caso teniamoci pronti con dell'agritesuto, che dovremo usare per coprire le nostre colture inca so di gelo estremamente intenso e prolungato.


Orto in inverno: Coltivare verdure nell'orto

Anche per la coltivazione delle specie invernali, valgono le stesse regole utilizzate per qualsiasi pianta da orto, per quel che riguarda la preparazione del terreno, la semina, la coltivazione e la raccolta. Per coltivare le verdure si deve iniziare con una lavorazione dell'orto volta a smuovere la terra. Con la lavorazione del terreno è bene anche effettuare una concimazione del terreno, da realizzare mescolando del concime alla terra in fase di movimentazione. Dopo aver lavorato il terreno è la volta della semina o della messa a dimora delle piantine. Coltivare le verdure partendo dal seme è più difficile e lungo rispetto ad una coltivazione che parte dalle piantine.

Le piantine infatti essendo già pronte comportano un rischio minore di fallanze e danno maggiore affidabilità mentre con i semi è sempre difficile avere la certezza che germineranno tutti dando origine a delle piantine.

Durante il periodo invernale molte piante da orto invernali hanno comunque bisogno di un po' di protezione dal freddo che può avvenire attraverso un telo protettivo in tessuto non tessuto o altro materiale. Questo telo permette di mantenere la temperatura del terreno più elevata e quindi assicura la possibilità alle piante di crescere.

L'irrigazione in inverno andrà effettuata con modalità e tempistiche diverse rispetto a quelle della stagione calda e bisognerà fare molta attenzione a non far ghiacciare l'acqua delle annaffiature. Questo potrà essere realizzato attraverso irrigazioni effettuate solo nelle ore più calde e comunque con temperature superiori allo zero. La quantità d'acqua poi non dovrà mai essere eccessiva per evitare ristagni che potrebbero far ghiacciare facilmente il terreno.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO