Coltivazione Melone - Cucumis melo

Generalità:

Pianta annuale con fusto erbaceo flessibile, strisciante

o rampicante, sarmentoso con ramificazioni laterali.

fiore di melone


Foglie e fiori

frutto di meloneFoglie: alterne glauchescenti

Fiori: monosessuati: i fiori maschili sono riuniti in gruppi di tre o quattro nell'ascella delle foglie e sui getti di seconda generazione. I fiori femminili si trovano solitari all'ascella della prima foglia sui getti di terza e quarta generazione. I fiori maschili compaiono per primi nella pianta.

  • Melone - Cucumis melo

    melone I meloni appartengono alla famiglia delle cucurbitacee, sembra che provengano dall'Africa o dall'Asia, anche se il luogo di origine è di difficile identificazione poichè si coltivavano in tutta l'area
  • Anguria e meloni

    Anguria e meloni Le angurie e i meloni sono piante molto produttive che generano frutti che possono raggiungere (nel caso dell'anguria) anche il peso di 20 chilogrammi e la produzione può superare i 10 chili per mq. S
  • Melanzana

    Melanzana La melanzana è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Solanaceae, coltivata per il suo frutto che viene generalmente consumato e ritenuto un ortaggioÈ considerata annuale nei paesi tem
  • Finocchio - Foeniculum vulgaris

    Un esempio di finocchio Quello che generalmente viene chiamato finocchio è il Foeniculum vulgare, coltivato per il fusto formato da squame carnose e per il seme che viene utilizzato come spezie per dar sapore ai piatti più s


Riproduzione:

La fecondazione incrociata avviene ad opera degli insetti, anche se per le colture in serra è meglio ricorrere alla fecondazione artificiale.


Clima terreno e avvicendamento

Clima: necessita un clima temperato caldo e di un terreno esposto al sole.

Terreno: deve essere ben lavorato, profondo e di medio impasto, ben drenato per evitare ristagni d'acqua.

Avvicendamento: pianta da rinnovo che apre una rotazione quadriennale.


Semina e messa a dimora

Semina e messa a dimora: la semina, all'aperto e a dimora, si effettua ad aprile-maggio su file distanti un metro l'una dall'altra. Si lasciano cadere quattro semi in buchette distanti cinquanta centimetri. A germinazione avvenuta, si dirada lasciando la piantina più robusta.

Per quanto riguarda le colture anticipate, la semina si effettua a marzo in semenzaio su letto caldo. Le piantine si trapiantano in tunnel di materiale plastico trasparente dopo circa quindici giorni e si portano a dimora con un secondo trapianto quando la stagione lo consente, dopo aver preparato il terreno distribuendo nei solchi uno strato di letame che viene poi ricoperto.

La coltura forzata avviene in serra e si semina in dicembre in ambiente riscaldato. Si trapianta a gennaio sempre in serra.


Cure colturali

L'operazione più importante è la cimatura. Quando le piantine hanno cinque e sei foglie, si cimano sopra le prime due foglei; i rami che si sviluppano dopo questa operazione si cimano dopo le prime tre foglie e così si avranno piante con sei rami. Dopo la formazione dei piccoli frutti si cimeranno ancora i rami fruttiferi a due foglie sopra i frutti.

La pacciamatura, caratteristica delle colture in pieno campo, si effettua con film plastico nero o paglia allo scopo di combattere le piante infestanti, mantenere l'umidità del terreno ed impedire ai frutti di stare a contatto con la terra.


Raccolta

Si esegue a scalare, tagliando il frutto quando il peduncolo manifesta le prime screpolature. Nello stesso tempo la scorza prende il colore tipico della varietà e il frutto emana un profumo e diventa tenero dove vi è la cicatrice fiorale.


Concimazione e irrigazione

Concimazione: oltre a quella letamica che dev'essere abbondante ed effettuata molto prima della semina è opportuno effettuare le concimazioni fosfo-potassici in copertura dopo che le piantine siano germogliate e abbiano raggiunto una certa altezza.

Irrigazione: devono essere frequenti. Una subito dopo il trapianto cercando di non causare ristagni idrici.


Avversità

Tra i parassiti animali son temibili gli afidi, la nottua, al coccinella del melone, il grillotalpa. Il ragno rosso provoca chiazze chiare sulle foglie facendole seccare, talvolta forma sottili ragnatele che impediscono ai germogli di svilupparsi.

Tra le crittogame ricordiamo la Ticchiolatura, la Tracheofusariosi che si manifesta con ingiallimento e appassimento delle foglie seguito da disseccamento e comparsa di muffetta bianco-rosata. I frutti colpiti mostrano marciune vicino all'inserzione del peduncolo. La lotta si basa sull'uso di varietà resistenti e cercando di non procurare lesioni radicali alle piantine nel trapianto. Il nerume delle cucurbitacee colpisce i frutti maturi e si manifesta con zone marcescenti ricoperte da una muffa nera. La lotta si basa sulla raccolta tempestiva dei frutti, con l'eliminazione di quelli colpiti e con la limitazione degli interventi irrigui.


Coltivazione Melone - Cucumis melo: Varietà

Innanzitutto vi è la divisione tra meloni invernali e meloni estivi.

Tra le varietà dei meloni invernali ricordiamo: il Gigante di Napoli, grosso con buccia sottile verde e polpa bianca molto dolce; Melone di Malta a polpa verde succosa e dolce; Morettino ovale di colore verde scuro e polpa verde tendente al bianco verso il centro.

Tra gli estivi retati ricordiamo il Melone Ananasso a polpa rossa col frutto piccolo molto profumato. Il Retato degli Ortolani con frutto lungo coperto da un reticolo di striature.

Tra i meloni Cantalupi ricordiamo: il Cantalupo Comune a polpa rossa, il Cantalupo Prescott a costole larghe preferito per gli antipasti.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di almeno alcune ore al giorno di irradiamento solare.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare solo sporadicamente, circa una volta ogni 9-10 giorni, lasciando il terreno asciutto per un paio di giorni prima di ripetere l'annaffiatura; quando si annaffia si consiglia di evitare gli eccessi, ma di bagnare bene il substrato.


Tenere asciutto
concimazione
Concimare bene il terreno prima della messa a dimora delle orticole, con stallatico o altro concime organico, che oltre ad arricchire il terreno di minerali, ne migliora l'impasto; in seguito utilizzare un concime a lenta cessione.


Esigenze della piante a marzo in un clima continentale.

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


12.21.58 -
alex - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
X LE MALATTIE siccome qui si parla di combattere afidi e ticchiolatura, io consiglierei a tutti di andare sicuri col fungicida ke copre gran parte delle malattie sia del melone ke di tanti altri frutti in generale; ATTENZIONE ke ogni pianta da frutto o da ortaggio ha una quantità di fungicida differente. Può capitare (come me ad esempio) ke ho un orto con pomodori, insalate ecc ecc ed anke delle piante da frutto (albic.,susino e ciliegio) ed anke queste hanno una quantità di fungicida diverso.X cui cosa ho fatto?! ho fatto la media circa della quantità ke serve a ciascun elemento xò stando ad una quantità medio bassa, solitamente intorno ai 7,5 /8 ml x 10 litri di acqua, in questa maniera si va sicuri su tutti i frutti ed ortaggi.Ateenzione ke una quantità eccessiva di prodotto può causare (come è successo a me) ingiallimenti fogliari ed essiccamento interno di tutta la pianta oppure il blocco delle buttate nell£anno dopo.Quindi attenzione coi trattamenti, meglio stare a bassa quantità e magari darla una volta in più. Alex
22:13:37 -
DOMENICO - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
IL MELONE COME DIVEMTA QANDO DIVENDONO MATURI?
11.50.46 -
roberto - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
vorrei sapere,xfavore,usando del concime fogliare al potassio quante volte lo posso usare ,da che periodo a periodo e se va bene anche per le angurie .ringrazio anticipatamente ROBERTO
14.56.26 -
angelo - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
anche io vorrei delle ulteriori spiegazioni sulla cimatura
13.07.32 -
enzo - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
Ho piantato dei retati nel mio orto per la prima volta. l£aspetto dei frutti è eccellentre, il profumo idem ma il tenore zuccherino della polpa è scareso.
22.29.00 -
fiorenza - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
i meloni innestati su zucca sono piu resistenti alle malattie, fanno piu meloni, il potassio serve per la parte zuccherina del melone e va dato quando ci sono i meloni piccoli, per la cimatura va spuntato la punta delle due capi principali
14.37.19 -
marziadonè - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
inesperta totalemente,ho piantato in vaso alcunei smi di melone...ce la faranno?grazie...
18.17.06 -
mt98 - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
si taglia la punta delle 2 foglie superiori per produrre di piu.
13:19:38 -
Graziano - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
I grandi produttori di meloni mi hanno detto che non cimano....troppa mano d£opera però tolgoni i frutti vicini alla pianta....possibile?
15.25.28 -
eugenio - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
vorrei tanto saperne di piu ho appena piantato i meloni e non so come procedere aspetto spiegazioni su come combattere le erbe cattive e i parassiti dannosi grazie ciao il sito e£ interessantissimo
14.20.30 -
fausto - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
Ci sono molte utili informazioni, manca a mio parere con quali mezzi combattere le malattie. Ciao
17:42:30 -
paola - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
la fase delaa cimatura nn è molto chiara,avreste un video da£ consigliarmi per capire meglio come fare???? grazie
10:43:09 -
st r - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
L£acqua va data, ma senza esagerare. Quando i frutti maturano, bisogna smettere di innaffiare. Questo vale in generale per le piante con frutti che si vogliono dolci e gustosi, per esempio il pomodoro (non serve invece per zucchini e cetrioli, che si raccolgono acerbi). Il melone in particolare vuole acqua, pero£ resiste bene alla siccita£, chiudendo le foglie in su (come una mano col palmo in alto che unisca le dita) e riducendo cosi£ la dispersione per traspirazione. Io metto i meloni invernali (quelli gialli e quelli verdi), per i quali il momento della raccolta non e£ critico; in piu£, in particolare quelli verdi, vogliono pochissima acqua (quasi niente). Ottengo 1-2 meloni grossi e qualcuno (1-3) piu£ piccolo per ogni pianta, senza cimature.
11.09.28 -
marco - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
Ho piantato dei retati nel mio orto per la prima volta. l£aspetto dei frutti è eccellentre, il profumo idem ma il tenore zuccherino della polpa è scareso. Dove ho sbagliato? Ho concimato con letame in presemina e usato del fosfito di potassio come concime fogliare.. grazie!
6.30.40 -
marcello - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
Anch£io è la prima volta che pianto i meloni e non ho capito bene il lavoro della cimatuta. Gradirei un approfondimento. grazie
23:52:50 -
paolo - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
la cimatura mi sembra molto delicata , non si può rispiegarla in modo fotografico? Grazie!
22:27:52 -
romano - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
anche x me non è chiara la fase di cimatura grazie anticipatamente, alla prossima
19.31.00 -
cosimo - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
mi puoi spiegare bene la cimatura
20.33.32 -
paolo - commento su Coltivazione Melone - Cucumis melo
mi potresti dire se è possibile che in un melone innestato su zucca si possa ammalare di fusarium nell£attaccatura del porta innesto e pianta ringrazio anticipatamente...