Flox - Phlox

Generalità

Genere di 66 specie di piante erbacee e suffrutticose, annuali e perenni, semirustiche e rustiche. Di dimensioni molto variabili, ci sono specie nane che non superano i 10 cm e altre che raggiungono il metro e mezzo. Le piante di Flox prendono origine dal nord America ma si sono diffuse anche nel nostro territorio. I fiori delle varietà di Phlox hanno la particolarità di essere vivacemente colorati a seconda della varietà. Alternando i tempi di semina della piante di Flox si possono ottenere fiori tutto l'anno.
Phlox


Terreno

flox Il terreno ideale per la Flox è umido, ben drenato e molto fertile, con variazioni nel quantitativo di torba in relazione alla specie. E' consigliabile concimare le specie perenni in aprile, con letame maturo.

  • Flox La Flox annuale, chiamata anche Phlox drummondii è una pianta erbacea annuale, originaria dell'America centro-settentionale; produce bassi cespugli, costituiti da numerosi fusti ramificati, alti 35-45...
  • Flox  Non molto diffusi nei giardini Italiani, phlox sono molto amati in America e nel resto d'Europa, dove trovano spazio nelle aiole di perenni e di annuali. Si tratta di un genere che conta alcune decine...
  • phlox Ho acquistato dei rizomi di Phlox paniculata Bright eyes, posso piantarle adesso e quando posso avere la fioritura?grazie...


Moltiplicazione

flox avviene per seme nelle specie annuali, e per talea per le specie perenni. Per le talee si tagliano rametti di 8-10 cm in marzo; le talee andranno invasate quando avranno ben radicato e messe a dimora definitiva solo nella primavera seguente. Si possono utilizzare talee radicali quando la pianta è attaccata da nematodi del fusto, usando un composto per la semina e tenendo le talee a 15 gradi finchè non emettano i nuovi germogli.


Esigenze

flox Per quanto riguarda le esigenze di acqua della Phlox è bene che le annaffiature siano regolari e abbondanti durante la stagione calda , soprattutto nei periodi di siccità; diminuire le annaffiature durante le altre stagioni.

La flox è una pianta piuttosto rustica e ben si adatta sia alla coltivazione al sole che in zone ombreggiate. Le specie perenni tollerano bene il freddo invernale, le specie annuali, che vengono seminate in settembre per ottenere una fioritura anticipata, saranno tenute in serra a 8-10° per tutto l'inverno.


Parassiti e malattie

i nematodi causano deformazione alle foglie e ai rami. L'unico rimedio è l'eliminazione delle piante malate. L'oidio attacca le foglie, soprattutto nelle varietà coltivate in serra. E' bene quindi prevedere dei trattamenti preventivi con prodotti specifici che proteggano gli esemplari di Phlox dall'attacco di parassiti e malattie.


Varietà

phlox Le specie erbacee alte, annuali e perenni, sono adatte per le bordure miste e per la produzione di fiori da taglio;

P. drummondii, perenne ma coltivata come annuale, si utilizza nelle aiuole o, in serra, come pianta da vaso a fioritura primaverile, le piante nane perenni, generalmente sempreverdi, sono adatte per il giardino roccioso e per i muri a secco.

Tra queste specie ricordiamo: P. douglasii

Tra le specie annuali P. Drummondii;

Tra le specie perenni da bordura P. Maculata.


Tecniche colturali per le specie annuali

si coltivano in tutti i terreni da giardino ben drenati. Le piantine si mettono a dimora in maggio, in posizione soleggiata. Se si recidono le infiorescenze appassite, il periodo di fioritura diventa più lungo. Nei terreni poveri è bene somministrare periodicamente un concime liquido. Per ottenere la fioritura in Primavera sotto vetro si invasano le piantine seminate in settembre in contenitori di 8 cm, riempiti con la composta, e successivamente si trapiantano in contenitori di 12 cm e si fanno svernate in serra. alla temperatura di 8-lO° C. La fioritura inizia generalmente in marzo.


Flox - Phlox: Tecnica colturale per le specie perenni da bordura

flox Si piantano in ottobre o in Febbraio-Marzo in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata ,in terreno fertile, umido, e ben drenato.

Ogni anno, in aprile, si effettua una pacciamatura con letame ben maturo o con composta per conservare umido il terreno. Durante i periodi asciutti si annaffia abbondantemente, in caso contrario, le piante appassiscono e producono pochi fiori. Le piante piu vecchie producono numerosi rami più deboli che devono essere tagliati in primavera. In ottobre si tagliano i fusti fioriferi secchi appena sopra il livello del terreno, generalmente queste piante necessitano di sostegno.


  • phlox Non molto diffusi nei giardini Italiani, phlox sono molto amati in America e nel resto d'Europa, dove trovano spazio nel
    visita : phlox



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO