Aglio - Allium sativum

Generalità

L'aglio è una della piante aromatiche più coltivate al mondo, se ne hanno tracce già ai tempi degli antichi egizi, e la sua coltivazione è tanto diffusa che difficilmente se ne possono trovare le zone originarie. Si tratta di una bulbosa, della famiglia delle alliaacee; è una pianta perenne, però viene coltivata come annuale, visto che se ne consumano i bulbi estirpandoli dal terreno. Produce i cormi che ben conosciamo, divisi in bulbilli a forma di virgola, e un sottile fusto ch porta alcune lunghe foglie arcuate; in primavera produce un lungo stelo che porta numerosi piccoli fiori bianchi o rosati.
aglio

100pcs / lot Semi Wasabi, rafano giapponese sementi di ortaggi per l'impianto facile da coltivare piante bonsai piante giardino domestiche di DIY

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Come si coltiva

aglio Per produrre teste di aglio si pongono a dimora direttamente i bulbilli, interrandoli leggermente in un buon terreno sciolto e molto ben drenato, concimato con concime granulare a lenta cessione. La piantagione avviene in autunno, nelle zone con inverni non eccessivamente freddi, o a fine inverno; i bulbilli si pongono a dimora in file, distanti tra loro almeno 25-30 cm. Generalmente non necessitano di annaffiature, poichè la stagione di coltivazione è sufficientemente umida; può capitare di doverli annaffiare al momento dell'impianto in caso di autunno particolarmente siccitoso. Dopo aver posto a dimora i bulbilli le lavorazioni da fare sono scarse, a parte la continua rimozione delle erbe infestanti, facendo attenzione a non disturbare l'apparato radicale dell'allium sativum , che rimane molto superficiale; generalmente le nuove teste si sviluppano appena interrate, o anche al di sopra del terreno, e sono ben visibili.

Non appena si cominciano a sviluppare i boccioli floreali si rimuove lo stelo che li porta, altrimenti la pianta utilizzerebbe le sostanze nutritive contenute nei bulbi per produrre i fior, lasciandoci senza raccolto. Se si desidera accelerare la maturazione delle teste di aglio si possono annodare i fusti con le foglie.

Una volta ingrossatesi le teste le piante di aglio vengono estirpate e lasciate asciugare al sole per qualche giorno, al termine del quale si ripuliscono i bulbi delle foglie più esterne e li si intreccia, per conservarli più a lungo.

  • passiflora La potatura delle piante rampicanti è strettamente correlata alla fase di crescita delle stesse e al tipo di essenza in esame.Le principali distinzioni sono: esemplari giovani che devono ancora cres...
  • allium Il genere allium conta più di mille specie, diffuse per la maggior parte nell'emisfero settentrionale; a questo genere appartengono anche aglio, cipolla, porro; esistono però varietà coltivate per le ...
  • Aglio  Il genere in cui è compreso l'aglio, la pianta aromatica molto utilizzata in cucina, comprende anche cipolle, porri, scalogni; molti non sanno che oltre a questi agli di utilizzo prevalentemente culin...
  • coltivazione aglio L'aglio è una pianta erbacea, perenne, bulbosa coltivata per i bulbi molto utilizzati in cucina e per le proprietà antisettiche e rinfrescanti. Il suo nome botanico è allium.Può essere coltivata i...

Kit Semina "Aromi Italiani", Bauletto con 2 Mini Serre per Germinazione e 4 Buste di Semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Gli utilizzi dell'aglio

fiore dell'aglio Comunemente l'allium sativum viene utilizzato in cucina, per sfruttarne le sua proprietà aromatiche, infatti i bulbilli contengono molti composti solforati, che danno alla pianta un aroma pungente, apprezzato sia crudo che cotto; si utilizza per mille ricette, tipicamente assieme ai pomodori, crudi o in sughi di vario tipo, ed anche con altre verdure. Se ne usa anche in arrosti, insaccati, o altri piatti di carne.

L'allium sativum ha un grande utilizzo anche in erboristeria e nell'industria farmaceutica, infatti i piccoli bulbi hanno un forte effetto antibatterico, contro i parassiti intestinali ed anche come regolarizzatori della pressione arteriosa.


Aglio - Allium sativum: Aglio decorativo

aglio decorativo Oltre all'allium sativum esistono altre varietà e specie di aglio, che vengono generalmente utilizzate come piante decorative; infatti le grandi infiorescenze possono essere anche colorate, e molte specie hanno infiorescenze a palla, molto particolari. Si trattai di bulbose perenni, che di anno in anno ci regalano nuovi fiori estivi; la maggior parte degli agli decorativi ha grandi dimensioni, e produce un ampio cespo di foglie da cui si dipartono lunghi fusti sottili, che portano le grandi infiorescenze. Come l'aglio commestibile, anche gli agli decorativi emanano un inteso aroma, sia dai fiori, sia dal fogliame; quindi spesso si evita di porli a dimora nei pressi delle abitazioni, poichè con il tempo l'aroma pungente ed intenso può divenire molesto.


Guarda il Video
  • fiore aglio Il genere in cui è compreso l'aglio, la pianta aromatica molto utilizzata in cucina, comprende anche cipolle, porri, sca
    visita : fiore aglio
  • pianta aglio L'allium sativum, comunemente noto come aglio, è una pianta bulbosa di origine asiatica appartenente alla famiglia delle
    visita : pianta aglio



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Il terreno si mantiene asciutto, inumidendolo leggermente una volta al mese, o anche meno. In genere se il clima è rigido non è necessaio annaffiare durante i mesi invernali.


Tenere asciutto
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO