Nasturzio

L'innaffiatura del nasturzio

Affinché il nasturzio cresca senza problemi, è necessario e fondamentale disporre di un terreno fresco. L'innaffiatura di questa pianta va stabilita in base alla stagione in cui ci si trova, alla piovosità e alla zona climatica. L'innaffiatura diventa fondamentale quando il terreno risulta essere completamente asciutto, e serve semplicemente ad integrare quella derivante dalle piogge naturali. E' comunque consigliato durante il periodo invernale ridurre o addirittura sospendere gli interventi di innaffiatura; mentre in primavera che in autunno è sufficiente innaffiare questa pianta 1-2 volte al mese, invece durante il periodo estivo è necessario procedere anche 2-3 alla settimana. Bisogna pertanto tener conto che le esigenze del nasturzio in vaso, sono diverse rispetto a quelle di uno piantato in piena terra, sia per la quantità limitata di terriccio e anche per il clima. Infatti le sue radici non potranno mai espandersi liberamente per cercare fresco, per questo motivo il nasturzio in vaso è maggiormente soggetto ad escursioni termiche.
Esempio di nasturzio

NASTURZIO NANO MULTICOLORE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,79€


Come e quando piantare il nasturzio

Semi di nasturzio da piantare Per piantare il nasturzio è possibile partire dai semi da piantare direttamente in primavera, interrandoli ad una profondità di 2-3 cm; oppure direttamente da piantine da impiantare.Per piantare il nasturzio in vaso, è fondamentale procurarsi un contenitore abbastanza capiente, al fine di evitare il più possibile interventi di rinvaso. Per piantare il nasturzio è necessario realizzare una buca abbastanza larga tanto da contenere le radici dei questa pianta. Sul fondo del vaso è necessario posizionare uno strato di ghiaia che permette un buon drenaggio, un sottile strato di letame maturo e poi il terriccio.Una volta posizionata la piantina bisogna versare del terriccio fino a riempire il vaso o la buca. L'operazione potrà considerarsi conclusa dopo aver pressato leggermente il terreno e provveduto alla sua innaffiatura.

  • Nasturzio Il nasturzio appartiene alla famiglia delle Tropaeolaceae, originaria del Sud America. Il tropeolo è un genere costituito da circa 70-80 specie di piante erbacee annuali originarie dell'America meri...
  • nasturzio Nome: Tropaeolum majus L.Raccolta: Le foglie in aprile, i boccioli in maggio.Proprietà: Espettorante, tonico, antispasmidico, bechico.Famiglia: Tropeolacee.Nomi comuni: Crescione indiano, capp...
  • nasturzio Originario dei Paesi dell'America Centrale e Meridionale, il Nasturzio raggiunse il nostro Continente insieme a tanti altri prodotti tipici di quei Paesi come il tabacco, il cotone, ecc. Inizialmente ...
  • camelia cinnamon cindy Genere di oltre 80 specie di piccoli alberi ed arbusti sempreverdi, rustici, originari dell'India, della Cina e del Giappone. Il fogliame è di colore verde scuro, lucido, leggermente cuoioso; durante ...

Il Kit Fiori Gourmet di Plant Theatre - 6 varietà di fiori commestibili da coltivare - regalo ottimale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Concimazione del nasturzio

Varietà di nasturzio in piena terra Il nasturzio è una pianta che cresce molto velocemente e che non richiede un terreno ricco di sostanze organiche.Ma per ottenere una migliore fioritura di questa pianta, è necessario, durante la sua stagione vegetativa programmare una serie di interventi di concimazione.Infatti durante il periodo dello sviluppo vegetativo di questa pianta, è consigliato utilizzare un concime che contenga una maggiore quantità di azoto. Questa operazione dovrà essere eseguita ogni 2-3 settimane, diluendo per l'appunto il fertilizzante nell'acqua che solitamente viene impiegata per l'innaffiatura della pianta.Mentre nel periodo della fioritura del nasturzio, gli interventi di concimazione dovranno essere programmati ogni 35-40 giorni, utilizzando un concime a base di fosforo e potassio sempre da diluire nell'acqua che viene utilizzata per l'innaffiatura di questa pianta.


Nasturzio: Malattie e cura del nasturzio

fiori nasturzio Il nasturzio è una pianta che se curata con molta attenzione, non è soggetta a malattie da fungo e attacchi da parassiti.In presenza di un clima caldo e torrido, questa pianta potrebbe essere aggredita ed invasa dagli Afidi, i cosiddetti pidocchi delle piante.Questi sono dei piccoli insetti che si nutrono della linfa della pianta. Gli afidi possono essere rimossi con degli appositi insetticidi e rimuovendo e bruciando i fusti che ne sono completamente infestati.Anche delle cattive pratiche di coltivazione possono essere dannose per lo sviluppo del nasturzio. Infatti in caso di scarsa illuminazione la fioritura di questa pianta sarà povera, pertanto si consiglia di posizionare la pianta in un luogo maggiormente soleggiato, e di proteggerla dal sole caldo nei mesi più roventi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO